Youtube è la piattaforma web di condivisione video leader nel mondo, dove ogni giorno le persone guardano quasi 5 miliardi di video, con l’attivo oltre 1,5 miliardi di utenti unici che, in media, passano 1 ora a riprodurre contenuti.

Tra le attività che si sono affermate su Youtube c’è quella dello youtuber. Si tratta di una categoria facilmente riconoscibile per la connotazione dei video, prodotti secondo obiettivi definiti che generalmente sono informativi, divertenti o divulgativi.

Una stella nascente di YouTube può guadagnare da 500 a 100.000 dollari, o più, per ogni video che pubblica.

Per poter guadagnare seriamente con YouTube, devi avere decine di migliaia di iscritti al tuo canale e produrre costantemente video di successo.

Per ottenere questo obiettivo di crescita devi pubblicare con costanza video di qualità e d’interesse, facendo attenzione a non violare le politiche della piattaforma. Una violazione può compromettere la visibilità dei video e del profilo stesso.

Ad esempio: contenuti non originali, violazione di copyright o tematiche sensibili non accettate dalla piattaforma.

Guadagnare con Youtube è davvero possibile?

Assolutamente sì. Ci sono vari sistemi ma quello principale è la monetizzazione tramite il Programma Partner. Qui le linee guida ufficiali di Youtube. Per poter entrare a far parte del programma e iniziare a guadagnare dovrai avere almeno 1.000 iscritti al canale e 4.000 ore di visualizzazioni totali.

Puoi ottenere questi numeri in poco tempo tramite questi servizi Youtube di aumento iscritti e visualizzazioni.

Come avviene il guadagno?

Puoi guadagnare con YouTube semplicemente lasciando che i tuoi utenti guardino gli annunci. Tutto quello che devi fare è mantenere un grande pubblico e assicurarti che tutti guardino le ADV prima, durante e dopo la riproduzione del video, in base al formato che sceglierai per la tua pubblicità.

Ovviamente più iscritti e visualizzazioni ottieni sui video e più guadagni. Se hai un buon seguito puoi raggiungere in poco tempo cifre interessanti.

Se il tuo canale Youtube è ancora poco conosciuto ti consigliamo di ottimizzarlo e di creare un piano editoriale che includa video d’interesse per il tuo target e una programmazione settimanale di pubblicazione. Studia il tuo pubblico, trova le parole chiave più performanti che rispecchiano il contenuto del video e includile all’interno della descrizione e del titolo dello stesso.

Come iniziare a guadagnare con Youtube?

La prima cosa che devi fare è iscriverti a Google Adsense, il servizio di pubblicità di Google collegato a Youtube. Dopo aver soddisfatto i requisiti di 1.000 iscritti e 4.000 ore, procedi con la richiesta di iscrizione la programma partner di Youtube.

Devi però sapere che entrare nel programma partner non è immediato, la piattaforma procede ad effettuare diversi controlli prima di consentire l’adesione.

Dopo essere stato accettato potrai finalmente iniziare a guadagnare con la pubblicazione dei tuoi video.

Monetizzazione Youtube: quanto si guadagna davvero?

Se guadagnare con Youtube non è particolarmente difficile grazie al programma partner, riuscire a calcolare delle entrate precise è impossibile.

Per poter tirare le somme e sapere quanto effettivamente puoi ottenere dal tuo canale, dovrai tener conto delle tasse da pagare in base alla tua partita iva e al regime fiscale in cui sei inquadrato.

Per questo motivo, ti suggeriamo di rivolgerti a un commercialista esperto che potrà aiutarti nella valutazione e nella scelta del regime fiscale migliore.

Tuttavia, possiamo fare una stima di quanto puoi guadagnare su Youtube, tenendo come riferimento come e quanto la piattaforma paga per i tuoi video.

In generale un milione di visualizzazioni vale 1.000 dollari/euro. In media la pubblicità su YouTube porta 1 dollaro/euro per ogni 1.000 visualizzazioni (a volte 50 centesimi, a volte 5 dollari/euro). Questo conteggio viene applicato se la pubblicità viene guardata, ma molte persone installano programmi per bloccarla, mentre altri la saltano durante la riproduzione.

Con queste considerazioni è evidente come sia difficile fare poi una stima reale e precisa dei guadagni ottenibili con Youtube.

Inoltre, bisogna anche tener conto della percentuale trattenuta dal programma di affiliazione che va dal 30% al 50% e il pagamento delle tasse sull’importo restante.

Possiamo distinguere queste categorie di guadagno:

Zero: account Youtube che non entrano nel programma e non stringono collaborazioni con aziende e brand per le sponsorizzazioni.

Basso: account con visualizzazioni dalle 100.000 alle 500.000 visite mensili, il cui guadagno è però troppo irrisorio per poter svolgere l’attività di Youtube come professione principale.

Medio: sono gli account con più di un milione di visite al mese, il cui guadagno raggiunge belle cifre, al punto da investire completamente nella produzione di video e trasformarla in attività principale.

Alto: canali con più di un milione di iscritti, milioni di visualizzazioni sui video. Sono gli influencer, coloro che oltre a guadagnare con programma partner, prendono parte a manifestazioni, eventi, pubblicizzano prodotti e brand al proprio pubblico per influenzarne le decisioni.

Le ulteriori attività che offrono guadagni con i video, oltre le visualizzazioni e le ADV sono: sponsorizzazioni, merchandising, scrittura di ebook e libri, partecipazione ad eventi e programmi radio/tv.

Guadagno Youtube americani

Gli Youtuber americani più famosi hanno un guadagno medio che va da 5 a 8 milioni di dollari. Le categorie in cui lavorano maggiormente sono: cucina e cinema.

Guadagno Youtube italiani

Gli Youtuber italiani guadagnano meno dei colleghi americani? Numeri alla mano, prendendo come riferimento uno youtuber famoso nel settore gaming, seguito da più di 3.5 milioni di utenti e oltre 1.7 miliardi di visualizzazioni dal 2012, si valuta abbia avuto un incasso di circa 4.3 milioni di euro.

Conclusioni

Queste sono tutte stime che variano in base a diversi fattori, tuttavia, è evidente che se si riesce ad aprire un canale Youtube di successo, a rendere i video virali e a ottenere un buon seguito, è possibile trasformare una passione in una vera e propria professione.

Se pensi di avere una buona idea di business e vuoi iniziare a guadagnare con Youtube, non ti resta che aprire un account e lavorare per ottenere il successo.


Instagram ha avuto un enorme successo da quando è entrato a far parte dell’universo di Mark Zuckerberg, con più di tre miliardi di account in tutto il mondo, un numero in continua crescita.

Le Instagram Stories sono il contenuto più utilizzato dagli utenti per creare brevi video, pubblicare foto e interagire con i propri followers.

Tuttavia, se hai visualizzato una Storia su Instagram, trascorse le 24 ore, non potrai più vederla, a meno che l’utente non l’abbia inserita nella sezione dei contenuti in Evidenza.

Se stai leggendo questa guida è perché hai bisogno di sapere come fare per scaricare Storie Instagram Online. Nei paragrafi successivi, cercheremo di rispondere in modo esaustivo, proponendo tre metodi possibili per farlo.

Cosa sono le Instagram Stories?

Le Instagram Stories o ig Stories, sono brevi foto o video che hanno una pubblicazione limitata alle 24 ore successive.

Lanciate nell’estate del 2016, nel corso del tempo, hanno avuto continue evoluzioni ed oggi sono diventate il mezzo più utilizzato dagli utenti.

Quando pubblichi una Storia, nella parte superiore del feed di Instagram viene mostrata la tua immagine di profilo, affiancata da quelle delle persone che segui.

Aprendo la Storia, puoi scoprire chi ha guardato il contenuto. Puoi anche rendere privata la Storia tramite le impostazioni della stessa, oppure, limitare la visualizzazione a qualche utente specifico.

Se imposti il profilo come privato, ad esempio, solo i tuoi followers Instagram potranno visualizzare la Storia.

Inoltre, se hai anche aggiunto un hashtag o un adesivo sulla posizione, il tuo contenuto potrebbe anche apparire in hashtag o nelle pagine relative alla posizione.

Quando pubblichi una Storia, puoi utilizzare la fotocamera in tempo reale, scattare una foto, applicare dei filtri e pubblicarla. Oppure, puoi prendere il contenuto dalla libreria, apportare le modifiche e pubblicare. Stessa cosa vale per i video.

Inoltre, puoi aggiungere emoticon, Gif, filtri, fare domande, inserire sondaggi e tanto altro per interagire con i tuoi followers.

4 consigli per ottimizzare le tue Instagram Stories

Vuoi ottenere il massimo dalle tue Storie su Instagram? Quello che devi fare è offrire contenuti interessati, che stimolino la curiosità del pubblico e lo invoglino a partecipare alla tua community.

Ecco 4 consigli utili per pubblicare delle Instagram Stories interessanti.

  • Varia i contenuti: non limitarti a delle foto o dei video simili tra loro. Cerca di proporre ogni volta cosa nuove, con scatti originali e donagli un tocco personale.
  • Presta attenzione alla qualità dell’audio: se stai registrando un video in mezzo alla folla, sarà difficile ascoltare. In base al contenuto che stai pubblicando, valuta la qualità dell’audio.
  • Valuta la quantità di pubblicazioni: se sei un influencer, avrai necessità di pubblicare spesso i tuoi contenuti. In caso contrario, cerca di non essere eccessivo, pubblicando una foto un video ogni 10 minuti, i tuoi followers potrebbero stancarsi e iniziare a saltare la visualizzazione delle tue Storie.
  • La tua Storia su Instagram deve essere interessante e in grado di attirare l’attenzione degli utenti. Puoi arricchirla con musica, adesivi ed effetti messi a disposizione dal social network.

Infine, ricordati che puoi condividere le tue Storie anche su Facebook, funzione che avviene automaticamente, con la possibilità di disattivarla manualmente su ogni singola pubblicazione, oppure, dalle impostazioni generali.

Come fare il download Instagram Stories

Prima di vedere i 3 metodi per scaricare le Storie Instagram sul tuo smartphone, cerchiamo di capire cosa succede se si prova a fare uno screenshot.

Download Instagram Stories: lo screenshot funziona?

Vuoi scaricare una IG Stories online di un utente? Gli screenshot potrebbero essere la soluzione più veloce ma, attento alla privacy.

Apri la Instagram Stories, ferma con il dito e poi esegui la combinazione dei tasti del tuo smartphone per effettuare uno screenshot.

La troverai nella tua galleria come foto e potrai utilizzarla come preferisci. Tuttavia, dovrai fare attenzione: quando effettui uno screenshot di una Storia, Instagram invia una notifica all’utente che, in teoria, viene a conoscenza della tua azione.

Inoltre, ricorda che i contenuti pubblicati dagli altri utenti non appartengono a te, per cui, dovrai prenderti la responsabilità nel caso in cui diffonderai lo screenshot.

Download Storie Instagram: scattare una foto con un altro dispositivo

È un trucco molto diffuso, soprattutto da chi non vuole correre il rischio di farsi beccare con gli screenshot.

Apri la Storia dell’utente che vuoi salvare e bloccala col dito, poi prendi un altro smartphone e scatta una foto dello schermo.

È una procedura semplice, che non lascerà traccia del tuo passaggio e della tua azione di acquisire la Storia.

L’unico aspetto negativo è che per ottenere la Instagram Stories dovrai disporre di un altro device.

Download Instagram Stories: scaricare le Storie dal proprio profilo

T’interessa anche sapere come puoi scaricare le tue Storie sul cellulare? Instagram permette di fare questa operazione direttamente dalla sua applicazione ufficiale.

I passaggi da fare sono pochi e semplici: accedi al tuo profilo Instagram dall’app, vai sulla tua Storia che desideri scaricare e clicca sulla freccia verso il basso per salvarla sul tuo dispositivo.

3 modi online per scaricare le Storie Instagram degli altri utenti

Se esistono questi due trucchi di cui ti abbiamo parlato, perché dovresti voler scaricare le Storie Instagram con altri mezzi?

La risposta è semplice: otterrai le Instagram Storie in alta qualità e potrai scaricare video, cosa non possibile facendo screenshot e foto.

Puoi scaricare le Storie utilizzando il pc o lo smartphone, grazie a diverse soluzioni a disposizione.

4kStoGram

4kStoGram è un programma che puoi scaricare da internet e installare sul pc. Ha un’interfaccia intuitiva che ne rende l’utilizzo molto semplice.

Il software richiederà le tue credenziali di accesso a Instagram per poter effettuare la configurazione necessaria.

Dopo aver compilato tutto e salvato le impostazioni, potrai ottenere tutte le Storie sul tuo pc all’interno della cartella Downloads che hai selezionato nelle impostazioni.

Inoltre, se lasci attivo il programma, questo controlla ogni 5 minuti se ci sono nuove Storie Instagram e in caso, verranno scaricare automaticamente.

InstaStory

InstaStory è una web app con la quale puoi scaricare le Storie tramite una pagina web. Il limite però è che puoi effettuare il download solo se il profilo Instagram è pubblico, per questo motivo non occorre fare login con le credenziali del proprio account.

Dopo esserti collegato a questa web app, devi solo inserire l’username del profilo nella casella posta al centro della pagina e poi cliccare su Scarica Instagram Stories e, dopo pochi secondi, appariranno sotto.

Ogni Storia ha un pulsante Download che ti permette di salvarla sul tuo dispositivo. Grazie a questa possibilità, puoi scegliere singolarmente le Storie da scaricare.

Story Saver for Instagram

Questa applicazione è destinata agli utenti con dispositivo Android e, consente di effettuare il download delle Storie su Instagram in pochi secondi.

Puoi scaricarla direttamente dal Google Play Store. Ha un’interfaccia intuitiva e minimale, dopo aver inserito i dati del tuo account, ti vengono mostrati tutti gli utenti che segui dal tuo profilo.

Selezionando un utente, puoi accedere a tutte le sue Storie e salvarla direttamente sul dispositivo facendo un tap lungo e poi scegliendo la voce Save dal menù che compare.

È possibile anche fare il Repost per postare il contenuto selezionato, oppure, Share per condividere la Storia su altri canali, via e-mail e WhatsApp.

Scaricare Storie Instagram da iOS

Se possiedi un iPhone puoi utilizzare l’applicazione gratuita Story Reposter, che ti permetterà di scaricare le Storie con facilità sul tuo dispositivo. È disponibile anche la versione PRO a soli 3,99 dollari.

Con questa app puoi cercare e visualizzare le storie Instagram di nascosto e in anonimo, il che vuol dire che nessuno noterà il tuo nome nell’elenco delle views.

Non dovrai accedere al tuo account Instagram, ma dovrai consentire l’accesso dell’app alla libreria di foto dell’iPhone. Per farlo vai sulle Impostazioni del telefono.

Come usare l’app? Inserisci il nome dell’utente o un handle di Instagram e dalla pagina di ricerca, scegli il profilo, ti comparirà un elenco di tutte le Storie che sono state pubblicate nelle ultime 24 ore, sia di foto che di video.

Seleziona quella che desideri scaricare tramite il pulsante Condividi > Salva Immagine o Salva Video.

Puoi salvare le Instagram Stories solo dei profili pubblici, ma ciò che puoi fare non si limita solo a questo.

Infatti, con Story Reposter puoi anche fare il repost di immagini e video su Instagram, condividerli su Facebook e Twitter e con qualsiasi altro servizio di condivisione disponibile del tuo iPhone, compresi WhatsApp e iMessage.

Per poter accedere a queste ulteriori voci, ti basterà fare un tap su “altro” e poi scegliere dall’elenco dove condividere.

Il lato negativo di quest’applicazione è che non ti compariranno automaticamente le nuove storie inserite dalle persone che segui. Inoltre, se cerchi storie di più utenti diversi, dovrai farlo singolarmente.

Scaricare Storie Live su Instagram

Infine, ci sono le live all’interno delle Storie, queste possono essere salvate esattamente allo stesso modo di come scarichi foto e video.

Infatti, la storia può essere scaricata come un normale video, tenendo però presente che le Instagram Stories live possono essere più lunghe e occupare maggiore spazio sul dispositivo.

Altro metodo per scaricare una diretta è quella di catturarla mentre viene riprodotto sul dispositivo. Ci sono diverse app che permettono la registrazione dello schermo sia per smartphone, che per pc.

Ad esempio, i Mac Desktop da iOS 11 Control Center hanno integrata una funzione di registrazione, per cui non occorre un app di terze parti.

Se vuoi registrare lo schermo da iOS, puoi usare l’app gratuita Screen Recorder; mentre per Android, tra le migliori c’è DU Recorder che, oltre a registrare lo schermo, permette anche di editare il video tramite diverse funzioni.

Download Instagram Stories: in sintesi

Puoi scaricare le Storie su Instagram in qualunque momento, tramite tutti i dispositivi mobili e desktop che hai a disposizione.

Ciò che è davvero importante, al fine di ottenere la Storia, è che l’account dell’utente non sia impostato su Privato. In tal caso, se non sei un suo followers, non potrai accedere a nessun tipo di contenuto.

Puoi salvare le Storie Instagram tramite:

  • Screenshot
  • Applicazioni per Android e iOS
  • Software per desktop
  • Web App

Ricorda di non divulgare il contenuto da te salvato, senza il consenso dell’autore.

Consiglio finale: tra i metodi suggeriti per il download delle Instagram Stories, ti consigliamo le web app gratuite, perché ti permettono di raggiungere il tuo obiettivo senza dover installare software di terze parti sul tuo dispositivo.


Facebook è il social network più famoso e utilizzato al mondo. Una piattaforma che permette agli iscritti di condividere e commentare, in tempo reale, con i propri amici, foto, video, pensieri e link.

Gli sviluppatori del social network, hanno poi deciso di inserire anche su Facebook le Storie, già molto famose e utilizzatissime su Instagram. Si tratta di contenuti composti da foto o brevi video che hanno la particolarità di rimanere online per 24 ore, trascorso questo tempo vengono poi rimosse dalla piattaforma.

È comunque possibile che si vogliano nascondere delle storie dal proprio profilo. Se vuoi sapere come nascondere le Storie su Facebook, continua la lettura, non è un procedimento particolarmente complesso, basteranno pochi e semplici passaggi.

Nascondere Storie Facebook da smartphone

Vuoi nascondere tutte le Storie Facebook o solo alcune dei tuoi amici? Puoi farlo dal tuo smartphone. Dopo aver aperto l’applicazione, vai nella sezione Storie presente in alto della schermata.

Trova la Storia Facebook che vuoi nascondere, tiene premuto su di essa per qualche secondo, aspetta che compaiono le opzioni.

Se stai usando un dispositivo Android, dovrai scegliere la voce “Nascondi la storia”, mentre, se usi un sistema operativo IOS, dovrai cliccare su “Disattiva Storia”.

Se vuoi rendere nuovamente disponibile una storia dovrai cliccare sull’immagine del profilo, quindi selezionare la Storia e poi la voce Storie che hai disattivato e riattivare.

Nascondere Storie Facebook da browser

Se vuoi nascondere le Storie Facebook da computer o da browser, la procedura da seguire è molto simile. Effettua l’accesso e poi vai nella sezione Stories nella parte destra dello schermo. Apri la Storia che vuoi nascondere e clicca sull’icona a tre puntini che ti permette di accedere al menù opzioni.

Qui puoi cliccare sulla voce Disattiva la storia per nasconderla. Facebook chiede conferma se si vuole effettivamente disattivare la storia di quell’utente. Ricorda che non potrai più vedere la sua Storia ma continuerete a restare amici.

Se cambi idea, puoi riattivare le storie nascoste andando su Impostazioni > Stories. Trovi l’elenco delle storie nascoste che potrai ripristinare cliccando su Riattiva Storia.

LEGGI ANCHE: Storie Facebook: tutto ciò che devi sapere sulla novità di Facebook

Come visualizzare le Storie Facebook di nascosto

Dopo aver scoperto come nascondere le Storie, potrebbe esserti utile sapere come visualizzarle di nascosto, senza farlo sapere ai tuoi amici.

Il sistema per visualizzare le Storie Facebook in anonimo è molto semplice, non occorrono particolari competenze. Prova a seguire le nostre istruzioni.

Perché visualizzare le storie in anonimo?

Prima di spiegare brevemente la procedura da seguire, è giusta una riflessione sul perché un utente vorrebbe visualizzare le storie Facebook in anonimo.

I motivi possono essere molteplici: un ex partner o degli amici con cui non si hanno buoni rapporti e non si vuole far sapere che li si sta seguendo ancora.

Infatti, quando si apre una Storia di un contatto, quest’ultimo può vedere tutte le persone che l’hanno visualizzata, grazie a un elenco. Come fare per non apparire in quell’elenco?

La procedura che stiamo per darti, ti permette di usare un trucco Facebook efficace e poco macchinoso che porta al risultato.

Prendi il tuo smartphone e avvia l’applicazione ufficiale da Android o iOS, entra nel tuo account e vai nel Newsfeed, fai uno swipe dall’alto verso il basso in modo da permettere all’applicazione di aggiornare i contenuti dei tuoi amici.

Questo passaggio è fondamentale per avere a disposizione le ultime Storie Facebook dei tuoi amici. Ora devi attivare la modalità aereo sul dispositivo in uso, in modo che tu possa scollegarti da internet.

È questo passaggio che ti permette di visualizzare le Storie Facebook di nascosto. Potrei scorrerle tutte ed essere sicuro che nessuno veda apparire il tuo nome nell’elenco delle visualizzazioni.

Facendo questa procedura, l’applicazione scarica tutte le storie pubblicate che possono essere riprodotte in modalità offline. La modalità aereo impedisce all’applicazione di comunicare ai server Facebook che è stata aperta una Storia, quindi, potrai vederla in anonimato.

La modalità aereo può essere attivata con pochi passaggi sul tuo dispositivo. Solitamente, basta fare uno swipe dall’alto verso il basso dello schermo per visualizzare la schermata con tutte le icone disponibili per accedere alle varie funzionalità.

Tra queste c’è anche la modalità aereo. Quindi si tratta di un passaggio molto veloce che con due movimenti ti permette di attivare la modalità.

Dopo aver visualizzato le storie Facebook di nascosto, potrai, con un semplice tap, disattivare la modalità aereo e permette al tuo dispositivo di collegarsi di nuovo a internet e al server del social network.

Devi sapere che esistono anche servizi online gratuiti che ti permettono di visualizzare le storie Instagram in anonimo e anche quelle Facebook, si tratta per lo più di siti web in cui è sufficiente inserire l’username o il nome profilo dell’utente da spiare e visualizzare la schermata. Alcuni servizi includono anche la visione dei post pubblicati sui profili social, in questo modo, potrai proprio evitare di accedere al profilo dell’utente che vuoi spiare direttamente da Facebook.

Oltre ai siti, sui vari app store, puoi trovare diverse applicazioni di terze parti che permettono di visualizzare le storie Facebooke e Instagram in anonimo, tutte soluzioni testate ed efficaci.

Ovviamente, se preferisci non installare nessuna app o non vuoi utilizzare siti di terze parti pieni di pubblicità, ti consigliamo di seguire questa procedura che ti abbiamo appena descritto che resta la più sicura, veloce ed efficace per vedere le storie Facebook in anonimo.

LEGGI ANCHE: Come essere invisibili su Facebook, Instagram e Twitter

Conclusioni

Abbiamo visto come visualizzare le Storie su Facebook senza farlo sapere. I motivi che possono spingerti a fare questa cosa possono essere diversi. Ti ricordiamo che sarebbe più corretto non assumere questo tipo di comportamento.

Quali sono le soluzioni per vedere le Storie Facebook di nascosto?

  • Attivazione modalità aereo sul dispositivo
  • Siti web con servizio di visualizzazione in anonimo
  • Applicazioni di terze parti dedicate

Il viaggio di Instagram è stato prevedibile. L’azienda ha iniziato come servizio di condivisione di foto e ha adottato rapidamente le ultime tendenze nell’app principale. Innanzitutto, ha portato il supporto per il caricamento di video, quindi è arrivato il messaggio diretto di Instagram . Successivamente, Instagram ha preso una pagina dal libro Snapchat e ha implementato le storie Instagram. Ora, la società di proprietà di Facebook sta salendo sul treno TikTok con Instagram Reels, una funzione video di 15 secondi con musica, filtri live e tutto il divertimento. A volte, diventa confuso per gli utenti scegliere tra Instagram Stories e Reels.

In questo articolo andremo proprio a vedere le differenze tra le due funzionalità, in modo che sarà più facile per te scegliere.

Instagram Reels vs Instagram Storie

Sia Instagram Storie che Reels sono integrati nella stessa interfaccia. Puoi scorrere verso destra dall’interfaccia principale e aprire il menu del mirino con l’opzione Story, Live e Reels.

A prima vista, Story e Reels possono sembrare identici, ma entrambi hanno scopi diversi per gli utenti. In questo post parleremo delle principali differenze tra Instagram Reels e Story. Iniziamo.

DOVE TROVI INSTAGRAM STORY E DOVE TROVI INSTAGRAM REELS

Sia Instagram Reels che Story si trovano nella stessa interfaccia. Puoi scorrere verso destra o toccare l’opzione della storia nell’angolo in alto a sinistra per aprire l’interfaccia della fotocamera su Instagram. Per impostazione predefinita, Instagram apre l’interfaccia Story e invita gli utenti a optare per Instagram Story. Scorri verso sinistra per aprire Instagram Live e scorri verso destra per andare su Instagram Reels.

INSTAGRAM REELS VS INSTAGRAM STORIE: DIFFERENZE FONDAMENTALI

Instagram descrive le storie come qualcosa che ti consente di ‘condividere tutti i momenti della tua giornata, non solo quelli che vuoi mantenere sul tuo profilo. La funzione ti consente di condividere più foto e video e vengono visualizzati insieme in un formato di presentazione, il che significa una bobina, come Snapchat. E, naturalmente, queste foto e video scompariranno dopo 24 ore.

Instagram Reels è un formato di contenuto che ti consente di creare e condividere video di 15 secondi con altri in un nuovo feed dedicato nella pagina Esplora. Proprio come TikTok, Instagram Reels ti offre una serie di strumenti creativi per creare brevi video divertenti e coinvolgenti su Instagram. Registra e modifica video Reels multi-clip di 15 secondi con audio, testo, effetti speciali e adesivi, quindi condividili con i tuoi follower.

In molti modi, i video di Instagram Story si sovrappongono a Instagram Reels. L’azienda ha aggiunto diverse funzioni per eliminare le differenze tra i due.

STRUMENTI PER CREARE CONTENUTI

Poiché la funzione Instagram Stories è in circolazione da un po ‘di tempo, troverai opzioni migliori e ricche di funzionalità per creare una storia perfetta. Instagram Reels è una funzionalità ancora troppo giovane. Sebbene la società abbia aggiunto le funzionalità più rilevanti per i Reels, non è neanche lontanamente vicino alle storie, quando si parla di creare contenuti.

Storie Instagram: principali strumenti:

Testo: puoi aggiungere testo alla tua storia di Instagram con un sacco di sfondi sfumati.

Boomerang: con Boomerang, puoi creare accattivanti mini video che si ripetono avanti e indietro, quindi condividerli con i tuoi amici.

Layout: come suggerisce il nome, il layout Instagram ti consente di adattare fino a 6 foto in una singola storia. Puoi scegliere tra una serie di dimensioni e forme del telaio.

Superzoom: Superzoom ti consente di ingrandire il contenuto utilizzando vari effetti come Heart, Fire, Dramatic, Beat, ecc. È popolare tra le giovani generazioni.

Mani libere: la nuova funzione vivavoce ti consente di registrare un video con un solo tocco.

Inoltre, puoi sempre aggiungere un sacco di effetti, adesivi, disegnare scarabocchi e persino aggiungere testo con caratteri fantasiosi, luogo e tempo alla Storia.

Per approfondire leggi: Tutte le migliori app gratuite per spopolare su Instagram

Instagram Reels- principali strumenti:

I reels sono più coinvolgenti, live e divertenti con la musica e la velocità di riproduzione. A differenza di Story, i Reels consistono nell’usare la musica perfetta con video abbinati e creare un Reels rilevante con effetti e adesivi. Ecco i principali strumenti di Instagram Reels:

Musica: la musica è una parte fondamentale della creazione di un film che attiri l’attenzione. Instagram offre tonnellate di clip musicali pronte per l’uso tra cui scegliere.

Regola la velocità di registrazione: molti utenti lo adoreranno. Puoi rallentare il video di 5 volte o accelerare il reel di 3 volte. È diverso da Story Boomerang.

Effetti: gli effetti sono il cuore dell’esperienza Instagram. In base all’umore, puoi aggiungere Faccia buffa, Luci da festa, Schermo verde e scegliere tra dozzine di altri effetti per un perfetto Instagram Reels.

Video Time: Instagram Reels ci consente di creare fino a 15 secondi di video. Ma non è necessario allungare il video a 15 secondi ogni volta. Puoi anche creare un video di 5 o 10 secondi.

Aggiungi timer: questo è qualcosa che manca nella storia di Instagram. Puoi impostare un timer di tre secondi per catturare i momenti giusti al momento giusto.

Allinea video acquisito: se il video acquisito risulta mosso o sfocato, puoi utilizzare l’opzione Allinea per raddrizzare le cose.

Guardando l’elenco delle funzionalità, puoi vedere che gli strumenti di Instagram Story sono più orientati al miglioramento dell’immagine finale. Le funzionalità di Instagram Reels mirano a creare un video piacevole e attraente.

C’è una notevole differenza quando si tratta di condividere una storia di Instagram e un reel. Con Story puoi condividerlo tra i tuoi follower tramite messaggio diretto o pubblicarlo nel tuo profilo. Tuttavia, la storia di Instagram non verrà aggiunta al tuo feed e scomparirà dopo 24 ore.

Puoi condividere Instagram Reels ovunque . Instagram ti consente di condividere Reels come Story, utilizzare il messaggio diretto per inviarlo ai follower e persino pubblicarlo sul tuo feed. Troverai anche una scheda Reels dedicata nel menu Esplora.

In breve, Instagram Reels ha maggiori possibilità di raggiungere un pubblico più ampio rispetto alla Storia.

STORIA O REEL INSTAGRAM: LA TUA SCELTA

Tutto dipende dal tipo di contenuto che stai creando per i follower. Le storie sono un modo più personale per condividere ricordi con amici e familiari. I reels migliorano l’esperienza con la musica, la riproduzione e altre opzioni. Gli esperti di marketing, gli editor e gli influencer lo adoreranno. E tu? Quale funzione stai utilizzando di più per condividere quei momenti cari su Instagram?

Fonte: Guidingtech


Vuoi guadagnare semplicemente pubblicando su Facebook?

Allora l’affiliate marketing su Facebook è quello che fa per te!

L’affiliate marketing su Facebook è un modo fantastico per aumentare le tue entrate. Con miliardi di persone che accedono al sito ogni mese, il tuo mercato di riferimento è molto probabilmente sulla piattaforma.

Hai solo bisogno di attirare i compratori.

In questo articolo vedremo come monetizzare i tuoi fans Facebook con i suggerimenti di Plannthat, andando ad analizzare in particolare:

– Perché è necessaria una pagina o un gruppo Facebook per l’affiliate marketing

– Come utilizzare gli annunci di Facebook per aumentare le entrate dei tuoi affiliati

– Cosa devi sapere sulla condivisione dei tuoi link Amazon e ClickBank sulla piattaforma.

Iniziamo!

Affiliate marketing su Facebook: la guida completa per iniziare

Passaggio 1: crea una pagina Facebook o un gruppo FB

Invece di inviare spam ai tuoi amici di Facebook con link ai tuoi partner affiliati, crea una Pagina aziendale Facebook o un gruppo.

È un modo semplice e GRATUITO per far crescere una base di fan affermata che è interessata a ciò che vendi.

Ecco come puoi costruire il tuo pubblico all’inizio:

– Invia un messaggio ai tuoi amici (SOLO se sai che potrebbero essere interessati. Non perdere tempo con persone che non sono il tuo pubblico di destinazione).

– Invia un’email al tuo elenco di contatti e fai sapere loro che hai creato una pagina aziendale o un gruppo su Facebook

Per altri suggerimenti leggi: 5 tattiche per far crescere il tuo gruppo Facebook

Passaggio 2: Coinvolgi il tuo pubblico, quindi promuovi

Indovina un po’? A nessuno piace la pubblicità.

Pensa al gran numero di spot televisivi o agli annunci impossibili da saltare su YouTube. È un’esperienza non piacevole che non vedi l’ora di superare, così puoi tornare a guardare il tuo programma preferito.

Lo stesso vale per l’affiliate marketing.

Se desideri un’attività di affiliazione Facebook di successo, devi affermarti come un’autorità e costruire una relazione con il tuo pubblico.

In questo modo, quando pubblichi un annuncio, i tuoi fan saranno molto più aperti ad esso perché apprezzano la tua opinione e si fidano di te.

Quindi, come si sviluppa l’engagement su Facebook?

Usa la regola 80/20.

– L’80% dei tuoi post è educativo o divertente e CONDIVISIBILE.

– Il 20% dei tuoi post è promozionale.

Dovresti cercare di creare il maggior valore possibile per il tuo pubblico con ogni post. Che si tratti di un post sul blog che può aiutare a risolvere un problema o di un quiz divertente per costruire un rapporto.

Puoi fare un ulteriore passo avanti e creare un opt-in gratuito per incoraggiare il coinvolgimento e costruire la tua lista e-mail allo stesso tempo.

3. Usa gli annunci di Facebook

C’è solo così tanto che puoi ottenere con i post di Facebook organici.

Non è un segreto che il gigante dei social media sia una piattaforma pay-to-play e se vuoi crescere più velocemente e fare più soldi in un arco di tempo più breve, dovresti investire in Facebook Ads.

Con alcuni annunci mirati, puoi creare un pubblico coinvolto in un paio di settimane. Con miliardi di utenti attivi e una piattaforma di annunci robusta, puoi approfondire gli eventi della vita come impegni e dati demografici di base come età, sesso e paese.

Più sei specifico sul tipo di persona che stai cercando di attirare, più è probabile che tu possa vedere un ritorno sull’investimento (ROI) dai tuoi annunci di Facebook.

Suggerimento: non è possibile promuovere link di affiliazione diretti. Utilizza gli annunci di Facebook solo per aumentare il tuo pubblico o inviare traffico a un post di blog con link di affiliazione.

Suggerimenti per promuovere i tuoi link di affiliazione su Facebook

Dichiarazioni di non responsabilità sull’affiliate marketing

Secondo la Federal Trade Commission (FTC), è necessario divulgare i tuoi sforzi di marketing di affiliazione. Il modo migliore per farlo è aggiungere quanto segue al tuo post di Facebook:

“Questo post contiene link di affiliazione. Potrei ricevere una piccola commissione se fai clic sui link dei prodotti e fai un acquisto”.

Affiliate marketing su Facebook con Amazon

Come gigante della vendita al dettaglio online, Amazon è un punto di riferimento per molti rivenditori di affiliati. Con un programma di affiliazione di facile utilizzo, puoi guidare le vendite a milioni di prodotti e guadagnare una commissione di riferimento fino al 10%.

Quindi cosa devi sapere sui link Amazon su Facebook?

Amazon non consente agli affiliati di promuovere post di Facebook che contengono link di affiliazione.

Ciò significa che è giusto al 100% creare un post di Facebook con un link di affiliazione, ma non puoi potenziarlo con Facebook Ads. Se lo fai, e vieni scoperto, ti ritroverai escluso dal programma.

L’unico modo per aggirare il problema è creare un post sul blog che contenga i tuoi link di affiliazione e promuoverlo con Facebook Ads.

Utilizzo degli affiliati ClickBank su Facebook

Un altro rivenditore che ha una vasta rete di affiliati è ClickBank. Con un tasso di commissione allettante fino al 75%, è uno dei preferiti dagli esperti di affiliate marketing.

Quindi, come puoi sfruttare ClickBank con Facebook?

È un po ‘complicato.

Non sei autorizzato a promuovere link ClickBank sui tuoi post o annunci di Facebook. Anche nascondere i tuoi collegamenti con Bit.ly non funzionerà poiché Facebook ha contrassegnato tutti i collegamenti dal sito come non sicuri e offensivi.

L’unico modo per utilizzare ClickBank e Facebook è creare un contenuto di tua proprietà (come un post sul blog o una pagina di destinazione) e promuoverlo sulla piattaforma.

In conclusione

Facebook è un’eccellente piattaforma per aumentare le entrate dei tuoi affiliati, ma dovrai concentrarti sulla costruzione di rapporti e fiducia per il successo a lungo termine.

Per ricapitolare, se si desidera avere successo con l’affiliate marketing su Facebook, è necessario effettuare le seguenti operazioni:

– Crea una comunità (pagina o gruppo).

– Attira Mi piace e follower organici con contenuti a valore aggiunto.

– Promuovi i tuoi post o la pagina con Facebook Ads per crescere più velocemente.

– Costruisci una relazione con i tuoi follower.

– Promuovi i tuoi link Amazon o ClickBank creando un contenuto che possiedi e condividendolo su Facebook.


Instagram è un social network con grandi potenzialità, i tanti strumenti di vendita e di promozione di cui è dotato, lo rendono uno strumento efficace in termini di guadagno, ma bisogna sapere come sfruttarlo al meglio.

Ci sono tanti modi per guadagnare con Instagram, alcuni sono più immediati di altri, ma tutti, con impegno e costanza, possono portare a buoni risultati.

Potreste chiedervi come mai, con tanti social network disponibili, proprio Instagram? I numeri degli ultimi anni parlano chiaro, con oltre un miliardo di utenti attivi ogni mese, Instagram, non solo è uno dei social più utilizzati, ma è anche quello che è cresciuto più velocemente di tutti gli altri.

A fare di meglio, attualmente, è solo TikTok che nel giro di pochi mesi ha ottenuto numeri da capogiro, ma abbiamo deciso di soffermarci su Instagram, perché è quello che offre maggiori possibilità di guadagno.

Perché è importante avere tanti follower?

La prima cosa da fare è capire che tipologia di contenuti si vogliono pubblicare e individuare il settore di riferimento. È fondamentale puntare sulla qualità e non lasciare niente al caso, lavorare su ogni singolo contenuto che si intende pubblicare comunica ai follower tutta la passione che si mette nel curare il proprio profilo.

Un modo per incrementare i follower è quello di essere attivi, oltre a pubblicare foto, bisogna interagire con la proprio community e rispondere ai commenti. Inoltre, importantissimi sono gli hashtag che servono a descrivere le foto e ad attirare l’attenzione del pubblico interessato a un determinato argomento.

Avere tanti follower è un grande vantaggio in termini di guadagno: perché? Un profilo Instagram con migliaia di seguaci e molto attivo, può suscitare interesse in brand e aziende che potrebbero decidere di pagare per farsi pubblicizzare prodotti e servizi. Inoltre, avere tanti follower vuol dire ottenere un’ottima visibilità sul social network, che può portare a tante diversificate possibilità di guadagno.

Come guadagnare con le sponsorizzazioni

La soglia dei 5.000 follower è quella che consente di iniziare a guadagnare con Instagram tramite sponsorizzazioni. Bisogna sempre continuare a curare la community e mantenerla attiva, puntando a un aumento continuo di seguaci. È importante non apparire come un utente in cerca solo di soldi, pubblicando solo post sponsorizzati, ma continuare a curare il profilo postando foto e video inerenti al tema dello stesso.

Inoltre, aumentare i follower vuol dire far crescere sempre di più la visibilità, diventando ancora più appetibili per le aziende. E se le aziende non contattano? È possibile proporsi, mostrando il profilo, in entrambi i casi, se l’accordo va in porto, per guadagnare, basterà pubblicare la foto del prodotto con la marca e aggiungere degli hashtag.

Sfruttare le piattaforme pubblicitarie

Un altro metodo di guadagno che non prevede il contatto diretto con l’azienda è quello di sfruttare le piattaforme pubblicitarie web. Alcune sono realizzate appositamente per guadagnare con Instagram, effettuano un’analisi dei follower e delle foto, poi aiutano a scegliere l’azienda che potrebbe maggiormente interessare ai propri influencer.

Dopo aver scelto quella più adatta al proprio target, bisogna seguire le istruzioni della piattaforma pubblicitaria, se la richiesta di collaborazione verrà accettata, si riceveranno le informazioni per prendere parte alla campagna pubblicitaria usando il proprio profilo. Ovviamente, bisogna verificare sempre in che modo vengono effettuati i pagamenti, c’è chi versa soldi, chi manda gift card e chi invia prodotti.

Leggi anche: 4 semplici modi per fare marketing con i contenuti generati dagli utenti

Guadagnare promuovendo altri profili Instagram

Si può guadagnare facendo promozione ad altri profili Instagram? Assolutamente. Con gli shoutout non si promuovono prodotti o servizi ma altri profili.

Anche in questo caso bisogna raggiungere un buon numero di follower per iniziare ad avviare collaborazioni lavorative. In cosa consiste questa forma di lavoro? Menzionare il loro profilo negli hashtag, questo gli porterà un aumento di visibilità su Instagram e al contempo, chi menziona, riceve in cambio dei soldi.

Gli shoutout solitamente sono temporanei, per cui bisogna mettersi d’accordo con il profilo da menzionare, il tempo durante il quale verrà utilizzato l’hashtag. Ovviamente, maggiore è il tempo o il periodo di sponsorizzazione e più alto è il compenso.

Ci sono anche piattaforme che permettono di lavorare facendo gli shoutout, ma spesso viene chiesto un numero minimo di followers per partecipare che può andare dai 5.000 ai 10.000 follower.

Altri metodi per guadagnare su Instagram

Se il profilo Instagram ha un buon seguito e i follower sono molto attivi, si potrebbe anche pensare di sfruttarlo a proprio vantaggio, magari promuovendo dei prodotti realizzati con il fai da te.

Sono tante le persone che realizzano dei piccoli prodotti e li vendono utilizzando i proprio profili social, basti pensare a chi crea lavori all’uncinetto, oppure, piccoli oggetti di arredo di vari materiali o ancora, libri e videocorsi.

Qualsiasi sia il prodotto o il servizio che si desidera vendere, Instagram può essere un’ottima vetrina pubblicitaria e un modo efficace per raggiungere potenziali clienti.

Cosa fare per aumentare i follower?

È chiaro che il numero di follower fa la differenza per guadagnare con Instagram, il primo metodo efficace è quello di provare il servizio di incremento follower italiani che, in poco tempo, permette di far crescere il profilo con migliaia di seguaci attivi.

Inoltre, seguite questi semplici consigli:

  • Curare ogni dettaglio del profilo
  • Pubblicare contenuti di qualità
  • Mantenere attivo il profilo rispondendo ai commenti
  • Essere attivi sugli altri profili

Vuoi sapere quali sono le migliori app gratuite per la gestione dei social network utilizzate dai professionisti del settore?

Allora questo articolo è quello che fa per te!

Nell’elenco che ti proponiamo qui di seguito troverai app gratuite per gestione social, per tutti i gusti e per tutte le esigenze, dalle app per creare storie Instagram per il tuo brand ai migliori strumenti per la gestione di un’azienda sui social network.

Iniziamo!

Le migliori app gratuite per la gestione dei social network

Ecco alcuni dei migliori strumenti, app e software gratuiti di gestione dei social media che molti marchi di successo utilizzano:

App gratuite social network #1  Later: gestisci i tuoi profili Instagram, Facebook, Pinterest e Twitter in un unico posto

Sappiamo che i gestori dei social media e i proprietari di attività commerciali sono persone impegnate e che la gestione delle tue piattaforme social non dovrebbe occupare tutto il tuo orario di lavoro.

Quindi, per aiutarti a semplificare il tuo flusso di lavoro e mettere in ordine la tua strategia social, Later può  pianificare e pubblicare i tuoi contenuti su tutte le tue piattaforme di social media.

Dalla creazione del tuo post e inchiodamento dell’estetica di Instagram con il  Visual Planner , alla pubblicazione su più piattaforme e al traffico verso la tua attività -Later fa tutto.

Inoltre, gli strumenti di analisi integrati di Later ti aiutano a tenere traccia di tutti i tuoi post e assicurano che i tuoi contenuti facciano quello che vuoi che faccia.

App gratuite social network #2 Over: Storie Instagram animate e molto altro ancora

Over ti aiuterà a migliorare il tuo gioco social, soprattutto se desideri creare contenuti interattivi e accattivanti per i tuoi feed.

Ha un sacco di modelli integrati e layout pre-progettati che sono semplici da usare, anche se non hai esperienza di progettazione.

Over è particolarmente utile se stai cercando di far salire di livello le tue storie su Instagram e Facebook – con solo una o due modifiche rapide, puoi avere una storia di Instagram animata per il tuo feed.

N.B.: le dimensioni delle Storie Instagram e Storie Facebook sono le stesse, quindi puoi facilmente riutilizzare i tuoi contenuti Instagram su Facebook !

Ma non si ferma solo alle Storie di Instagram su Over: puoi creare tonnellate di risorse sociali diverse per riempire il tuo feed. Pensa alle citazioni, alle immagini di copertina di Facebook, ai pin di Pinterest e altro ancora!

Inoltre ci sono un sacco di opzioni in modo da poter facilmente trovare un design adatto al tuo voce e all’estetica del marchio: puoi persino importare i tuoi font personalizzati!

Disponibile su: iOS e Android : alcune funzionalità sono disponibili solo su Over Pro.

App gratuite social network # 3  Adobe Spark: annunci pubblicitari accattivanti e non solo

Tutta la suite Adobe è ricca di fantastici programmi ma abbiamo un posto speciale nel nostro cuore per Adobe Spark , che può portare i tuoi contenuti a un livello completamente nuovo.

Sia Adobe Spark Post che Adobe Spark Video sono ottimi strumenti per creare risorse social per il tuo marchio, ma quando si tratta di creare annunci che i tuoi follower vogliono davvero guardare, Spark è il top!

È fin troppo facile per gli spettatori scorrere le pubblicità senza pensare, quindi devi renderle accattivanti e a prova di salto!

Anche se non hai esperienza di progettazione grafica, puoi utilizzare Spark per realizzare video accattivanti brevi e belle foto statiche. E la versione gratuita ha più che sufficienti funzionalità per iniziare.

Inoltre, non si ferma alle pubblicità! Puoi creare storie di Instagram, post di feed animati, pin di Pinterest – tutto ciò che il tuo cuore creativo desidera.

E la parte migliore? Con l’estensione Chrome di Later , puoi trasferire i tuoi progetti Adobe Spark nella tua libreria multimediale successiva in due clic: non sono necessari download o collegamenti per la condivisione di file, rendendo il lavoro di squadra un sogno!

Inizia subito a progettare e pianificare i tuoi contenuti con Adobe e versioni successive senza problemi!

Progetta, pianifica e condividi facilmente le immagini con Adobe Spark e versioni successive

App gratuite social network # 4 Canva : vasta gamma di modelli di immagini condivise, disponibile anche su desktop

Un altro ottimo strumento per creare risorse creative per le tue piattaforme social è Canva .

Proprio come Over, Canva ha una vasta gamma di modelli di immagini condivise tra cui scegliere, insieme a schemi di colori integrati e opzioni di abbinamento del testo per far risaltare i tuoi post dagli altri account online.

Ma uno dei vantaggi reali di Canva è che è disponibile su desktop, facilitando la condivisione con il team e le modifiche in un’unica posizione centrale.

Inoltre, puoi caricare i font, le tavolozze dei colori e le immagini del tuo marchio per assicurarti che ogni risorsa condivisa sia perfettamente allineata e riflettente lo stile e il tono del tuo marchio .

E se sei una piccola startup o un marchio di base, il piano gratuito include 8.000 modelli, quindi sarai pronto per iniziare a progettare senza intaccare il tuo budget!

Disponibile su:  Desktop , iOS , e Android .

App gratuite social network # 5 PicMonkey: oltre 100 modelli predefiniti per le tue storie Instagram

Questa è l’ultima app di design per social media della line-up, ma vale la pena dare un’occhiata se stai cercando di aumentare di livello la tua strategia di Instagram Stories!

L’ app PicMonkey è ricca di strumenti di progettazione potenti e intuitivi e oltre 100 modelli predefiniti per le storie di Instagram, tutti completamente personalizzabili per adattarsi al tuo marchio o stile.

In questo modo puoi assicurarti di rispettare i tuoi obiettivi aziendali e fornire i migliori contenuti possibili.

Disponibile su: iOS e Android

App gratuite social network # 6 Google Campaign URL Builder: per tracciare il tuo traffico e le parole chiavi efficaci

Se collabori regolarmente con altri marchi su progetti di co-marketing o lavori con influencer sui social media, potresti prendere in considerazione la possibilità di impostare link di monitoraggio UTM con Google.

UTM è l’abbreviazione di “Urchin Tracking Module”: per dirla in termini più semplici, un UTM è il pezzo di codice univoco che aggiungerai alla fine del tuo URL.

Aggiungendo i parametri UTM agli URL della tua campagna, puoi scoprire da dove proviene il tuo traffico e il percorso impiegato per raggiungerti, nonché informazioni su dove esattamente i tuoi visitatori hanno fatto clic su uno schermo e quali parole chiave sono state efficaci.

E il modo migliore per farlo è con Google Builder URL Campaign – ci sono 5 parametri che puoi aggiungere ai tuoi URL – sorgente, mezzo, campagna, termine e contenuto – e ogni parametro deve essere accoppiato con un valore che assegni.

Quando viene creato il tuo collegamento UTM, puoi condividere tale URL personalizzato con uno qualsiasi dei tuoi partner di marketing o influencer e tenere facilmente traccia di quanto traffico generano per il tuo sito.

È un ottimo modo per vedere quale percentuale di traffico proviene anche da ciascuna delle tue piattaforme social, quindi puoi personalizzare i tuoi contenuti per ciascuna.

Google Analytics e Google Campaign URL Builder sono entrambi gratuiti da usare!

App gratuite social network # 7  Facebook e Instagram Creator Studio per gestire 2 social in uno

Instagram fa parte della famiglia di Facebook, quindi molte delle tue impostazioni e funzionalità, come le pubblicità, sono gestite tramite Facebook. Ecco perché Facebook ha lanciato Creator Studio , un posto centrale per gestire i tuoi account Instagram e Facebook.

Pensala come una pagina di controllo della missione per i tuoi profili Instagram e Facebook.

Con Creator Studio, puoi anche pianificare post, tenere traccia dei tassi di coinvolgimento, monitorare i commenti, inserire annunci in-stream e gestire più pagine in un unico posto.

Inoltre Facebook migliora costantemente la dashboard. Ad esempio, Creator Studio era disponibile solo per le pagine di Facebook, ma ora è tutto cambiato.

Con il nuovo Instagram Creator Studio, i creatori hanno accesso a moltissimi nuovi strumenti e funzionalità di Instagram, inclusa la possibilità di pianificare video IGTV . Quindi vale la pena dargli un’occhiata!

App gratuite social network # 8  Adobe Lightroom CC: per delle foto super professionali

Lightroom è un altro dei nostri preferiti di Adobe e uno dei modi migliori per rendere le tue foto di Instagram davvero professionali.

Con Adobe Lightroom , ci sono innumerevoli modi per manipolare le tue foto, che tu le stia modificando da zero o utilizzando le preimpostazioni sul desktop o sull’app mobile.

Una volta che inizi a modificare con Lightroom, anche solo usando i preset di Lightroom (che sono come “filtri”), inizierai a vedere la tua qualità dell’immagine migliorare drasticamente e inizierai a sviluppare uno stile unico per te e il tuo marchio.

E mentre la maggior parte delle persone associa i preset di Lightroom alla loro estetica di Instagram, non dimenticare che puoi portare quel marchio e stile nel tuo feed Pinterest, nelle newsletter o persino nelle immagini del tuo sito Web!

La versione desktop ha un costo annuale, ma l’app mobile Lightroom CC è completamente gratuita (disponibile su iOS e Android ).

App gratuite social network # 9  Wistia e Soapbox: per registrazioni video super

Sia che tu stia organizzando un webinar o registrando un tutorial, Wistia ti aiuta a organizzare e conservare tutte le tue playlist video in un unico posto. Senza fastidiose pubblicità che interrompono il flusso!

Inoltre, Wistia è dotato di uno strumento di registrazione e modifica super chiamato Soapbox: ti consente di registrare sia lo schermo che la webcam contemporaneamente. Trasformare una presentazione in un gioco da ragazzi per registrare, modificare e condividere con i tuoi follower!

Wistia viene fornito con una versione di prova gratuita per tre video, ma puoi eseguire l’ aggiornamento in qualsiasi momento per accedere a tutte le loro funzionalità.

App gratuite social network # 10  Mailchimp: un modo semplice e professionale di inviare newsletter

Negli ultimi anni, le newsletter hanno davvero avuto il loro rinascimento.

Sono perfetti per fornire contenuti ai tuoi follower e mantenere il tuo nome e il tuo marchio nel loro cervello settimana dopo settimana.

Inoltre, la tua newsletter è un pubblico che “possiedi” – non c’è bisogno di combattere con un algoritmo per vedere i tuoi contenuti! Tutto ciò di cui hai bisogno è un account Mailchimp gratuito, una linea tematica stellare e alcuni fantastici contenuti da condividere con i tuoi follower.

Puoi scegliere quando e cosa inviare al tuo pubblico e dove indirizzare il traffico della tua newsletter, facendo di Mailchimp uno dei modi migliori per i piccoli marchi di tenere d’occhio i loro ultimi lanci di prodotti e incoraggiare le vendite!

Mailchimp fornisce anche approfondimenti per aiutarti a fornire contenuti pertinenti che faranno davvero impressione sui tuoi follower. E soprattutto, il piano di base è completamente gratuito.

App gratuite social network # 11  Gestione annunci di Facebook per misurare il rendimento delle tue campagne pubblicitarie

Sempre più aziende si rivolgono agli annunci Instagram e Facebook per raggiungere nuovi clienti ed effettuare vendite. Ma poche aziende stanno monitorando le loro prestazioni.

Se hai mai eseguito una campagna pubblicitaria prima, sai quanto sia importante monitorare e misurare il successo dei tuoi annunci attuali in modo da poter replicare (e migliorare!) quel successo in futuro.

E quando si tratta di annunci di Facebook e Instagram, non esiste uno strumento migliore per questo di Gestione annunci di Facebook .

Instagram utilizza la piattaforma pubblicitaria di Facebook per eseguire tutte le campagne pubblicitarie. Quindi qualsiasi impostazione di annuncio, impostazione degli obiettivi, budget e creazione è tutto tramite Facebook Ads Manager!

Una volta che la tua campagna è stata pubblicata, puoi misurare il rendimento dei tuoi annunci e vedere se stanno raggiungendo il loro obiettivo previsto con i numerosi strumenti di reporting di Ad Manager.

Ovviamente il gestore annunci di Facebook è gratuito !

App gratuite social network# 12 Social Blade : tutte le statistiche più preziose dei tuoi profili

Se la tua azienda lavora regolarmente con influencer, è una buona idea inserire alcuni controlli sanitari per le tue partnership con influencer. E Social Blade è lo strumento migliore per questo!

Commercializzato come sito Web di statistiche, Social Blade ti consente di tenere traccia dei dati degli utenti e delle tendenze di crescita su più canali social, tra cui Twitter, YouTube, Twitch, Instagram e altro ancora. Ed è tutto gratis!

Basta digitare il nome di un account, selezionare Instagram dal menu a discesa, quindi sfogliare tonnellate di preziose informazioni e analisi.

Una caratteristica di Social Blade che ci piace molto sono i dati storici, che ti consentono di vedere il numero di follower che un account ha guadagnato e perso ogni giorno in un periodo di tempo.

Se noti grandi picchi nella crescita dei follower, potrebbe significare che l’influencer sta usando un bot per far crescere il loro account.

I picchi di crescita possono anche essere spiegati da altri motivi, come essere mostrati sulla pagina Esplora di Instagram, avere un post virale, fare un omaggio o essere presenti nei media.

Leggi anche: 9 strumenti per misurare i risultati su Instagram

App gratuite social network# 13 Unsplash: una vasta raccolta di immagini da usare liberamente

Unsplash è uno dei posti migliori su Internet per trovare bellissime foto esenti da royalty. Con oltre un milione di immagini disponibili per il download, sei praticamente sicuro di trovare la foto esatta di cui hai bisogno.

È facile pensare alle immagini di stock come a una fotografia sdolcinata e troppo posata, ma tutto su Unsplash è di classe e bello.

Carica le immagini direttamente sui tuoi canali social o usale per creare collage o mood board. È tutto completamente gratuito, quindi scatena la tua immaginazione!

Per concludere

Ora che il tuo kit di gestione dei social media con tutte le migliori app gratuite per la gestione dei social è pronto, puoi iniziare a salire di livello nel tuo gioco social!

Inizia a giocare con alcuni di questi strumenti di gestione dei social media e inizia a sperimentare di più con la tua strategia – dopo tutto sono tutti gratuiti, quindi non hai nulla da perdere!

Se vuoi approfondire le app gratuite per Instagram ti consigliamo di leggere: tutte le migliori app gratuite per spopolare su Instagram

Fonte per l’articolo: Later

Instagram non è solo un social network su cui condividere foto e video, ma un vero e proprio strumento per aumentare la visibilità online della propria azienda o del proprio brand.

Avere un elevato numero di follower non vuol dire automaticamente raggiungere il successo, ma è sicuramente una buona base da cui partire per poi attuare delle efficaci strategie di marketing. Per questo motivo, vedremo come fare per aumentare i follower Instagram attraverso 10 utili e semplici consigli.

1. Creare un proprio stile

Per far crescere rapidamente su Instagram in poco tempo bisogna progettare il brand, l’azienda o l’idea personale che si vuole mettere in atto. Il profilo deve avere un’identità chiara e facilmente riconoscibile, bisogna fare la differenza dai competitor e trattare delle tematiche precise, è necessario crearsi un pubblico di nicchia.

Quando si pubblicato foto e video, bisogna ricordarsi di usare uno stile che sia sempre coerente, magari, per esempio, usando gli stessi filtri, mantenendo sempre lo stesso livello di contrasto, luminosità, ect…

2. Definire gli obiettivi e misurare i risultati

Per seguire una strategia di crescita, bisogna delineare gli obiettivi da raggiungere. Cosa ottenere? Aumento follower Instagram per vendere prodotti e servizi? Possibilità di sponsorizzazioni sulla pagina? Iniziare collaborazioni come influencer?

Qualunque sia l’obiettivo da raggiungere è necessario adattare tutte le attività per ottenerlo. Dopo averlo fatto, il passo successivo è quello di monitorare i risultati che possono essere, le vendite mensili di un prodotto, i tassi di conversione. Usare gli insight Instagram permette di avere un quadro sempre chiaro dell’andamento del profilo e del comportamento degli utenti.

3. Curare il profilo Instagram

Se si decide di utilizzare Instagram per fare business bisogna apparire professionale, per cui, è necessario pensare al modo migliore per curare la pagina del profilo. Bisogna pubblicare contenuti di qualità e prestare attenzione alla parte relativa al nome e alla bio.

Il nome è il titolo della pagina, per cui, se parliamo di un brand aziendale, potrebbe essere il nome della società; se è un brand personale, anche il proprio nome e cognome o il nome per il quale si vuole essere riconosciuti.

La biografia rappresenta il testo descrittivo del profilo ed è quella che deve suscitare l’attenzione dei potenziali seguaci. Può contenere una serie di termini che descrivono il settore o una citazione o delle brevi frasi relative al business.

Infine, nella bio va inserita anche una e-mail in modo da poter essere eventualmente contattato. Inoltre, se si è in possesso di un sito web si può inserire l’url nella biografia.

4. Inserire contenuti di qualità

I contenuti sono importantissimi soprattutto sul web e sulle piattaforme come Instagram, bisogna sempre puntare alla qualità, quindi, sono da evitare foto a bassa risoluzione o sfocate.

Inoltre, bisogna sfruttare le Storie Instagram, che permettono di mostrare un contenuto per 24 ore e sfruttare alcuni strumenti per stimolare il dialogo e l’interazione con i follower, come i sondaggi e le domande.

5. Pubblicare con regolarità

La frequenza di pubblicazione è importante per aumentare la visibilità del proprio account. Su Instagram il tempo massimo di interazione è di 3 ore, in cui è più facile ottenere commenti e link ed eventuali nuovi follower. Per questo motivo, sarebbe ideale pubblicare un contenuto nuovo almeno ogni 3 ore.

Ovviamente, c’è da tener conto anche delle reazioni del proprio pubblico ai tempi di pubblicazione scelti, se si postano foto e video ogni 3 ore e si notano poche reazioni, meglio provare una frequenza diversa. Comunque, non si dovrebbero postare meno di 3 contenuti al giorno. Per quanto riguarda gli orari, se il pubblico è italiano, le ore pomeridiane sono le migliori, dalle 15 in poi, mentre per i giorni, i migliori sarebbero il sabato, la domenica e il lunedì.

È sempre meglio effettuare dei test sul proprio profilo per capire quale sia la strategia più efficace da mettere in atto. Se si hanno molti follower internazionali, allora qualsiasi orario è potenzialmente buono.

6. Usare gli hashtag giusti

Gli hashtag servono per categorizzare i contenuti pubblicati su Instagram, sono uno strumento fondamentale per ottenere nuovi follower e farsi seguire.

Gli utenti per trovare contenuti di un determinato argomento farà una ricerca tramite hashtag, per cui, bisogna inserire quelli più appropriati che portino sul profilo solo utenti realmente interessati all’argomento e che hanno maggiori probabilità di diventare nuovi follower. Possono essere usati fino a un massimo di 30 hashtag per immagini e video. Se non sai quali usare, prova a cercare i migliori hashtag per la tua nicchia.

7. Taggare account di influencer del settore

Altro modo per ottenere molti seguaci su Instagram è aumentare la visibilità è quella di menzionare o taggare profili di influencer del settore. Non è da escludere che queste pagine interagiscono con i post, spingendo l’algoritmo di Instagram a mettere in evidenza il contenuto sulla pagina Esplora, dove ci sono milioni di potenziali nuovi follower che potrebbero decidere di seguire il profilo.

8. Iniziare nuove collaborazioni

Stringere accordi con altri account Instagram e creare partnership è una delle migliori tattiche per far crescere il proprio business.

Come funziona? Un account pubblica un contenuto, i canali partner mettono un like, un commento e una menzione, questa strategia permette di aumentare i follower e crearsi un pubblico targetizzato.

9. Promuovere il profilo

È importante sfruttare anche altri canali social per promuovere il profilo Instagram, in particolare, si può sfruttare Facebook e realizzare una strategia mirata e organizzata da portare avanti su entrambi i social network con lo scopo di raggiungere nuovi potenziali clienti.

10. Interagire con i follower

Se avere tanti follower è importante, allo stesso modo, lo è mantenere molto alti i livelli di engagement, ovvero, il tasso di coinvolgimento con gli utenti e quindi, la percentuale di persone che faranno azioni sui contenuti pubblicati.

Per raggiungere questo scopo bisogna interagire con loro, creare delle relazioni, rispondere ai commenti, alle domande che vengono poste, inoltre, è molto utile anche visitare i loro profili e fare azioni simili, questo aiuterà a rafforzare il legame profilo/follower.


Diventare un influencer di successo su Instagram non è facile e non è un segreto che Instagram sia una piattaforma molto diversa nel 2020 rispetto a pochi anni fa.

Sono lontani i tempi in cui essere presenti su un profilo più ampio ti garantiva centinaia di migliaia di nuovi follower.

Pubblicare una didascalia di 3 parole e vedere una crescita costante? Non funziona più.

Per aiutarti a diventare grande su Instagram, Later ha  chiesto all’influencer di viaggi e all’educatrice di social media Christina Galbato di condividere i suoi migliori consigli per avere successo come influencer nel 2020!

Te li proponiamo qui di seguito.

Influencer Instagram: come avere successo nel 2020

La cosa importante da ricordare è che anche se la crescita è più di una battaglia in salita in questi giorni, è ancora più che possibile.

E ciò che è ancora più incoraggiante è che non hai bisogno di centinaia di migliaia di follower per avere successo come influencer di Instagram nel 2020 perché i marchi stanno diventando sempre più in sintonia con il potere dei micro-influencer.

Quindi, sia che tu abbia appena iniziato il tuo viaggio con l’influencer di Instagram o che tu abbia bisogno di alcuni suggerimenti su come portare il tuo gioco Instagram al livello successivo, segui le 8 strategie di questo articolo e sarai sulla buona strada per iniziare la tua carriera di influencer Instagram.

Suggerimento n. 1: identifica la tua nicchia e i pilastri dei contenuti

Immagina: stai scorrendo la pagina Esplora di Instagram e ti imbatti in una bellissima immagine di un viaggio. Dato che ami viaggiare e cerchi sempre più ispirazione per il jet set, visiti il ​​profilo.

La probabilità che tu segua una pagina piena di immagini di viaggio altrettanto sorprendenti è molto più alta che se la pagina fosse piena di immagini casuali di un cane, una famiglia, selfie, prodotti di bellezza e fiori.

Quando le persone vengono sulla tua pagina, vogliono sapere cosa possono aspettarsi seguendoti e si sentono sicuri che riceveranno costantemente quel tipo di contenuto. Per questo motivo, ridimensionare è assolutamente vitale perché ti aiuterà a far crescere il tuo pubblico più velocemente.

Tuttavia, identificare un argomento specifico di cui pubblicare spesso può essere davvero difficile. Siamo tutti sfaccettati con molti interessi, quindi può essere strano pubblicare solo su viaggi, moda o benessere, ad esempio.

Ecco alcune domande da porti che ti porteranno alla tua nicchia:

Di cosa sono più appassionato?
Di cosa sono più informato?
Di cosa potrei felicemente creare contenuti costantemente per un anno senza fare un centesimo?

Una volta stabilita la tua nicchia generale, dovrai individuare 3-4 pilastri di contenuti per ottenere più chiaramente il tipo di contenuto che pubblichi sul tuo Instagram. Questi pilastri dei contenuti sono argomenti più piccoli e più specifici che rientrano nella tua nicchia più ampia.

Una volta stabiliti quei pilastri, sarà molto più semplice creare contenuti perché puoi ruotare tra i pilastri dei contenuti ogni giorno.

Esempio di utilizzo dei pilastri

Ad esempio, se tu fossi un influencer della moda e i tuoi pilastri dei contenuti fossero lo stile di strada, i gioielli e la bellezza, la tua settimana di immagini di Instagram potrebbe assomigliare a questo:

Lunedì: street style (abbigliamento da lavoro)
Martedì: primo piano di catene d’oro sul collo
Mercoledì: street style (abbigliamento casual)
Giovedì: street style (abiti da sera)
Venerdì: rossetti preferiti piatti distesi
Sabato: street style (outfit weekend)
Domenica: street style (outfit weekend)

SUGGERIMENTO: pianifica i tuoi contenuti su Later ! È il modo migliore per visualizzare il tuo feed, garantire costanza e assicurarti di pubblicare contenuti da tutti i tuoi pilastri di contenuto.

Con il visual planner di Later puoi programmare i tuoi prossimi post sul tuo calendario, quindi trascinare e rilasciare le immagini nell’ordine più adatto al tuo feed! Progetta, cura e pianifica il tuo feed gratuitamente con Later !

Leggi anche: Come ottimizzare le foto prima di caricarle su Instagram per avere successo

Suggerimento n. 2: rimanere costanti

Alcuni anni fa, è stato possibile pubblicare post sporadicamente e crescere costantemente. Ma nel 2020, è una storia diversa.

Se vuoi vedere la crescita su Instagram e stare al passo con i tuoi follower, è fondamentale essere costanti.

Per quanto riguarda i post dei feed, scegli un programma. Che si tratti di pubblicare tutti i giorni della settimana o solo dal lunedì al venerdì, impostare un programma di pubblicazione e impegnarsi. Il tuo pubblico vorrà sapere quando può aspettarsi di vedere nuovi contenuti da te.

Indipendentemente da quale programma ti impegni per i post dei feed, ti consigliamo di presentarti su Instagram Stories ogni singolo giorno.

Le storie di Instagram stanno diventando sempre più importanti ed è diventata la norma passare più tempo a guardare storie piuttosto che a scorrere il feed di Instagram!

Una delle parti più difficili di rimanere costanti e presentarsi ogni giorno è che potresti non avere abbastanza contenuti o non avere il tempo di pianificare in anticipo.

Soluzione? Dosaggio.

Dedica 1-2 giorni alla settimana per uscire con un amico, un fotografo o un treppiede e girare tutta la prossima settimana di contenuti!

Prima di girare , ti consigliamo di fare un elenco di tutti gli scatti che vuoi ottenere e di tutti gli abiti o oggetti di scena che dovrai portare per te. Ricorda di scattare foto per tutti i pilastri dei contenuti.

Suggerimento n. 3: Scrivi didascalie significative

I dati del recente studio di Fohr e Later mostrano che la lunghezza media dei sottotitoli è più che raddoppiata dal 2016.

E non c’è da meravigliarsi: gli utenti vogliono più dagli influencer che seguono che una bella foto e una simpatica didascalia di 4 parole.

I sottotitoli sono un’ottima opportunità per innescare la conversazione e iniziare a formare connessioni significative con la tua comunità. Sono anche un luogo perfetto per fornire valore e ispirazione al tuo pubblico.

Il nostro tipo preferito di didascalia di forma più lunga è la didascalia di microblogging, che ti incoraggiamo a iniziare a incorporare nella tua strategia Instagram il più possibile! Una didascalia di microblogging è esattamente ciò che sembra: un mini post sul blog.

Ad esempio, se sei un influencer  di Instagram del settore food, la tua didascalia di microblogging potrebbe riguardare i 5 super alimenti che devi aggiungere ai tuoi frullati e perché.

Se sei un influencer di viaggio, una didascalia di microblogging potrebbe delineare le 10 migliori cose da fare come visitatore a Bali.

Ci sono alcune cose da tenere a mente quando scrivi le tue didascalie. Il primo è che quando si scorre su Instagram, non è possibile vedere un’intera didascalia senza premere “altro”.

Ciò significa che ciò con cui conduci la tua didascalia è incredibilmente importante. Quella prima riga deve essere abbastanza accattivante da far scorrere lo stop e incoraggiare gli utenti a fare clic e leggere. Alcuni esempi potrebbero essere:

  • La guida definitiva per …
  • 5 cose che devi sapere su …
  • I migliori ristoranti di …
  • I migliori spot di Instagram in …
  • La vera verità su …
  • Qualcun altro ha voglia di …?
  • Vuoi conoscere il segreto per …?
  • Sai come …?
  • 5 modi per padroneggiare …
  • Il modo migliore # 1 per …
  • Mai chiesto…

In secondo luogo, termina i sottotitoli con un invito all’azione. Qui è dove inviti il ​​tuo pubblico a entrare nei commenti e a iniziare una conversazione con te relativa alla didascalia.

Questo invito all’azione potrebbe essere una domanda, un invito a condividere o chiedere una consulenza.

Infine, assicurati che la tua didascalia sia facile e divertente da leggere.

Per  riuscirci assicurati che alla fine di ogni paragrafo, non vi sia spazio extra prima di premere invio. E per fare una pausa tra i paragrafi, basta copiare e incollare lo spazio tra queste parentesi []

E assicurati di aggiungere emoji divertenti e di marca nelle didascalie per renderli visivamente più eccitanti!

Leggi anche: Come avere follower Instagram di qualità

Suggerimento n. 4: Focus sulla costruzione della community

Anche se la crescita dei follower e il tasso di coinvolgimento sono metriche importanti di cui tenere conto, gli influencer dovrebbero concentrarsi ugualmente – se non di più – sulla qualità della community che stanno coltivando con il loro pubblico.

In altre parole, trovare un equilibrio tra concentrarsi su profondità e ampiezza.

Quando sei iper-focalizzato sull’ampiezza, potresti avere un pubblico molto vasto, ma uno che non si fida necessariamente del tuo consiglio perché non hai trascorso il tempo a costruirlo.

Quando sei iper-focalizzato sulla profondità, avrai un pubblico che si fida dei tuoi consigli, acquista i prodotti che consigli e ti segue su altre piattaforme.

Indipendentemente dalla fase in cui ti trovi nella tua carriera di influencer su Instagram, costruire relazioni all’interno della tua comunità è la cosa più importante che puoi fare.

Ecco due dei migliori consigli per costruire una comunità:

1. Ottieni conversazione:
Dopo aver pubblicato i tuoi post sul feed, rimani sull’app per almeno 30 minuti dopo aver pubblicato le risposte ai commenti e torna indietro nel corso della giornata per rispondere agli altri.

Quando ricevi DM, assicurati sempre di rispondere e avviare una conversazione autentica. L’invio di note vocali aggiunge anche un tocco personale (e salva le dita!).

2. Fai dialogare il tuo pubblico
Un modo per farlo è chiedere al pubblico di interagire tra loro nei commenti di un post.

Suggerimento n. 5: informazioni sul pubblico

Conosci di più sul tuo pubblico rispetto alle informazioni demografiche di base? Conosci i tipi di marchi che i tuoi follower adorano, i lavori che hanno, le loro lotte e obiettivi?

Per avere successo come influencer di Instagram, devi davvero sapere tutto sulle persone che ti seguono perché ti aiuterà a creare contenuti con cui risuonano.

Analisi del pubblico di Instagram

Ti aiuterà ad assicurarti di intraprendere il giusto tipo di collaborazioni con marchi che risuonano con il tuo pubblico e che i tuoi follower potrebbero acquistare.

Se vuoi creare un tuo prodotto un giorno (un corso online, una linea di abbigliamento, un prodotto digitale), sapere quali sono gli interessi, i desideri e le lotte del tuo pubblico sarà incredibilmente utile per assicurarti di non lanciare sui cricket .

Oltre a conoscere il tuo pubblico attraverso conversazioni DM private, queste sono alcune tecniche che puoi utilizzare per saperne di più sulla mia community:

1.Conversazione nei commenti:
Usa le tue didascalie come un’opportunità per chiedere ai tuoi follower di raccontarti nei commenti!

2. Ospita sondaggi su storie di Instagram
La funzione di sondaggio è una delle migliori perchè è veloce e semplice per qualcuno votare e partecipare.

Alcune domande che potresti porre (che, ovviamente, dovrebbero essere adattate al tuo profilo e alla tua nicchia in particolare):

Vivi in Italia?
Hai più o meno di 25 anni?
Viaggi più o meno di 3 volte l’anno?
Ti piace quando pubblico di più paesaggi o hotel?
Qual è la cosa che preferisci nel seguirmi? Di cosa vorresti aver postato di più?

Una cosa da tenere a mente nel chiedere al pubblico di completare un sondaggio è che richiede abbastanza tempo. Devi fornire un incentivo. Ad esempio, tutti coloro che completano il sondaggio vengono inseriti in un omaggio.

Leggi anche: Aumentare follower Instagram con questi semplici trucchi

Suggerimento n. 6: preparatevi affinché i marchi vi si avvicinino

Una delle lamentele più comuni dei  nuovi influencer di Instagram è che i marchi non arrivano da loro e, il più delle volte, è perché la loro pagina non è impostata in un modo che li attirerà!

Ecco alcune cose che puoi fare per assicurarti che i potenziali partner del marchio sappiano che sei aperto al business:

Assicurati di avere un profilo aziendale:

Questo è vitale non solo per i marchi che ti vedono come un potenziale partner, ma anche perché aprirà funzionalità vitali come Instagram Analytics (e la possibilità di pubblicare automaticamente i tuoi post in seguito) .

Analytics ti aiuta a vedere cosa non funziona per migliorare i contenuti futuri e condividere statistiche con i marchi.

Puoi cambiare il tuo profilo andando su Impostazioni -> Account -> Passa a Account aziendale.

Rendi visibile il tuo indirizzo email:

Rendi visibile  il tuo indirizzo e-mail nella tua biografia o accessibile tramite il pulsante “e-mail” sul tuo profilo aziendale.

Sii strategico con i tuoi contenuti:

Pubblica il tipo di contenuto che i marchi con cui vuoi lavorare vorrebbero vedere!

Se sei un influencer di viaggi di lusso su Instagram che desidera ottenere collaborazioni con artisti del calibro di Ritz-Carlton e Four Seasons, dovresti già pubblicare questo tipo di contenuti!

Suggerimento n. 7: rete, rete, rete

Se vuoi che il 2020 sia l’anno in cui inizi a ottenere collaborazioni con i marchi, devi metterti in campo.

Creare contenuti costanti e costruire una comunità su Instagram senza fare rete con i marchi è un po ‘come fare l’occhiolino a un ragazzo nel buio più completo … non ti noteranno.

Ecco alcuni suggerimenti per realizzare la tua prossima collaborazione:

1. Scopri piattaforme come Fohr, Collectively e Popular Pays. Dopo aver impostato il tuo profilo, verrai contattato se uno dei marchi delle piattaforme ti considera idoneo per una delle loro campagne.

2.Ricerca le aziende di pubbliche relazioni e le presentazioni:
Le aziende di pubbliche relazioni sono agenzie che rappresentano una varietà di marchi e organizzano campagne di marketing per influencer. Utilizza Google per trovare società di pubbliche relazioni che rappresentano marchi nella tua nicchia.

3. Presentati via e-mail senza chiedere o intenzione di lavorare con uno dei loro marchi e chiedi di essere tenuto sul radar per future opportunità. Se ti trovi nella stessa città di una di queste agenzie, organizza una data caffè e, in caso contrario, una chat telefonica.

4.Crea e invia il tuo media kit:
Ogni volta che lanci un marchio o fai una presentazione, assicurati di inviare insieme il tuo media kit! Quando si crea il kit multimediale, assicurarsi che abbia le seguenti cose:

  • I tuoi social handle e sito Web
  • Dimensione del pubblico su tutte le piattaforme
  • Dati demografici del pubblico (età, sesso, posizione)
  • Esempi di immagini che hai prodotto in passato per dare loro un’idea del tipo di contenuto che creeresti per pubblicizzarli. A seconda del marchio che stai lanciando, potresti cambiare queste immagini!
  • Un elenco di marchi con cui hai lavorato in passato (se presenti)

Suggerimento n. 8: diversifica le tue piattaforme

Nessun influencer dovrebbe fare affidamento completamente su Instagram. Non solo è rischioso perché non “possiedi” il tuo pubblico su una piattaforma di terze parti e non puoi controllare i capricci dell’algoritmo, ma è anche un’opportunità mancata di entrate.

Aumentando il pubblico su un’altra piattaforma, stai aumentando l’importo che puoi ricevere per le collaborazioni con il marchio.

Ad esempio, se un marchio ti avvicina per contrarre alcuni post di Instagram, potresti aggiungere un post di blog e una promozione alla tua lista e-mail e aumentare la tariffa in modo significativo.

Su quali altre piattaforme dovresti essere? Tutto dipende da quali sono i tuoi interessi e punti di forza, e quale piattaforma è più adatta alla tua nicchia.

Se sei bravo con la fotocamera e sei in una nicchia in cui comunicare visivamente è vitale, YouTube potrebbe essere il posto perfetto per te. Hai qualcosa di valore da comunicare e sei ben parlato? Pensa a un podcast! Hai sempre amato scrivere? Cerca di creare un blog WordPress!

Costruire la tua mailing list è anche incredibilmente importante perché è l’unico pubblico che “possiedi” veramente e che non si basa sull’esistenza di una piattaforma.


Instagram è un social network che pone il fulcro della comunicazione sull’immagine, pertanto, le foto che si pubblicano devono essere di altissima qualità. Questo vale sia per chi usa il profilo Instagram per puro passatempo sia per chi usa Instagram come strumento di lavoro.

L’immagine di qualità rappresenta il presupposto necessario perché il post pubblicato arrivi agli utenti e perché riesca a comunicare il messaggio che intende comunicare. E rappresenta anche il presupposto necessario affinché il proprio account Instagram venga seguito da più follower possibili.

Non importa se il soggetto è una top model, o un paesaggio o una fetta di torta alle mele: la foto bella è quasi del tutto indipendente dal soggetto.

Certo, la location è importante: fare una foto che ha come sfondo una parete spoglia e un lavandino è ben diverso che fare una foto che sullo sfondo ha un tramonto. Ma non è solo la location, la posa e il contesto a fare si che una foto sia di qualità: la foto deve sapere comunicare, deve avere un’ottima risoluzione e deve essere esente da alcuni difetti spesso banali (angolazione, luce etc).

Sono diversi i passaggi da seguire per scattare una foto di buona qualità ma è importante precisare che le foto possono essere ottimizzate prima di essere caricate su Instagram. D’altronde non siamo tutti fotografi provetti e non tutti abbiamo la possibilità di usare macchine professionali come una Canon o una Sony di qualità. Ma in aiuto possono venire dei buoni programmi che editano le immagini.

Come ottimizzare la foto

Vediamo allora come ottimizzare la foto prima di caricarla su Instagram.

Lo scatto

Per ottenere il massimo dai propri scatti occorre, in primis, lavorare bene con lo smartphone che può già, in prima istanza, offrire funzioni avanzate che permettono di scattare migliorando dettagli fondamentali.

Con lo smartphone si può, ad esempio, regolare il tempo di esposizione per catturare foto belle anche con il buio.

È molto importante avere la mano ferma nel momento dello scatto, se è possibile è meglio scattare la foto su un appoggio fisso come un cavalletto (magari più di uno, di diverse misure) e una griglia digitale da applicare sul monitor per avere lo scatto giusto sul telefonino.

La resa che si ha con le foto dallo smartphone non è comunque altissima, spesso anche per colpa della lente non pulitissima.

Le foto scattate con una macchina professionale sono senz’altro migliori. Se si ha la possibilità di fare foto con una macchina professionale si può caricare lo scatto sul profilo o inviando la foto ad alta risoluzione sull’email e dallo smartphone caricandola sull’account, oppure facendo l’upload direttamente dal desktop.

Il caricamento

Anche il modo in cui si carica l’immagine influisce sulla qualità della stessa. Sono tanti e diversi i programmi usati per caricare foto su Instagram da PC o Mac, alcuni programmi sono a pagamento altri sono free.

Un programma valido è  Gramblr, un tool che offre la possibilità di caricare immagini di qualità e scongiurare il rischio delle immagini sgranate. Se si pubblica direttamente da desktop è inoltre semplice caricare gli scatti di una macchina professionale.

Le modifiche

Per migliorare le immagini è inoltre possibile sfruttare l’editor avanzato dell’app Instagram che consente di aggiungere filtri e modificare le foto (consente di raddrizzare la foto, aumentare la luce e il contrasto) ma ci sono altri modi. Ad esempio, si possono modificare le immagini su desktop con un programma di fotoritocco come Photoshop.

È possibile aggiungere effetti di sfumatura e fare delle modifiche importanti ai colori.

È importante puntare su piccole modifiche senza esagerare perché si rischierebbe di snaturare la foto e di renderla irreale, sortendo un effetto contrario.

Le dimensioni

Quando si parla di dimensioni di un’immagine non si parla solo di misura ma soprattutto di pixel.

La risoluzione dell’immagine viene infatti espressa in Pixel per pollice (pixel/pollice) o dpi. Si tratta di un numero che esprime quanti pixel sono presenti in un pollice (2,54 cm). Più il numero è alto, più che l’immagine sarà definita. Ma occorre rispettare delle regole ben precise.

Se si scatta una foto di qualità con una macchina fotografica professionale è comunque necessario ridimensionarle in quanto avrebbero un peso troppo alto per Instagram, per farlo si possono utilizzare dei programmi appositi come Lightroom o Photoshop che riducono la dimensione dell’immagine, mantenendo però una risoluzione alta.

Le immagini di Instagram sono quadrate, ma nel momento in cui si carica uno scatto è possibile decidere se pubblicare foto nelle sue proporzioni originali. È dunque possibile caricare anche immagini rettangolari.

Per ridimensionare una foto più grande, si deve considerare che il formato dell’immagine Instagram ideale è di 1080 x 1080 pixel (mostrato su display 640 x 640 pixel). Il rapporto è 1:1.

Per quel che concerne le storie la dimensione ideale è 750 x 1334 pixel. Per i video ci si può orientare per una soluzione di 600 x 336,5 pixel con rapporto 16:9.

Migliori app per ottimizzare foto su Instagram

Sono tante le app per Instagram che permettono di ottimizzare le foto.  Chi usa iPhone, iPad, tablet e altri smartphone può, ad esempio, orientarsi su programmi di editor come Studio Fotografico: potente applicazione in grado di migliorare scatti sui dispositivi Apple e Android. Poi c’è Black – B&W Film Emulator, adatto agli appassionati del bianco e nero.

Chi desidera un programma più avanzato può optare per Enlight, nota per essere una delle migliori applicazioni di fotografia. E ancora Canva, che ha dei modelli già pronti, con le dimensioni esatte per l’upload.

Conclusioni

Per avere successo su Instagram, è fondamentale pubblicare foto di qualità. Le immagini, per essere di qualità, devono essere ottimizzate. Devono avere la giusta risoluzione, le giuste dimensioni, e possono essere editate con programmi ed applicazioni apposite.

Con le immagini giuste e adeguatamente ottimizzate il post arriverà all’utente e comunicherà il messaggio che si ha intenzione di trasmettere. Una bella foto vale più di mille parole.

LEGGI ANCHE: Come promuovere con successo un profilo fotografico su Instagram