Le opportunità con i contenuti generati dagli utenti (UGC)sono infinite e ci sono tonnellate di marchi che lo utilizzano già in modo creativo per aumentare follower Instagram, fans Facebook ed incrementare le vendite.

In questo articolo ti proponiamo 4 tipi di contenuti generati dagli utenti che puoi iniziare ad integrare nella tua strategia di marketing fin da subito, suggeriti da Later!

4 semplici modi per fare marketing con i contenuti generati dagli utenti

Strategia UGC n. 1: pubblicare e condividere recensioni dei prodotti degli utenti

Questo potrebbe sembrare semplice, ma se non condividi regolarmente recensioni autentiche degli utenti sui tuoi prodotti, stai perdendo la condivisione di contenuti preziosi (e persuasivi!) con il tuo pubblico.

Secondo uno studio di Stackla , l’organizzazione di viaggi di lusso, Leading Hotels of the World , ha raddoppiato il proprio tempo sul sito presentando UGC nelle loro pagine web.

Quindi UGC è qualcosa che dovresti considerare di condividere sia sui social media che sul tuo sito web.

Le testimonianze dei clienti, i casi di studio e le recensioni dei prodotti sulle pagine degli acquisti possono fare molto per aiutare i tuoi spettatori a prendere una decisione di acquisto.

Il marchio bagagli Away include recensioni di prodotti sulla loro pagina Facebook, anche feedback che non sono recensioni brillanti a 5 stelle.

Condividendo recensioni coerenti e autentiche (e discutendo apertamente dei problemi con i loro clienti sul forum pubblico), Away sta aiutando a costruire una comunità che si fida davvero del loro marchio e dei loro prodotti.

È anche una buona idea pensare di utilizzare le recensioni dei prodotti come parte del tuo post sponsorizzato su Instagram e Facebook (ne parleremo più avanti in questo articolo!)

La ricerca ha scoperto che il 41% dei consumatori sarà tentato di acquistare un prodotto con solo da 1 a 4 recensioni. Quindi, se puoi indirizzare con successo il tuo pubblico con annunci social, una recensione del prodotto come parte di un annuncio può aiutare uno spettatore a prendere una decisione di acquisto più velocemente!

Ti potrebbe anche interessare: Tutte le migliori App gratuite per spopolare su Instagram

Strategia UGC n. 2: ospitare un concorso incentrato sull’UGC

Uno dei modi migliori per ispirare gli utenti a condividere contenuti per tuo conto è quello di incentivarli, ma non è sempre necessario che si tratti di soldi!

Un sondaggio ha rilevato che solo il 32% delle persone ha creato e condiviso UGC perché voleva vincere un premio.

Invece, il 60% ha preferito condividere UGC perché ha permesso loro di ottenere più Mi piace o di avere i loro contenuti presentati da un marchio popolare.

E questo apre un’opportunità perfetta per ospitare una competizione guidata da UGC con la tua community.

Proprio come Apple ospita la sua competizione annuale Shot on iPhone, molti marchi saltano a bordo con l’opportunità e coinvolgono i loro follower in una piccola competizione salutare.

L’app di design Over ospita una sfida mensile che incoraggia i propri follower su Instagram e Facebook a utilizzare tutti gli strumenti e le funzionalità eleganti nell’app per aiutarli a soddisfare il brief della competizione.

I loro follower possono quindi inviare i loro disegni taggandoli con l’ hashtag #OverDesignChallenge !

Il post vincente viene quindi condiviso (e taggato dall’utente!) nei loro feed!

Canon ospita anche una competizione in stile simile su Instagram e Facebook, ogni settimana ha un tema o abilità diversi per aiutare il pubblico a far salire di livello le proprie abilità fotografiche.

L’hashtag marchiato della competizione UGC, #CanonFanPhoto ha oltre 450.000 presentazioni, il che significa che il pubblico di Canon è molto coinvolto e pronto a creare fantastici contenuti per il marchio!

Uno dei modi migliori per raccogliere UGC per il tuo marchio sui social media è creare un hashtag con marchio, soprattutto se prevedi di concentrare i tuoi sforzi su Instagram.

Con un hashtag con il marchio, puoi chiedere ai tuoi utenti di includere l’hashtag nei loro post, quindi potrai facilmente cercare e trovare contenuti che desideri condividere.

In seguito renderà questo processo ancora più semplice: puoi cercare l’hashtag con il marchio, selezionare i post UGC che desideri utilizzare e quindi pianificarli sul tuo feed!

Successivamente basterà aggiungere, anche automaticamente, un credito fotografico alla didascalia e taggare il creatore originale!

Il marchio Skincare e Lush , usano UGC per elevare la voce dei loro clienti nella loro strategia di marketing dei contenuti.

Se anche tu sei pronto a creare la tua competizione UGC e l’hashtag con il marchio puoi eseguire l’upgrade ai piani aziendali a pagamento di Later per ottenere l’accesso a tutti gli strumenti e le funzionalità UGC di Later!

Strategia UGC n. 3: organizzare delle acquisizioni sui canali social

Un’acquisizione di un canale social di solito comporta una persona che “prende il controllo” temporaneamente del tuo account per dare ai follower un’occhiata all’interno della tua azienda o dei prodotti da una nuova prospettiva.

In qualità di imprenditore, puoi collaborare con un influencer o un cliente per farli pubblicare i tuoi post su Instagram Stories, ospitare una sessione di Facebook Live o rispondere ai tweet in tempo reale, fornendo al tuo pubblico informazioni dettagliate non solo sui tuoi prodotti e servizi, ma i consigli e le opinioni del tuo partner di acquisizione.

E mentre alcuni possono essere organizzati come contenuti sponsorizzati con influencer , altri tipi di acquisizioni possono provenire dalla tua rete più ampia, come i tuoi fornitori o produttori, rendendola una strategia facile da implementare!

Su Instagram, Facebook o Twitter, le acquisizioni sono uno strumento potente quando vuoi mostrare i tuoi prodotti e servizi, usando le voci delle persone che amano di più il tuo marchio.

Strategia UGC n. 4: istituire partenariati per influencer

L’influencer marketing sta per diventare un settore da $ 8 miliardi di dollari entro il 2020.

E quando si tratta di Instagram, l’influencer marketing offre ottimi risultati – con un tasso di coinvolgimento medio del 3,21% rispetto all’1,5% su tutti gli altri social network, è più probabile che gli utenti di Instagram commentino, condividano e condividano i contenuti che consumano. Inoltre sarà più facile che tu veda aumentare i follower Instagram.

E quando lo combini con le forze di UGC e l’acquisto di persuasione, hai una forte ricetta per il successo!

Trovare influencer o ambasciatori del marchio con cui lavorare è un ottimo modo per avere un flusso continuo di UGC di alta qualità.

Quando riesci a trovare e reclutare un influencer come ambasciatore regolare del tuo marchio, hai la garanzia di avere contenuti UGC che si adattano perfettamente sia alla tua estetica, sia al tuo pubblico di follower affini.

I migliori consigli per l’utilizzo di contenuti generati dagli utenti su piattaforme social

Ormai dovresti sentirti sicuro di entrare subito con UGC!

Per aiutarti a pianificare e strategizzare un po ‘di più, condividiamo i nostri migliori consigli per UGC su ciascuno dei nostri canali social preferiti: Instagram, Facebook e Pinterest.

Una volta che hai messo in atto i tuoi piani UGC, dai un’occhiata ad alcuni di questi suggerimenti e hack per assicurarti che la tua strategia sia sempre puntuale!

Suggerimenti per l’utilizzo di contenuti generati dagli utenti su Instagram

Ci sono alcuni suggerimenti chiave che dovresti tenere a mente quando esci per la prima volta in UGC per il tuo feed Instagram, che ti aiuteranno ad aumentare follower Instagram:

1. Mantieni l’estetica del tuo Instagram

La tua estetica Instagram è un grosso problema e non dovresti comprometterla quando si tratta di condividere e ripubblicare UGC. Cerca di mantenere quindi i colori e i caratteri del marchio.

2. Crea temi per il tuo UGC durante la ripubblicazione

Non vuoi semplicemente ripubblicare casualmente le Storie di Instagram non appena arrivano, poiché ciò incasinerà il contenuto delle tue storie pianificate e non è sempre la storia più avvincente da guardare.

Invece, pensa a come puoi raggruppare il tuo UGC in temi diversi.

3. Usa i momenti salienti delle storie di Instagram per organizzare il tuo UGC

Ti consigliamo vivamente di creare un highlight sulle storie di Instagram solo per le recensioni dei tuoi prodotti, il che rende facile per chiunque visiti il ​​tuo profilo sapere immediatamente quanto sono grandi i tuoi prodotti.

Leggi anche: Il momento migliorare per pubblicare su Instagram

Suggerimenti per l’utilizzo di UGC su Facebook

Potresti pensare che Facebook non sia UGC-friendly come Instagram, ma non lasciarti ingannare! Ci sono molte opportunità per essere coinvolti e portare UGC al centro della tua strategia di Facebook.

Ecco alcuni dei nostri migliori consigli per l’utilizzo di UGC su Facebook:

1. Ospita regolarmente eventi live di Facebook

Benefit ospita regolarmente eventi Facebook Live con influencer e ambasciatori del marchio per i loro follower, inoltre ha persino creato una playlist dedicata per i loro video live, rendendo i loro eventi live sempreverdi e facilmente accessibili al pubblico per sintonizzarsi in un secondo momento!

2. Integra UGC nella home page del tuo profilo Facebook

UGC crea fedeltà e affinità con il marchio, quindi è una buona idea dare a UGC posti di prestigio sulla tua pagina Facebook.

3. Non dimenticare di taggare gli utenti nei tuoi reposts!

È facile dimenticare di taggare il creatore di contenuti originale su Facebook, ma è un passaggio importante se si desidera ripubblicare legalmente UGC nel feed !

Se non sei sicuro, o se il creatore non è attivo su Facebook, assicurati di contattarli per confermare il loro handle o chiedi se sono felici di essere ripubblicati su Facebook senza un tag.

4. Ottimizza i tuoi annunci di Facebook con UGC

Gli annunci di Facebook con elementi UGC hanno dimostrato di essere più efficaci nel promuovere vendite e conversioni rispetto agli scatti di prodotti standard.

Quindi vale la pena pensare di includere una qualche forma di UGC nei tuoi annunci – che si tratti di una recensione del cliente o di un tutorial di un influencer, è un modo sicuro per aumentare l’efficacia dei tuoi annunci!

Glossier ha davvero ottimizzato questo aspetto creando una campagna pubblicitaria incentrata sui video in stile UGC dei loro prodotti più venduti e nuovi.

Grazie a questi esempi di utenti reali, Glossier diventa immediatamente molto più aspirazionale e riconoscibile, rendendo i loro prodotti molto più attraenti per i potenziali acquirenti!

Suggerimenti per l’utilizzo di UGC su Pinterest

Pinterest è stato creato per la creazione di comunità e la ricondivisione di contenuti di alta qualità da parte dei creatori, quindi è facile saltare a bordo con la cura di UGC sul tuo profilo Pinterest!

Le bacheche Pinterest sono effettivamente solo cartelle per i tuoi Pin.

Salvando i pin UGC su schede, stai creando un prezioso catalogo di contenuti che i tuoi follower possono scoprire.

Inoltre, curare i pin nelle tue bacheche è ciò di cui la comunità Pinterest è incentrata: aiuta a diffondere i pin a un pubblico più vasto e dà i meritati complimenti ad altri creatori di Pinterest!

Come misurare il successo del contenuto generato dall’utente

Proprio come tutti i tuoi sforzi di marketing sociale, è importante identificare quale tipo di UGC ti sta aiutando a raggiungere i tuoi obiettivi.

Presta molta attenzione alle tendenze e ai modelli che stai vedendo all’interno della tua analisi sociale insieme ai tuoi post UGC – hai scoperto che alcuni post UGC su Instagram ottengono un sacco di coinvolgimento, ma lo stesso post flop su Facebook?

O stai vedendo molte condivisioni e tag per un determinato hashtag di marca?

Metriche come l’aumentare dei follower Instagram, condivisioni, salvataggi, commenti, Mi piace e tassi di coinvolgimento sono importanti da monitorare in modo da poter continuare a rivalutare la tua strategia UGC per il futuro.

In questo modo, sarai in grado di servire meglio il tuo pubblico, gestire il tuo tempo e continuare a fornire UGC killer per la tua strategia di marketing!

E se usi Later per pianificare e programmare i tuoi post sui social media , devi dare un’occhiata a Later Analytics!

L’enorme vantaggio per gli utenti è che tiene traccia e misura i tassi di coinvolgimento e altre importanti metriche su Instagram e altre piattaforme social come Pinterest e Twitter in un unico posto, quindi è semplicissimo confrontare e contrastare le prestazioni e rimanere al passo con i rapporti sulla tua campagna!

Congratulazioni! Ora sei armato di tutto il necessario per creare una campagna di contenuti generati dagli utenti killer!

Che tu abbia intenzione di ospitare un Facebook Live, pubblicare UGC nel tuo feed Instagram o integrare recensioni di prodotti nelle tue pagine e annunci commerciali, l’utilizzo strategico di UGC nel tuo marketing può davvero aumentare le tue vendite e far crescere la tua comunità online.


Di per sé, l’app di Instagram è fantastica e potente.

Ma conosci tutte le migliori app per portare il tuo marketing su Instagram a livelli ancora più alti?

Ci sono sicuramente molte tra cui scegliere. Non mancano le fantastiche app di Instagram per gli esperti di marketing.

Per aiutarti a trovare il meglio del meglio, ti proponiamo le migliori App testate e consigliate da Buffer.

Continua a leggere per vedere l’ elenco delle migliori app gratuite di Instagram per gli esperti di marketing scovate da Buffer , app che possono far brillare i tuoi social media ancora di più.

La tendenza delle app autonome e indipendenti non è nuova.

Ogni volta che qualcosa raggiunge la massa e la scala dei social network , ci sono sicuramente persone intraprendenti che costruiscono strumenti per rendere l’esperienza molto migliore.

Questi strumenti “a singolo lavoro” sono meravigliosi nel mantenere la promessa di una singola superpotenza per aiutare i marketer e i creatori. E le persone sono molto coinvolte. Ad esempio Huji Cam, che fa apparire le tue immagini come se fossero state scattate con una vecchia macchina fotografica usa e getta, è stato scaricato più di 16 milioni di volte.

Ciò che è strabiliante di tutti questi strumenti è che svolgono bene un singolo lavoro e hanno un impatto significativo per gli esperti di marketing di marchi e aziende, sia che si tratti di migliorare ulteriormente i contenuti o di risparmiare tempo in un flusso di lavoro già sovraccarico.

E la buona notizia è che si tratta di App tutte gratuite! L’unica cosa che dovrai investire è qualche minuto di tempo per iniziare ad utilizzarle.

Le migliori app gratuite di Instagram per gli esperti di marketing

1) App di fotoritocco

VSCO

Prezzo: gratuito
Disponibile su: iOS e Android
La prima App che vogliamo evidenziare è VSCO. Adesso VSCO estende davvero la definizione di app standalone: ​​è un’azienda perfettamente funzionante su una traiettoria di crescita enorme! Secondo Crunchbase , VSCO guadagna $ 50 milioni all’anno dalle vendite di app e dagli acquisti in-app. Wow!

L’app stessa è estremamente potente con funzionalità e rende un’esperienza assolutamente incantevole. Puoi fare praticamente qualsiasi tipo di fotoritocco che desideri: filtri, mosaici, il tuo nome. VSCO è diventato lo standard di riferimento per il fotoritocco.

Huji Cam

Prezzo: gratuito
Disponibile su: iOS e Android
Huji Cam è stato scaricato più di 16 milioni di volte , il che è sorprendente perché lo strumento fa solo una cosa: un filtro fotografico di vecchia scuola a basso costo per rendere le tue foto come vintage.

Over

Prezzo: gratuito
Disponibile su: iOS e Android
Con Over puoi posizionare il testo sopra qualsiasi immagine desideri. Immagina come una Canva Lite: puoi scegliere tra tantissime opzioni di tipografia, stile e colore diverse.

Layout

Prezzo: gratuito
Disponibile su: iOS e Android
Quando si tratta di creare collage e layout multi-foto per Instagram, ci sono molte grandi opzioni. Una delle nostre scelte top è l’app standalone di Instagram chiamata Layout . È possibile combinare fino a 9 immagini contemporaneamente per creare layout davvero accattivanti.

Snapseed

Prezzo: gratuito
Disponibile su: iOS e Android
Snapseed, realizzato dal team di Google, ha una serie di potenti opzioni di modifica e una in particolare aggiunge un approccio leggermente diverso al processo di modifica. Invece di modificare l’intera immagine, puoi usare un pennello per applicare qualsiasi effetto solo alla parte che desideri.

Altre App consigliate:

  • Carbon è un bellissimo editor fotografico in bianco e nero per creare foto ed effetti in bianco e nero accattivanti
  • Facetune è uno dei migliori editor di selfie. Le funzionalità di ritocco in Facetune funzionano come per magia!
  • Glitch Art Studio ha un numero enorme di diversi effetti glitch che puoi applicare alle tue foto.
  • Darkroom e Afterlight sono altri due fotoritocco grandi e potenti, simili a VSCO e Snapseed.

2) App contenuti di Instagram e  hashtag

Re-grammer

Prezzo: gratuito
Disponibile su: iOS
Una delle categorie più popolari per le app di contenuti di Instagram sono le app per ripubblicare i contenuti di Instagram. Se cerchi “repost” nel tuo app store, vedrai diverse app che svolgono lo stesso lavoro.

Uno dei migliori casi d’uso per queste app di ripubblicazione è con contenuti generati dall’utente. Puoi utilizzare app di ripubblicazione come Re-grammer per curare le immagini della tua community, ricondividerle sul tuo profilo Instagram e dare credito al poster originale. Queste app semplificano l’intero processo: tutto ciò che devi fare è scoprire il contenuto che desideri ricondividere e le app aggiungono attribuzione per te nel testo della didascalia e sulla foto, con un tag sottile nell’angolo.

Repost

Prezzo: gratuito

Disponibile: iOS e Android

Repost è una delle applicazioni più impiegate per fare la ripubblicazione dei contenuti su Instagram.

Sicuramente il suo punto di forza sta nella sua grafica, molto semplice e pulita, che fa si che sia molto facile utilizzarla, infatti con pochi passaggi  è possibile condividere i contenuti.

Una volta che l’applicazione è stata scaricata, l’app fa intuire subito quale sia il suo funzionamento, basta copiare l’URL del post che si vuole pubblicare sul nostro account, funziona sia con una foto che con un video.

Dopo aver selezionato la tipologia di contenuto  Instagram, è sufficiente fare un tap sui tre puntini e poi su Copia Link nel menu che si aprirà.

Dopo aver copiato il link, basta aprire l’app Repost For Instagram, comparirà in automatico il link copiato prima su Instagram, è necessario poi cliccare sull’anteprima che si visualizza del post che appare nella nuova finestra, sotto si  potrà decidere dove collocare l’etichetta con il nome utente del profilo  che ha condiviso il post in origine.

Come ultima operazione  è sufficiente cliccare su “Repost”, a questo punto apparirà sul profilo  il contenuto condiviso proprio come avviene su Facebook e Twitter.

L’app  di base è gratuita, ma se si vuole rimuovere tutta la pubblicità, si può fare l’upgrade a pagamento al costo di 5,99 euro.

Per approfondire come funziona il repost su Instagram e tutte le app che puoi utilizzarle per farlo puoi leggere l’articolo: Come fare repost su Instagram

Hashtag Expert

Prezzo: gratuito
Disponibile su: iOS
Un altro preferito di hashtag è Hashtag Expert per Instagram . Questa app è davvero abbastanza robusta con diversi algoritmi di suggerimento tra cui scegliere, una sezione di hashtag di tendenza e altro ancora. Quando inserisci il tuo hashtag desiderato e vedi l’elenco dei suggerimenti di Hashtag Expert, puoi scegliere quali conservare e quindi copiare il tuo nuovo elenco per portarlo direttamente su Instagram.

Tagomatic

Prezzo: gratuito
Disponibile su: iOS e Android
Tagomatic è un’app super leggera – solo 11 megabyte – che fa bene il suo lavoro: suggerire hashtag da usare. Tutto quello che devi fare è inserire una parola e Tagomatic ti darà una serie di opzioni di hashtag tra cui scegliere. Una cosa che Tagomatic fa davvero bene sono gli hashtag di tendenza  che sono popolari in questo momento.

3) App video Instagram

Boomerang

Prezzo: gratuito
Disponibile su: iOS e Android
Se Boomerang suona allo stesso modo con l’app Hyperlapse, che citiamo di seguito), c’è una buona ragione. Potresti aver visto queste app menzionate anche nell’esperienza principale di Instagram. Puoi usarli nell’app Instagram o puoi scaricare le singole app per creare  video speciali da soli.

Boomerang ti consente di creare video in loop super corti che si spostano in avanti, quindi all’indietro, quindi di nuovo in avanti. L’effetto è un po ‘come una GIF con un pulsante di riavvolgimento. I boomerang creano grandi contenuti di dimensioni ridotte e sono molto divertenti per i creatori e i follower.

Hyperlapse

Prezzo: gratuito
Disponibile su: iOS
Hyperlapse ti consente di girare video time-lapse e ha alcune opzioni di stabilizzazione in modo da poter spostare e riorganizzare le cose senza rischiare la qualità del video. I video time-lapse possono creare fantastici contenuti narrativi per eventi, incontri, e basta.

Clips

Prezzo: gratuito
Disponibile su: iOS
Oltre alle app create da Instagram, esiste anche una fantastica app standalone di Apple, chiamata Clips. Con l’ app video Clips , puoi aggiungere filtri, emoji, adesivi e altro ai tuoi video hanno persino sfondi a 360 gradi. C’è molta personalizzazione interessante e divertente che puoi aggiungere facilmente al tuo video.

Giphy Cam

Prezzo: gratuito
Disponibile su: iOS e Android
Giphy Cam  ti consente di registrare gif – che funzionano come un tipo di video su Instagram. È possibile aggiungere effetti e adesivi per rendere alcuni contenuti davvero divertenti e coinvolgenti.

Quik

Prezzo: gratuito
Disponibile su: iOS e Android
Se usi molto materiale GoPro sul tuo account Instagram, Quik by GoPro ti farà risparmiare un sacco di tempo con l’editing. È ottimo per la modifica di video GoPro ad alta definizione e lo abbiamo persino trovato abbastanza facile e utile anche per i video non GoPro.

Crop Video Square Editor

Prezzo: gratuito
Disponibile su: iOS e Android
Crop Video Square Editor è un’app utile per trasformare video non quadrati nella giusta dimensione per il tuo feed Instagram.

4) App di analisi di Instagram

Command

Prezzo: gratuito
Disponibile su: iOS
Command è una fantastica app ricca di spunti di approfondimento su come si svolgono i tuoi contenuti Instagram. Una delle sue migliori caratteristiche è il grafico che mostra i periodi migliori per pubblicare contenuti su Instagram. Adoriamo anche il riepilogo delle statistiche giornaliere di tutte le metriche più essenziali per il tuo account.

Per saperne di più sui momenti migliori per pubblicare su Instagram puoi leggere: Il momento migliore per pubblicare su Instagram nel 2019, secondo 12 milioni di post

Follow Meter

Prezzo: gratuito
Disponibile su: iOS e Android
E per qualcosa di un po ‘più leggero, puoi dare un’occhiata a Follow Meter, che ti fornisce statistiche sui tuoi follower su Instagram. Ottieni tutte le fantastiche informazioni demografiche che potresti desiderare, ma puoi anche vedere chi ti sta seguendo, chi sono i tuoi migliori follower e altro ancora.

5) App per Storie di Instagram

Hype Type

Prezzo: gratuito
Disponibile su: iOS
Come suggerisce il nome, Hype Type ti consente di creare testo animato che puoi posizionare sopra video e foto. Questo può essere particolarmente accattivante nel contenuto delle tue Storie, sia organiche che a pagamento. Le immagini in movimento inducono le persone a fermarsi a guardare e lo spostamento del testo attira ancora di più lo sguardo!

Unfold

Prezzo: gratuito
Disponibile su: iOS e Android
Unfold è una delle nostre migliori scelte di design di Instagram Stories. L’app ha oltre 150 modelli Story tra cui scegliere, oltre a adesivi unici e la sua fotocamera Unfold. Puoi creare effetti visivi davvero sbalorditivi in ​​Unfold senza bisogno di un set completo di abilità progettuali!

StoryArt

Prezzo: gratuito
Disponibile su: iOS e Android
StoryArt , un’altra app di design di Instagram Stories, include un numero enorme di modelli oltre a una selezione di copertine e temi tra cui scegliere. Sia Unfold che StoryArt sono molto apprezzati negli App Store. Pensiamo che otterrai molto valore da loro!

Conclusione

Come hai visto sono tante le app gratuite di Instagram che puoi utilizzare per rendere i tuoi post Instagram più attraenti e cattura follower! Non ti resta che iniziare subito a provarle, per beneficiare subito delle loro grandi potenzialità.

Buon divertimento con le migliori app gratuite di Instagram!


Sia che la tua piccola impresa esiste da anni, sia che sia appena stata avviata, è fondamentale trovare le strategie di social marketing più efficaci. Questo perché le piccole imprese non hanno le stesse risorse delle imprese di dimensioni più grandi. In effetti, potresti essere il fondatore e CEO che ha anche assunto il ruolo di marketer.

Ecco perché Sprout Social in collaborazione con HubSpot, Animoto e Campaign Monitor ha messo insieme la seguente guida al social marketing per le piccole imprese.

Guida social marketing per le piccole imprese

Sprout Social lavora con migliaia di piccole imprese per aiutarle a migliorare la loro strategia di social marketing, risparmiando tempo online. Nel corso del lavoro con così tante organizzazioni, è riuscita a guidare la loro strategia sociale.

Il valore dei social media per le piccole imprese

Il social è essenziale per guidare la tua strategia di marketing in entrata, condividere i tuoi video e aumentare i lead alla posta elettronica.

Ma i social media sono importanti anche da soli.

I social media sono preziosi per le aziende di qualsiasi dimensione o settore e trovare clienti sui social media ha un impatto diretto sulle vendite e sui profitti.

In effetti, quelle persone che ti seguono sui tuoi canali social hanno il 57,5% in più di probabilità di acquistare da te.

Ma non finisce qui. Se si riesce effettivamente a produrre un’esperienza social media positiva, il numero aumenta fino al 71%.

Questi numeri dimostrano che il tuo marchio dovrebbe capitalizzare il potere dei social media per il marketing di piccole imprese.

Abbiamo suddiviso le prossime sezioni in base a dove potresti trovarti nella tua strategia social, incluse le informazioni per coloro che hanno appena iniziato e suggerimenti più avanzati per quelli con una presenza consolidata.

Iniziare con il social marketing per le piccole imprese

1. Definisci i tuoi obiettivi social

Se non sai cosa vuoi realizzare sui social media, non saprai mai quando ci riuscirai o non ci riuscirai. Senza questo, probabilmente lotterai per mantenere una strategia agile.

Gli obiettivi possono variare molto da un settore all’altro. Mentre un’azienda di vendita al dettaglio può cercare acquisti diretti dal social, qualcuno nell’istruzione superiore può guardare a nuovi tassi di iscrizione.

Ecco alcuni esempi degli obbiettivi principali che si riscontrano nelle piccole imprese:

  • Aumentare la consapevolezza del marchio: quanto sono familiari gli utenti social con il tuo marchio
  • Aumentare il coinvolgimento della comunità: conversazioni autentiche che hai con i tuoi follower
  • Aumentare il traffico web: il numero di visitatori del sito web guidati dai canali social
  • Generare vendite / lead: gli individui che acquistano i tuoi beni o servizi, o quelli che compilano un modulo web, dai canali social
  • Distribuire contenuto: condividi i tuoi contenuti sui tuoi canali social.
  • Aumentare la difesa del marchio da parte dei clienti: ottenere clienti felici di condividere le loro esperienze sui socials
  • Supportare i clienti: utilizzare social per rispondere alle richieste dei clienti e creare esperienze migliori per i clienti
  • Crescita del programma di influencer marketing: aumentare il numero di influencer che discutono del tuo marchio sui social. Per avere consigli su come trovare gli influencer adatti alla tua attività leggi: Come trovare i social influencer giusti per la tua attività

2. Definisci le tue metriche principali

Pensa ai tuoi obiettivi sociali come destinazione e alle tue metriche principali come la mappa che ti aiuta a raggiungerli. Ecco un elenco di alcuni parametri chiave per il social media marketing da prendere in considerazione:

  • Impressioni : il numero di volte in cui una persona ha visto il tuo messaggio
  • Coinvolgimenti Il numero di volte in cui una persona ha interagito con il tuo messaggio, tra cui:
  1. Mi Piace
  2. Preferiti
  3. Azioni
  4. retweet
  5. clic
  6. risposte
  7. segui
  • Tassi di coinvolgimento : il numero di impegni diviso per il numero di impressioni
  • Visite al sito : il numero di volte in cui qualcuno ha visitato la pagina del tuo profilo
  • Menzioni : il numero di volte in cui il tuo manico o marchio è stato menzionato su social.
  • Follower: il numero di persone che ti seguono su social, di solito mostrato come un aumento o una diminuzione nel tempo
  • Nuove vendite / ROI : le nuove entrate generate dai visitatori social, tracciabili con tag UTM e analisi dei siti web

3. Scegli il tuo pubblico e i tuoi social network

I social media offrono uno dei modi migliori per raggiungere un pubblico mirato, ma prima devi identificarlo. Prendi in considerazione cose come:

  • Età
  • Posizione
  • Reddito
  • Formazione scolastica
  • carriera
  • Interessi

Ricorda più ottieni un identikit specifico, meglio è. Ciò ti consentirà di creare una strategia di marketing social media forte attorno a questi individui e di adottare un approccio mirato per raggiungere le persone giuste al momento giusto.

Una volta che sai chi vuoi raggiungere, dovrai capire dove sono. HubSpot ha osservato che non tutti i canali in entrata funzionano per il marketing di piccole imprese. Lo stesso vale per le reti di social media specifiche, non tutte hanno senso per la tua attività. I social network hanno varie basi di utenti. Non investire in una rete se il tuo pubblico principale è su un altro.

Prima di scegliere una piattaforma, chiediti cose come:

  • Quale piattaforma si adatta meglio alle tue interazioni B2B o B2C?
  • Quanto spesso pubblichi contenuti?
  • Qual è la durata della vita dei tuoi contenuti?
  • Stai usando i social media per il servizio clienti?
  • Stai interagendo con i contenuti generati dagli utenti?
  • Puoi automatizzare parti dei tuoi social media?

Le risposte a queste domande ti aiuteranno ad individuare i social network più adatti per la tua attività.

4. Scopri cosa condividere

Per capire quali contenuti pubblicare, guarda ciò che ha funzionato meglio in passato. Se hai già pubblicato sui social media, strumenti come Sprout Social , Twitter o Facebook Insights possono aiutarti a capire cosa ha più risonanza con il tuo pubblico.
Ordina i tuoi messaggi in base alla metrica chiave e vedrai i post principali per quella metrica.

5. Crea il tuo calendario di pubblicazione

Una volta che sai che tipo di contenuto funziona, puoi creare post sui social media da pubblicare automaticamente negli orari e nei giorni che preferisci. Inoltre, è possibile utilizzare uno strumento di pubblicazione di social media come Sprout Social per visualizzare l’intero calendario di pubblicazione, attraverso tutti i social networks e i profili. Puoi esportare automaticamente il tuo calendario come PDF da condividere con altri stakeholder chiave in tutta la tua organizzazione.

6. Rispondi ai messaggi in arrivo

A meno che non vendiate il prodotto più di nicchia del mondo, i vostri clienti probabilmente  pubblicheranno post in merito sui social media. Sia che tagghino direttamente o utilizzino determinate parole chiave e frasi correlate alla tua azienda, è compito tuo rispondere ai loro messaggi per creare un’esperienza utente migliore.

Monitora i tuoi canali social per conversazioni o post che garantiscono una risposta. Puoi utilizzare uno strumento di coinvolgimento dei social media per attirare le conversazioni che ti menzionano direttamente o menzionare qualcosa di rilevante per la tua organizzazione.

7. Analizza i tuoi risultati

Dopo aver stabilito le metriche che contano di più per il tuo marchio e trascorso del tempo dedicato ai social posting coinvolgenti, puoi iniziare a monitorare l’impatto dei tuoi sforzi.

La frequenza con cui analizzi i risultati dei tuoi social media dipenderà probabilmente dal tuo tempo e da quanto usi i socials. Ricorda che è importante monitorare le metriche per ottimizzare la tua strategia. Puoi utilizzare uno strumento di analisi dei social media per eseguire automaticamente rapporti di alto livello o approfonditi se il tuo tempo è limitato.

Leggi anche: I social networks più usati in Italia e in Europa, come funzionano

Suggerimenti avanzati per le piccole imprese sociali

1. Cerca social per nuove opportunità

Abbiamo stabilito che gli operatori di piccole imprese devono rispondere ai post sui social media che li etichettano o menzionano. Per una tattica più avanzata, ti suggeriamo di monitorare i social media per le conversazioni su argomenti correlati alla tua attività e quindi di unirti a loro.

Ecco un esempio di come può funzionare. Supponiamo che tu possieda un ristorante pizzeria a Milano che si vanta della sua offerta senza glutine. Utilizzando uno strumento di ascolto dei social media , puoi tracciare tutti coloro che menzionano la “pizza senza glutine” nell’area di Milano.

Queste conversazioni si inseriranno nella tua casella di posta in tempo reale in modo che tu possa contattare chiunque stia cercando una raccomandazione e suggerire il tuo ristorante.

2. Esegui analisi competitive

Tieni d’occhio la strategia dei social media della tua concorrenza. Questo ti aiuterà a capire l’industria e il modo di misurarti, oltre a sviluppare idee uniche per distinguersi dalla massa.

3. Sfrutta gli hashtag pertinenti

Gli hashtag ti aiutano a mettere i tuoi contenuti di fronte a nuovi segmenti di pubblico sui social media.  Assicurati  che gli hashtag che utilizzi abbiano un senso per il tuo brand e non lo forzerai.

4. Crea fantastiche immagini e video

Ecco cosa dice Animoto relativamente all’importanza del video:

“Il video è diventato sempre più importante sui social media, dove genera il 1200% di share in più rispetto a immagini e testo combinati. Il video può essere incorporato nel tuo social marketing durante tutto il percorso del cliente per massimizzare il successo delle tue campagne. ”

5. Fai socializzare i tuoi compagni di squadra

I social media offrono così tante opportunità per le imprese che a volte può sembrare un po ‘opprimente. In quanto piccola impresa di marketing, potresti essere a corto di risorse, ma se c’è qualcuno nella tua organizzazione che può aiutarti a tenere il passo, invitali a unirsi a te.

Se la tua preoccupazione è raddoppiare gli sforzi o ridurre la sicurezza dei tuoi account, non temere mai. Gli strumenti di collaborazione sui social media possono garantire di gestire efficacemente la tua presenza come una squadra.

6. Potenzia i tuoi contenuti con annunci a pagamento

Se non ottieni le impressioni che speravi sui social media, potrebbe avere un senso amplificare le tue opinioni mettendo degli euro pubblicitari a pagamento nei tuoi post fino a quando la tua presenza non prende piede. Ogni rete nativa ha le sue funzionalità sociali a pagamento, oppure puoi utilizzare uno strumento social a pagamento per potenziare rapidamente i tuoi post.

Per velocizzare i tempi utilizza uno strumento automatico di social media

Uno strumento di social marketing come Sprout Social ti consente di risparmiare innumerevoli ore gestendo la tua presenza. Sono ormai lontani i giorni in cui dovresti trovarti ad accedere e ad uscire manualmente da ciascun profilo social quando è il momento di pubblicare un messaggio, rispondere ai clienti o ottenere i tuoi dati analitici sui social media.


Con i social network abbiamo preso l’abitudine di far conoscere ogni aspetto più intimo della nostra vita privata anche a chi non conosciamo, riducendo ulteriormente il concetto di privacy e di riservatezza.

Anche se può essere utile usare i social per alcuni scopi, per altri sarebbe meglio cercare di ridimensionare il loro utilizzo o di nascondere alcune attività, in modo da non far sapere proprio tutti di noi agli altri.

Per questo motivo abbiamo deciso di proporvi una guida per essere invisibili sui social network, in particolare abbiamo scelto i più famosi ed utilizzati al mondo, in modo da rendere la vostra esperienza d’uso più sicura e appagante.

Come essere invisibili su Facebook

È senza dubbio il social network più utilizzato al mondo, premesso che essere completamente invisibile è impossibile per via della sua stessa natura, ci sono alcune operazioni che si possono fare per rendere meno visibile la tua presenza.

Avrai sicuramente notato che a fianco dei nomi dei tuoi contatti compare il loro stato online e l’ultimo accesso, due segni tangibili della loro presenza e attività su Facebook, ebbene, è possibile disattivare questa funzionalità.

Per farlo basta andare, da pc, su Opzioni, cliccando sull’icona a ingranaggio che si trova in basso a destra nella finestra della chat e scegliere la voce Disattiva lo stato di attività

È possibile anche scegliere se disattivare lo stato di attività a tutti i contatti e diventare invisibile per tutti, oppure, selezionare la voce Disattiva lo stato di attività per tutti i contatti tranne…Scegliendo i nomi delle persone da aggiungere che non potranno vedere lo stato Online; in ultimo, si può anche fare l’esatto opposto, scegliendo Disattiva lo stato di attività solo per alcuni contatti, in questo caso vengono inseriti i nomi delle persone a cui sarà mostrato lo stato di attività online.

Per completare l’operazione, dalla schermata delle opzioni della chat si può inoltrare e selezionare anche la voce Disattiva chiamate/videochiamate, che impedirà a chiunque di chiamare.

Sempre dall’elenco delle chat si può decidere di disattivare la chat con una specifica persona in modo da non far contattare, basta aprire la chat con la suddetta persona e poi in alto a destra fare un click sull’icona delle impostazioni e poi scegliere Blocca.

Un’altra operazione per essere invisibile è quella di disattivare, sempre dalle Impostazioni, la voce Mostra quando sei attivo/a, in modo che nessuno sia in grado di vedere gli accessi su Facebook.

Inoltre, ricorda che puoi anche limitare la privacy dei post che pubblichi scegliendo tra Tutti, Tutti tranne e Amici e scoraggiare i motori di ricerca a mostrare il tuo profilo Facebook tra i risultati di ricerca sul web.

Come essere invisibili su Instagram

Instagram è un altro social network molto utilizzato che sta riscuotendo sempre più successo, in particolare tra i giovani. Anche in questo caso è possibile limitare la visibilità scegliendo un approccio più orientato alla privacy.

Aprire l’applicazione e fare un click sull’icona a forma di omino in basso allo schermo, poi fare un tap sulle tre linee orizzontali che si trovano nell’angolo in alto a destra dello schermo e poi su Impostazioni.

Scegliere la voce Privacy e sicurezza per accedere a una serie di Impostazioni utili nell’ottica di limitare la visibilità.

Scegliendo la voce Stato di attività, si può togliere la levetta su Mostra stato di attività, questo impedisce ad altre persone di sapere l’orario dell’ultima attività su Instagram. È possibile anche bloccare e limitare i commenti sotto i post e alle storie in modo da controllare maggiormente le attività sul profilo.

Inoltre, se si preferisce un approccio molto più radicale, è possibile andare su Privacy e sicurezza e rendere il proprio account completamente privato. Con questa scelta tutti i contenuti saranno invisibili a chi non è follower, per diventarlo, le persone dovranno fare apposita richiesta.

Per fare questo bisogna andare su Privacy dell’account e attivare la levetta che si trova vicino ad Account privato dal menu a scomparsa. Infine, si possono anche bloccare le persone, in questo caso si deve pigiare sui tre puntini in alto a destra dello schermo e poi selezionare la voce Blocca.

Come essere invisibili su Twitter

Infine, vediamo come aumentare la privacy anche su Twitter che continua ad avere un numero elevato di utenti che lo utilizzano ogni mese, nonostante abbia subito in lieve calo negli ultimi anni.

Se si vuole limitare la visibilità su Twitter bisogna lanciare l’applicazione dallo smartphone, premere sull’icona della propria immagine di profilo e poi su Impostazioni e privacy, infine su Privacy e sicurezza dal successivo menu a comparsa.

Anche in questo caso è possibile scegliere se rendere visibile o meno l’account e i tweet sia già pubblicati che futuri, per farlo si deve attivare la levetta accanto a Proteggi i tuoi Tweet.

Attivando questa opzione, le persone dovranno mandare una richiesta per seguire il tuo profilo Twitter, avrai la facoltà di poter decidere se approvare o meno la richiesta.

È anche possibile prendere decisioni in merito alla possibilità di taggarti nelle foto, ma anche bloccare uno specifico account, è sufficiente recarsi sul simbolo con i 3 pallini che si trovano nell’angolo in alto a destra dello schermo del proprio smartphone e poi selezionare la voce Blocca, inserendo il nome dell’account da bloccare.

Conclusioni

Non è sempre possibile essere completamente invisibili sui social network per la loro stessa natura di condivisione. Chiunque utilizza un qualsiasi tipo di social deve essere consapevole che sta scegliendo di condividere la propria vita con altre persone.

Facebook, Instagram e Twitter mettono a disposizione alcuni strumenti utili per ridimensionare la privacy, non ti renderà completamente invisibile ma sicuramente ti permetterà la tutela di alcuni aspetti della tua vita sui social.


Hai iniziato ad utilizzare Instagram da poco e mentre guardavi il feed hai visto una foto o un video pubblicato da un profilo di una persona, hai notato l’assenza dell’icona di condivisione del post, per capirci, il famoso pulsante “Condividi” che troviamo su Facebook.

Devi sapere che Instagram non permette la condivisione dei post pubblicati da altre persone, sicuramente, essendo abituato a Facebook e ad altri social network che permettono l’operazione, ti sembrerà strano non avere questa possibilità.

La funzione di condivisione è ciò che ha reso celebre la maggior parte dei social network, ma i creatori di Instagram hanno volutamente deciso di non integrarla sulla piattaforma per favorire la creazione e distribuzione di contenuti sempre nuovi e originali.

Pur non essendoci la funzione nativa e andando contro le linee guida e le condizioni d’uso di Instagram, devi sapere che è possibile superare questo limite, utilizzando il Repost offerto da alcune applicazioni sviluppate appositamente.

FARE REPOST SU INSTAGRAM CON APPLICAZIONI DI TERZE PARTI

Per superare i limiti sulla ricondivisione dei contenuti su Instagram, è necessario installare applicazioni di terze parti che permettono di prendere il contenuto originale visto sul feed e condividerlo sul proprio profilo.

Prima di procedere con la lettura, ti ricordiamo che avvalerti di queste applicazioni vuol dire violare le norme sulle condizioni d’uso del social, per cui, in caso di controlli, potresti avere il ban temporaneo o la chiusura definitiva dell’account, per questo motivo, fai molto attenzione a cosa decidi di pubblicare.

Problemi maggiori possono sorgere dalla condivisione di contenuti che sono protetti da copyright, questi attirano maggiormente l’attenzione e potrebbero spingere Instagram a prendere provvedimenti seri sul tuo account.

Le applicazioni di repost Instagram sono disponibili gratuitamente sugli app Store Android che iOS, semplicissime da installare e da utilizzare, ne sono presenti a decine ma le più famose sono sicuramente due: Repost for Instagram e InstaRepost For Instagram, quest’ultima disponibile solo per iOS.

Repost for Instagram

Repost for Instagram è un’applicazione disponibile sia per dispositivi Android che iOS, è gratuita ed è una delle più utilizzati per fare il repost dei contenuti sul celebre social network.

Il suo punto di forza è la grafica, semplice e pulita, che la rende un’app di facile utilizzo, bastano pochi passaggi per ottenere la condivisione del contenuto.

Dopo averla scaricata, l’applicazione fa intuire subito il suo funzionamento, è sufficiente copiare l’URL del post che si desidera per pubblicare sul nostro profilo, che sia una foto o un video.

Dopo aver individuato il tipo di contenuto Su Instagram, basta fare un tap sui tre puntini e poi su Copia Link nel menu che si apre.

Dopo aver copiato il link, aprire l’applicazione Repost For Instagram, apparirà automaticamente il link copiato in precedenza su Instagram, cliccare sull’anteprima che si vede del post che si apre nella nuova finestra, sotto sarà possibile decidere dove disporre l’etichetta con il nome utente del profilo originale che ha condiviso il post.

Infine, per completare la procedura è sufficiente cliccare su “Repost”, sul profilo apparirà il contenuto condiviso proprio come accade su Facebook e Twitter.

 L’app è gratuita, ma se si desidera rimuovere tutta la pubblicità, è possibile farlo eseguendo l’upgrade a pagamento del costo di 5,99 euro.

InstaRepost for Instagram

Questa applicazione è dedicata unicamente ai possessori di dispositivi iOS che vogliono effettuare il repost dei contenuti del profilo Instagram di un altro utente.

Il funzionamento di questa applicazione è molto simile a quello dell’app precedente, anche in questo caso bisogna aprire Instagram, scegliere il contenuto che si vuole repostare e poi fare un tap sui tre puntini, copiando l’URL, scegliendo la voce “Copia link”.

Dopo aver copiato l’URL, aprendo l’app InstaRepost for Instagram, dovrebbe già essere disponibile il contenuto copiato, cliccarci per vedere l’anteprima del post e decidere dove mettere l’etichetta con il nome del profilo originale che ha pubblicato il post, infine cliccare sul bottone in basso a destra.

Anche questa applicazione è completamente gratuita, ma se si desidera procedere all’acquisto dell’applicazione è possibile farlo al costo di 5,49 euro, questo permette di rimuovere completamente la pubblicità e usare l’app liberamente.

SCARICARE I VIDEO PUBBLICATI SU INSTAGRAM

Un’altra funzione interessate da ricavare tramite applicazioni è quella del download dei video pubblicati su Instagram, sia sul profilo che nelle Storie.

Anche in questo caso bisogna affidarsi a delle applicazioni di terze parti, seguendo alcuni passaggi sarà possibile scaricare i video velocemente sul proprio dispositivo, anche in questo caso segnaliamo delle app.

Android

Per Android segnaliamo l’app Fast Save, disponibile gratuitamente sullo store, dopo averla installata, bisogna fare tap su Open Instagram, che apre Instagram con il profilo loggato in cui sarà possibile cercare il video che si vuole scaricare.

Dopo averlo trovato, fare tap sui tre puntini e scegliere “Copia link”, poi tornare all’app Fast Save per incollare l’URL e scaricare il contenuto.

Scaricare i video delle Instagram Stories

Per scaricare il video dalle Storie, è possibile usare un’altra app famosa e gratuita denominata Story Saver, dopo averla lanciata, bisogna loggarsi con i dati che si usano per Instagram, all’interno si vedranno tutti i contenuti pubblicati dagli utenti e sarà possibile effettuare il download.

Cliccando sull’utente si visualizzano le Stories sotto forma di video che potranno essere scaricate facendo tap, scegliendo anche se condividere o respostare il contenuto su Instagram.

iOS

Infine, per i dispositivi iOS c’è InstDown, anche questa applicazione fa scaricare i video da Instagram sul proprio dispositivo. È sufficiente andare su Instagram, fare un tap sui tre puntini in alto a destra e poi copiare il link. Fatto questo, basta andare sulla schermata di InstDown e incollare il link nel campo corrispondente della voce Put Your Link, infine, premere sulla freccetta a testa in giù per completare lo scaricamento del contenuto.

LEGGI ANCHE: Instagram Bot, come funzionano i bot Instagram


Instagram è il social network per antonomasia delle foto, se si vuole diventare popolari e riscuotere successo su questo importante social è fondamentale cercare di ottenere quanti più followers e like possibili, ma non sempre è facile farsi notare. Sicuramente in questo può esserci d’aiuto postare nei momenti giusti, quando un maggior numero possibile di follower potrà vedere la nostra foto e mettere con più probabilità l’agognato like.

Ma come si fa a sapere quando è il momento migliore per postare su Instagram?

La risposta ce la fornisce Later che ha analizzato 12 milioni di post di Instagram e ha scoperto i momenti migliori per pubblicare post su Instagram.

Ma è anche il momento migliore per postare su Instagram per la tua attività?

Ogni account Instagram ha un pubblico unico, con follower posizionati in diversi fusi orari, quindi è importante trovare il momento migliore personalizzato per postare su Instagram.

La pianificazione dei tuoi post su Instagram con tempi ottimizzati ha dimostrato di aiutarti ad aumentare follower e ottenere più engagement sui tuoi post.

Miglior tempo per postare su Instagram secondo l’analisi di 12 milioni di post

Ritorniamo alla domanda iniziale: qual è il momento migliore per postare su Instagram?

Come dicevamo per trovare il momento migliore per pubblicare su Instagram per ottenere il maggior coinvolgimento nel 2019, Later ha analizzato 12 milioni di post Instagram , pubblicati in più fusi orari in tutto il mondo da account che vanno da 100 a 1 milione di follower.

Ecco i 3 migliori tempi globali da pubblicare su Instagram per ogni giorno della settimana, rappresentati in Eastern Standard Time, individuati da Later, qui riepilogati per una rapida consultazione:

Lunedì: 06:00, 10:00 e 22:00 EST
Martedì: 2.00, 4.00 e 9.00 EST
Mercoledì: 07:00, 08:00 e 23:00 EST
Giovedì: 09:00, 12:00 e 19:00 EST
Venerdì: 05:00, 13:00 e 15:00 EST
Sabato: 11:00, 19:00 e 20:00 EST
Domenica: 07:00, 08:00 e 16:00 EST

Detto questo, dall’analisi di Later è venuto fuori che se vuoi ottenere un maggiore coinvolgimento, è meglio scoprire quali sono i tuoi tempi migliori personalizzati per pubblicare basati sul tuo pubblico unico.

La tempestività è sempre stata un fattore importante nell’algoritmo di Instagram, ma da quando Instagram ha aggiornato l’algoritmo all’inizio del 2018, quando pubblichi su Instagram è più importante che mai!

“Con questi cambiamenti, il tuo feed si sentirà più fresco e non ti perderai i momenti che ti interessano”, ha scritto Instagram nel loro comunicato stampa.

Ottimizza il tempo di pubblicazione dei post per avere la meglio sul nuovo Algoritmo di Instagram 2019

Di conseguenza, se si desidera battere l’algoritmo di Instagram nel 2019, è necessario ottimizzare il tempo di pubblicazione per quando la maggior parte dei follower è online.

Pensala in questo modo: poiché Instagram sta dando la priorità ai “nuovi” contenuti nei feed delle persone, il tuo colpo migliore per ottenere i tuoi contenuti di fronte ai tuoi follower è pubblicandoli quando la maggior parte di essi sta attivamente scorrendo l’app.

Ecco perché è così importante trovare il tuo momento migliore personalizzato per postare su Instagram: puoi hackerare l’algoritmo per aumentare la tua copertura e ottenere più Mi piace e follower.

Ti potrebbe anche interessare: Come promuovere il tuo profilo fotografico su Instagram

Come trovare i tuoi migliori tempi per pubblicare su Instagram nel 2019:

Utilizza la migliore postazione di post-produzione successiva per calcolare automaticamente i tuoi 7 migliori tempi di pubblicazione

  1. Trova i tuoi fusi orari migliori e vedi quando i tuoi follower sono online
  2. Sperimenta con diversi tempi di pubblicazione e misura i tuoi progressi

Se vuoi saltare gli esperimenti e ottenere  buoni dati, una piattaforma di marketing di Instagram come Later può fare il lavoro per te!

La funzione Best Time To post per postare in seguito calcola automaticamente i 7 tempi di pubblicazione migliori in base ai post più efficaci del mese recente.

Poiché ogni account Instagram è diverso, è stata creata una funzione che ti offrisse i tuoi migliori tempi di pubblicazione personalizzati – ed è esattamente ciò che fa il Best Time to Post!

Se ti trovi in ​​uno dei piani aziendali di Later , che iniziano a soli $ 19 al mese, i tuoi migliori tempi di pubblicazione verranno automaticamente evidenziati nel calendario dei contenuti settimanali, rendendo super facile pianificare i post di Instagram per quando il pubblico è più attivo !

Altri modi per calcolare il tuo momento migliore per pubblicare su Instagram

Se non vuoi pagare per trovare i tuoi tempi migliori da pubblicare su Instagram, puoi anche calcolarli manualmente. Ecco in che modo puoi procedere:

1. Trova il tuo fuso orario e vedi quando i tuoi follower sono online

Quando si tratta del momento migliore per pubblicare post su Instagram, è fondamentale pensare ai fusi orari dei follower di Instagram.

La cosa migliore che puoi fare per trovare il tempo di pubblicazione ottimale per Instagram è la ricerca del tuo pubblico utilizzando lo strumento di analisi nativo di Instagram, Instagram Insights.

Instagram Insights ti offre tutto ciò che potresti chiedere: puoi vedere dove si trovano i tuoi follower, il loro sesso, la loro età e, soprattutto, quando sono più attivi su Instagram.

Tieni presente che per accedere a Insights, devi impostare un profilo business Instagram o un profilo creator Instagram .

Non sei ancora passato al profilo aziendale di Instagram? Scopri subito Perchè è meglio il profilo business per il tuo brand

Uno degli ulteriori vantaggi del passaggio a un profilo creator è che si ottiene anche l’accesso al dashboard di Instagram Creator Studio, ricco di preziose informazioni sul pubblico, compresi i dati avanzati per quando i follower sono online.

I profili creator hanno anche accesso ai dati relativi a informazioni sulla crescita del tuo profilo.

Se ti trovi in ​​uno dei piani a pagamento di Later , puoi anche tenere traccia delle informazioni chiave relative ai tuoi follower direttamente nella dashboard successiva con Instagram Analytics di Later !

Ad esempio, puoi anche utilizzare i dati sulla posizione in Instagram Analytics per individuare i tuoi migliori fusi orari guardando le tue città più famose e scoprire quando i tuoi follower sono più attivi su Instagram direttamente dal tuo desktop.

La parte migliore? In seguito Instagram Analytics include tutti gli approfondimenti che conosci e ami dall’app Instagram, oltre a dati aggiuntivi per il calcolo dei tempi migliori da pubblicare, tasso di coinvolgimento, percentuale di clic e altro ancora!

Usando questi dati, puoi avere una buona conoscenza dei tempi e dei giorni migliori da pubblicare su Instagram, e quindi programmare facilmente i tuoi messaggi in quei momenti!

Aumenta il tuo coinvolgimento, ottimizza le tue storie, guida il traffico e altro ancora con la nuova Instagram Analytics di Later.

Stai cercando di aumentare le perfomances dei tuoi post anche su Facebook? Allora ti può essere utile leggere Cosa puoi imparare dai post di maggiore successo su Facebook”.

2. Sperimenta con i tempi di pubblicazione e misura i tuoi progressi

Se preferisci eseguire l’analisi dei numeri da solo, puoi creare un foglio di lavoro per tenere traccia di quanto impegno ricevi quando pubblichi in momenti diversi in giorni diversi.

Inizia scegliendo cinque diverse volte durante la settimana.

Ad esempio, se noti che i tuoi follower sono più attivi tra le 17 e le 21, pianifica i tuoi post in modo che vengano visualizzati alle 17,18,19,20 e 21.

Nel foglio di lavoro, tieni traccia del numero di Mi piace e dei commenti ricevuti da ciascun post, insieme alla data e all’ora in cui sono stati pubblicati.

La settimana seguente, cambia la tempistica dei tuoi post per ogni giorno. Ad esempio, se hai pubblicato alle 17:00 il lunedì della settimana 1, pubblica alle 18:00 durante la settimana 2.

Potrebbero essere necessarie alcune settimane, ma puoi utilizzare queste informazioni per aiutarti a scegliere i giorni migliori da condividere su reti specifiche in base al tuo pubblico e le volte che funzionano meglio per ottenere traffico in quei giorni specifici.

Altri fattori da considerare quando si tratta di pubblicare negli orari migliori:
Ovviamente, un pubblico diverso sarà attivo in momenti diversi, quindi non esiste una regola ferrea sul momento migliore per pubblicare su Instagram.

Ma ci sono alcune regole generali che dovresti prendere in considerazione:

1. Pubblica nei tuoi timezone più attivi: potresti trovarti a Los Angeles, ma se la maggior parte dei tuoi follower si trova a New York, dovresti tenere presente il fuso orario EST.

Se hai follower sia nel Nord America che nel Regno Unito, potresti notare che pubblicare in “momenti” nel tuo fuso orario (come il PST di mezzanotte) ti fa davvero bene, perché sono le 8 a Londra, in Inghilterra.

2.Pubblica di più durante le ore di lavoro non lavorative invece che durante il giorno: in genere, i periodi migliori per pubblicare post su Instagram possono essere l’ora di pranzo (dalle 11:00 alle 13:00) e la sera (dalle 19 alle 21:00). Invece di postare mentre sei alla tua scrivania, pianifica i post Instagram durante la giornata di lavoro in modo da non doverti preoccupare durante il tuo tempo libero!

3. Salva i post importanti per i giorni feriali: le differenze sono minime, ma il coinvolgimento medio su Instagram si sposta a seconda del giorno. Ad esempio, le aziende B2B possono ottenere un maggiore coinvolgimento durante la settimana mentre il loro pubblico è al lavoro, mentre i blogger possono ottenere un maggiore coinvolgimento nei fine settimana quando il loro pubblico ha più probabilità di avere il tempo di leggere i loro post.

Come programmare il tuo miglior tempo per postare su Instagram

Ora che sai quando il tuo pubblico Instagram è più attivo e come guidare il maggior coinvolgimento in base all’attività del tuo pubblico, l’ultimo passaggio consiste nel pianificare i tuoi post su Instagram per i tuoi momenti migliori personalizzati da pubblicare su Instagram.

Ci sono molte ragioni per cui dovresti pianificare i post di Instagram nel 2019, ma uno dei motivi principali è che sarai in grado di pubblicare regolarmente i tuoi contenuti nei momenti migliori per postare su Instagram.

Uno dei modi migliori per assicurarti di pubblicare costantemente quando il pubblico è più attivo è utilizzare lo strumento di pianificazione rapida di Later .

Con Quick Schedule, puoi creare la tua coda di Instagram in base ai tuoi tempi migliori da pubblicare.

Devi solo selezionare i tuoi orari di pubblicazione una volta, e quindi puoi facilmente risparmiare tempo trascinando e rilasciando i post sul tuo calendario, che verrà automaticamente programmato per i tuoi tempi migliori da pubblicare su Instagram.

Instagram è un canale incredibile per le aziende che vogliono raggiungere i loro obiettivi di marketing, ma nel 2019 non è sufficiente pubblicare contenuti ogni volta che ne hai voglia.

Pianificando e programmando in anticipo i tuoi post per il momento migliore per postare su Instagram, puoi aumentare il tuo coinvolgimento, guidare il traffico e conquistare nuovi follower e clienti!

Stai cercando di incrementare i likes del tuo profilo Instagram ma ti risulta difficile? Tieni presente che Comprare likes  è utile solo se acquisti followers instagram reali

Conclusioni: cosa puoi fare da subito per programmare al meglio i tuoi post su Instagram

Quindi ricapitolando se vuoi postare su Instagram nei tempi migliori puoi:

  1. Trovare i tuoi fusi orari migliori e vedi quando i tuoi follower sono online
  2. Sperimentare con diversi tempi di pubblicazione e misura i tuoi progressi

Se non hai tempo e modo di fare tu direttamente gli esperimenti e ottenere  buoni dati, puoi rivolgerti ad una piattaforma di marketing di Instagram come Later, che può fare il lavoro per te con un piccolo investimento!

La funzione Best Time To post  per postare in seguito della piattaforma Later calcola automaticamente i 7 tempi di pubblicazione migliori in base ai post più efficaci del mese recente.

Poiché ogni account Instagram è diverso, è stata creata una funzione che ti offrisse i tuoi migliori tempi di pubblicazione personalizzati – ed è esattamente ciò che fa il Best Time to Post!

Se ti trovi in ​​uno dei piani aziendali di Later , che iniziano a soli $ 19 al mese, i tuoi migliori tempi di pubblicazione verranno automaticamente evidenziati nel calendario dei contenuti settimanali, rendendo super facile pianificare i post di Instagram per quando il pubblico è più attivo!

Investire sui migliori tempi di pubblicazione dei post su Instagram è un importante risorsa di marketing perchè ti farà avere maggiori risultati in termini di aumento follower, likes e di interazioni sul tuo profilo Instagram.

Cosa aspetti a migliorare il rendimento del tuo profilo Instagram?


Dopo aver usato per un po’ di tempo Instagram hai deciso che non è il social network che fa per te e vuoi eliminarlo ma non vuoi perdere tutti i contenuti? Devi sapere che prima di eliminare l’account puoi fare il backup dei dati, nei paragrafi successivi ti spiegheremo la procedura da fare.

Instagram è uno dei social network più usato al mondo, ha superato il miliardo e mezzo di iscritti, il successo è sicuramente dovuto alle tante funzioni disponibili nell’app, tra cui anche la possibilità di creare un profilo aziendale per sponsorizzare i prodotti e il proprio brand.

Anche se il social è molto apprezzato, sono tanti gli utenti che decidono di cancellare l’account Instagram, a volte per motivi di privacy, altri invece decidono di staccarsi dal mondo dei social network e concentrarsi sulla realtà quotidiana.

Qualunque sia il motivo che ti spinge a voler eliminare il tuo account Instagram, ti diremo come fare questo passo senza perdere le foto caricate nel corso del tempo.

Sono tanti gli utenti che non pensano o non conoscono l’eventualità di effettuare un backup dei propri dati che alla fine, cancellano l’account perdendo foto e video pubblicati e altri dati personali importanti.

Per evitare rimorsi, è necessario fare il backup di Instagram prima di disattivare l’account o eliminarlo definitivamente.

COME FARE IL BACKUP DELLE FOTO SU INSTAGRAM

Instagram permette di avere in automatico una copia di tutte le immagini e i video pubblicati, comprese le Instagram Stories, inoltre, possibile scaricare commenti, condivisioni e didascalie dei post corredate da hashtag.

Tutti i dati dell’account sono salvati in un file JSON e si possono leggere in un file formato Notepad o TextEdit, queste informazioni, comunque non vengono molto prese in considerazione, quelle più di interesse sono rappresentate dalle foto.

Le foto possono essere scaricate in ordine cronologico formato JPEG, ma la risoluzione è bassa, 1080×1080 pixel, non è possibile rimediare in alcun modo.

Le foto da Instagram possono essere scaricate e salvate sia da mobile che da pc, la procedura è semplicissima e in pochi minuti si può avere il backup di Instagram sul device.

Se si è in possesso di uno smartphone o un tablet Android o iOS, bisogna avviare l’app di Instagram, premere sull’icona del profilo dalla pagina principale, al suo interno fare tap sull’icona del menu in alto a destra.

Accedere ad Impostazioni > Privacy e Sicurezza > Scarica i Dati. Dopo aver confermato l’indirizzo e-mail e cliccato su Richiedi il Download, si riceverà un link che contiene la copia dei contenuti condivisi su Instagram, foto incluse, più altre informazioni. L’app fa sapere che possono volerci circa 48 ore per raccogliere tutte le informazioni e inviare i file, anche se poi, nel concreto, sembra bastino pochi minuti.

Entro due giorni dal momento in cui viene avviato il processo, Instagram invia una mail con un link che contiene tutti i file, basterà cliccarlo, digitare nome utente e password del proprio account e poi, successivamente, su Download dei dati, in modo da scaricare l’account ZIP che contiene tutti i contenuti richiesti.

SCARICARE LE FOTO DI INSTAGRAM DA COMPUTER

Per fare il backup da Instagram occorre aprire il browser e poi accedere al sito ufficiale del social network; dopo aver effettuare il login, cliccare sull’immagine di profilo, poi su Modifica > Profilo.

Nel menu a sinistra scegliere la voce Privacy e Sicurezza e poi su Download dei Dati, anche in questo caso viene richiesta la conferma dell’indirizzo e-mail al quale sarà avviato il link per scaricare il file in formato ZIP.

Dopo aver fatto il backup e salvato tutti i contenuti, sarà possibile cancellare l’account Instagram mettendo al sicuro le foto e i video.

ELIMINARE DEFINITIVAMENTE L’ACCOUNT INSTAGRAM

Per eliminare il profilo Instagram è necessario andare all’interno del menu Impostazioni, la sola opzione disponibile da questa interfaccia è la disattivazione temporanea poiché l’applicazione permette sempre di tornare indietro e riattivare l’account facendo il login.

Ma, esiste un link segreto per eliminare definitivamente l’account senza ripensamenti, a cui si accede solo dall’interfaccia web di Instagram, per usarlo è necessario fare il login.

Il sistema chiede di indicare il motivo per il quale si vuole cancellare definitivamente l’account scegliendo tra una serie di alternative preimpostate.

Sarà necessario nuovamente digitare la password e cliccare sul pulsante rosso Ok, sotto la scritta Elimina il mio account in modo definitivo.

Dopo aver cliccato non sarà più possibile tornare indietro, tutti i dati dell’account, file e informazioni saranno perse.

Nel caso si voglia far ritorno su Instagram, bisognerà partire da zero creando un nuovo account; se si preferisce una soluzione meno drastica si può optare per la disattivazione temporanea.

COME DISATTIVARE L’ACCOUNT INSTAGRAM TEMPORANEAMENTE

Se si vuole disattivare il profilo Instagram solo momentaneamente è possibile farlo tramite una procedura veloce da fare da browser; come prima cosa è necessario collegarsi al sito ufficiale del social network e cliccare sull’icona del profilo che si trova in alto a destra nella pagina principale.

Il passaggio successivo consiste nel cliccare su Modifica Profilo e poi su Disabilita temporaneamente il mio account. Anche in questo caso viene chiesto di scegliere una motivazione.

Dal momento in cui si conferma questa operazione, tutte le informazioni e le attività dell’account non saranno più accessibili fino a quando non si farà nuovamente l’accesso.

È possibile riattivare l’account Instagram facendo semplicemente il login, dopo l’accesso si dovrà attendere qualcosa ora per rivedere tutte le informazioni e i contenuti del profilo.


I social network sono entrati nella nostra quotidianità diversi anni fa, col passare del tempo sono diventati uno strumento indispensabile per comunicare con le persone in ogni parte del mondo, ma quali sono i social network più usati in Italia e in Europa?

Cos’è un social network? È un sito che permette di connettersi con altri utenti sul web e condividere diversi tipi di contenuti come testo, foto, video, audio, documenti, si tratta di canali di comunicazione rapidi che favoriscono l’interazione a 360°.

Sono tanti i social network nel mondo, il più famoso è sicuramente Facebook, ma ce ne sono tanti altri che vantano milioni di utenti e che vengono usati assiduamente, di seguito vi elenchiamo quelli più usati in Italia e in Europa, ma sostanzialmente anche in tutto il mondo, spiegandovi brevemente come funzionano.

1. Facebook

Facebook è il social network più utilizzato al mondo, si stimano più di due miliardi di visitatori ogni mese, permette di creare profili, caricare foto e video, inviare messaggi, restare in contatto con gli amici e i famigliari, disponibile in 37 lingue differenti ed ha varie funzioni. Sono presenti i gruppi che permettono ai membri di condividere interessi comuni e interagire; si possono pubblicizzazione eventi, invitare gli ospiti a partecipare e condividere; è presente la funzione pagine che permette di creare e promuovere pagine pubbliche costruite attorno aziende, argomenti e persone.

Il profilo personale permette di interagire e chattare con altre persone, condividere, pubblicare contenuti, insomma è possibile fare proprio di tutto.

2. Youtube

Youtube è il primo social al mondo per la condivisione dei video, è possibile aprire un canale, caricare contenuti e farsi seguire da altre persone.

Sono stimati più di un miliardo e mezzo di visitatori ogni mese. È anche il secondo motore di ricerca al mondo, usato dai giovani per effettuare ricerche al posto di Google. Creato nel 2005 e acquistato da Google nel 2006, è possibile interagire sulla piattaforma solo dopo essersi registrati.

3. Twitter

Twitter ha milioni di utenti ogni mese, offre un servizio di microblogging per tutte le persone registrate, famoso per i brevi post chiamati tweet. È accessibile da varie piattaforme e device, gli utenti possono essere organizzati in liste condivisibili con altri utenti. Si possono inviare messaggi privati. Di default i tweet sono pubblici.

4. Instagram

Instagram è un social network famosissimo fruibile attraverso un app dedicata che permette la condivisione di foto e brevi video, ha un’interfaccia grafica piacevole e intuitiva, dopo l’iscrizione, si possono pubblicare foto, video, commenti e mettere “like” ai contenuti altrui.

Famoso per l’utilizzo degli hashtag per catalogare le foto e facilitarne la ricerca sulla piattaforma, usando quelli giusti si mostra agli utenti interessati a un particolare argomento, i propri contenuti. Acquistato da Facebook, condividere lo stesso sistema di gestione delle inserzioni pubblicitarie.

5. LinkedLn

Linkedln è un social network adatto a chi vuole fare business, lo scopo è quello di registrare membri che condividano con gli altri le proprie esperienze lavorative e le proprie competenze. Per questo motivo la pagina utente ha come primo elemento la sezione delle competenze, votate da altri utenti, oltre a uno spazio riservato all’esperienza lavorativa.

Per la sua struttura, questa pagina del social potrebbe sostituire il curriculum vitae. Interessanti e molto utili i gruppi in cui è possibile trovare tante persone con interessi simili.

6. Tumblr

Tumblr è un sito di microblogging e social network, appartenente a Yahoo dal 2013, permette agli utenti di pubblicare contenuti multimediali sotto forma di blog-breve.

Se un utente sceglie di seguire un’altra persona o dei contenuti specifici, questi appariranno nella sua dashboard. I blog creati possono anche essere privati e consentire l’accesso solo ad alcune persone.

7. Flickr

Flickr è un sito per l’hosting di foto e video, realizzato nel 2004 e acquisito da Yahoo nel 2005, ha lo scopo di offrire una vetrina di immagini ai fotografi ed essere un punto di riferimento per gli appassionati di fotografia.

Le foto presenti sulla piattaforma possono essere incorporate anche nei blog e all’interno dei social media, in modo da favorirne ulteriormente la condivisione.

8. Meetup

Meetup ha come obiettivo quello di far incontrare le persone che si rovano nella stessa città ma anche in continenti diversi, permette di riunirsi intorno ad interessi comuni. Realizzato dopo l’attacco alle torri gemelle dell’11 settembre 2011, questo social prese l’ispirazione dai cittadini di New York che, nei mesi successivi, si riunirono, facendo comunità, intorno a quanto era accaduto. In Italia è famoso perché scelto dal Movimento 5 Stelle per organizzare i propri eventi.

9. VKontakte

VKontakte è un social network moto famoso in Europa, disponibile in diversi linguaggi, il suo successo è dovuto soprattutto dalla sua diffusione in Russia e negli ex paesi dell’Unione Sovietica.

Con questo servizio è possibile inviare messaggi pubblichi o privati, creare gruppi, pagine pubbliche, eventi, condividere contenuti di qualsiasi genere, giocare su app online.

10. ClassMates

ClassMates è nato dall’idea di Randy Conrads di aiutare alcuni suoi compagni di classe e colleghi a trovare persone che hanno frequentato lo stesso istituto, che sia l’asilo, la scuola elementare, la scuola superiore, l’università o un’azienda, per rimanere in contatto.

Nel 2010 la piattaforma ha introdotto la possibilità di condividere musiche, trailer di film, immagini, video e tanti altri. Per accedere a questo social network bisogna acquistare un piano Gold.

Questi sono i social network più diffusi in Italia e in Europa, che vengono utilizzati quotidianamente da milioni di persone per restare in contatto in ogni parte del mondo si trovino.


Vuoi migliorare il valore del tuo gruppo Facebook? Stai cercando di incoraggiare conversazioni più significative e di far crescere la portata del tuo gruppo Facebook?

In questo articolo, scoprirai cinque funzioni di Facebook Gruppi, consigliate da da Social Media Examiner che puoi utilizzare per guidare l’impegno e le conversazioni tra i tuoi membri.

I gruppi di Facebook possono essere un modo fantastico per condividere contenuti, interagire con i tuoi fans e creare, rafforzare il tuo marchio. Sono anche potenti strumenti per far crescere la tua mailing list. Quando gestire un gruppo fa parte della tua strategia di marketing, ottenere i lead email dal tuo gruppo è importante.

5 strategie per aumentare la tua community su Facebook

1: Utilizza regole e moderatori per mantenere il contenuto del gruppo sull’argomento

Quando si imposta il proprio gruppo su Facebook , è importante condividere lo scopo del gruppo e assicurarsi che i membri del gruppo ne siano a conoscenza al momento dell’adesione.

Definisci lo scopo o l’intenzione del tuo gruppo; quali tipi di informazioni, argomenti e contenuti saranno condivisi; e quello che il tuo gruppo spera di fare per i suoi membri. Se i membri si uniscono al tuo gruppo credendo di ottenere consigli utili sulla pubblicazione di un libro, rimarranno delusi se troveranno molti post di autori che promuovono i propri libri.

Dopo aver delineato i valori o la missione del tuo gruppo, assicurati di trasmettere queste informazioni nella descrizione del gruppo e condividerle quando nuovi membri si uniscono al gruppo. La descrizione sarà visibile ai non membri se il tuo gruppo è pubblico o chiuso e sarà in grado di vedere ciò che il tuo gruppo ha da offrire.

Ora andiamo ad esaminare due modi per allineare i contenuti e le conversazioni con la missione del tuo gruppo.

Arruolare moderatori

Gestire un gruppo su Facebook ti dà l’opportunità di sviluppare una comunità unica. Se pubblichi lo stesso contenuto sulla tua pagina Facebook che pubblichi nel tuo gruppo, non aumenti il ​​valore che fornisce e non dai alle persone un motivo per aderire al gruppo Facebook.

Attraverso le piattaforme, i tuoi post dovrebbero aggiungere valore al feed delle notizie. Non condivideresti lo stesso contenuto su LinkedIn e Snapchat e non dovresti quindi avere la stessa strategia di contenuto per i gruppi di Facebook e le pagine di Facebook.

I gruppi sono community esclusive per i fan più coinvolti, quindi i contenuti di gruppo dovrebbero riflettere tale esclusività. I membri dovrebbero sentirsi come se stessero ottenendo qualcosa di speciale, come offerte riservate ai membri e accesso dietro le quinte al tuo marchio.

I gruppi offrono l’opportunità di concentrarsi su un argomento o su un interesse condiviso, di esplorarlo in modo molto più approfondito rispetto a una pagina aziendale di Facebook, e il contenuto dovrebbe riflettere questo.

Per garantire che post e commenti restino focalizzati sul tuo scopo, devi moderarli. Come con gli amministratori di gruppo, i moderatori possono anche approvare, negare o rimuovere post .

Per assegnare il ruolo di moderatore a un membro stimato del tuo gruppo, fai clic sulla scheda Membri e trova il membro pertinente . Fai clic sul pulsante … accanto al nome e seleziona Crea moderatore dal menu a discesa.

Nella finestra pop-up, fai clic su Invia invito. Il membro riceverà quindi un invito a diventare moderatore di gruppo. Una volta accettato, possono iniziare ad aiutare post e commenti moderati nel gruppo.

Impostare le regole per le interazioni di gruppo

Quando aggiungi nuovi membri al gruppo, puoi rendere disponibile una serie di regole o linee guida della comunità per chiarire la funzione del gruppo. La creazione di una serie di regole consente di delineare le aspettative su come i membri del gruppo dovrebbero interagire e chiarire il comportamento che ci si aspetta.

Per aggiungere regole al tuo gruppo, vai alla scheda Gruppo moderato e fai clic su Crea regole.

Quindi fare clic sul pulsante Inizia a destra.

Nella finestra pop-up, puoi scegliere da un elenco di regole pre-scritte per i gruppi.

Se si preferisce creare una regola personalizzata, fare clic su Scrivi la propria regola e aggiungere un titolo e una descrizione.

Se scopri che un post ha violato una delle tue regole di gruppo, un amministratore o moderatore può rimuoverlo. Per fare ciò, apri il post e fai clic sul pulsante freccia giù nell’angolo in alto a destra. Quindi seleziona Rimuovi post dal menu a discesa.

Ora seleziona le regole che il post ha violato. Puoi anche aggiungere una nota descrittiva al registro delle attività, se lo desideri. Seleziona la casella di controllo nella parte inferiore della finestra se desideri condividere la nota con il membro.

Quando hai finito, fai clic su Rimuovi. Il poster riceverà quindi una notifica che il suo post è stato rimosso, specificando quali regole ha violato.

2: Attiva i badge per riconoscere i membri degni di nota

Riconoscere i membri del gruppo che danno un valido contributo è importante, e i badge sono un modo per farlo. Quando attivi questa funzione, disponibile per gruppi con più di 50 membri, i badge vengono visualizzati accanto ai nomi dei membri quando vengono pubblicati nel tuo gruppo, evidenziando i contributi che hanno apportato.

Alcuni badge sono temporanei, come ad esempio quelli che riconoscono i membri i cui post hanno ricevuto il maggior coinvolgimento nel mese precedente. Amministratori e moderatori di gruppo, d’altra parte, hanno sempre i badge.

Per attivare badge per il tuo gruppo, fai clic sul pulsante Altro e poi seleziona Modifica impostazioni gruppo dal menu a discesa.

Ora scorri verso il basso fino alla sezione Badge e fai clic su Gestisci badge.

Seleziona i badge che desideri attivare per il tuo gruppo e fai clic su Salva .

Ti potrebbe anche interessare: Cosa puoi imparare dai post di maggiore successo su Facebook

3: Incoraggia le relazioni tra soci e membri con la mentorship

Facebook ti offre la possibilità di creare un programma di tutoraggio all’interno del tuo gruppo. Il programma riunirà i membri del gruppo con i mentori che hanno esperienza o esperienza per aiutarli a raggiungere i loro obiettivi personali o professionali.

Quando attivi questa funzione, nel tuo gruppo appare una scheda Mentorship dove possono iscriversi potenziali tutor e mentori.

Per impostare un programma di mentorship, fai clic sul pulsante Altro e seleziona Modifica impostazioni gruppo . Quindi scorri verso il basso fino a Sezioni e fai clic su Aggiungi accanto a Mentorship.

Quindi, seleziona il programma di mentorship che fornirà il massimo valore ai membri. Facebook offre programmi di mentorship pre-progettati che puoi scegliere tra sviluppo di competenze e avanzamento di carriera.

Se non vedi quello che ti serve, scorri fino alla fine della finestra e suggerisci un programma che vorresti aggiungere a Facebook .

Dopo aver effettuato una selezione, Facebook illustrerà i passaggi da seguire per rendere efficace il rapporto. Riceveranno richieste settimanali per interagire, così come gli avviatori di conversazione per facilitare la comunicazione. Fai clic su Attiva per attivare il programma che hai selezionato .

Assicurati di annunciare il programma di mentoring ai membri del gruppo. Facebook ha un post preformattato che puoi personalizzare per fare il tuo annuncio. Se conosci membri del tuo gruppo che svolgerebbero bene questo ruolo, invia loro un messaggio e chiedi loro di partecipare.

Suggerimento: segui un post di video o video in diretta di Facebook per comunicare perché hai aggiunto un programma di mentorship nel tuo gruppo. Includi un invito all’azione per consentire ai tutor di iscriversi o ai membri di chiedere aiuto .

4: Poni fino a 3 domande ai nuovi membri

Quando aggiungi nuovi membri al tuo gruppo di Facebook, puoi fare tre domande per ottenere informazioni su quali contenuti stanno cercando dal gruppo e cosa sperano di ottenere da un membro.

Per creare domande dei membri in sospeso, fai clic sul pulsante Altro e seleziona Modifica impostazioni gruppo. In Richieste di adesione, fare clic su Chiedi domande.

Da qui, puoi aggiungere fino a tre domande . Potresti chiedere perché i futuri membri vogliono unirsi al tuo gruppo e scoprire quali sono i problemi o le informazioni a cui sono interessati.

Ora, quando i potenziali soci chiedono di unirsi al tuo gruppo, gli verrà chiesto di fornire queste informazioni. Solo gli amministratori di gruppo e i moderatori potranno vedere le loro risposte.

11 suggerimenti per incoraggiare le conversazioni di gruppo di Facebook

Quando gestisci un gruppo su Facebook, uno dei tuoi ruoli è quello di facilitare le conversazioni e le connessioni con i membri. Vuoi sviluppare una comunità in cui i membri possano imparare e supportarsi a vicenda. Il modo in cui strutturi il contenuto e ciò che includi nei tuoi post è la chiave per coinvolgere i membri.

Ecco alcuni suggerimenti per incoraggiare la conversazione all’interno di un gruppo:

  1. Accogli i nuovi membri e chiedi loro di presentarsi. Incoraggia anche i membri esistenti ad accoglierli.
  2. Descrivi un problema comune e chiedi ai membri di commentare con le loro soluzioni o consigli per risolvere il problema.
  3. Utilizza i temi per incoraggiare la condivisione. Ad esempio, se il tuo tema è “Self-Care Sunday”, invita i membri a condividere i loro consigli o caricare le immagini di ciò che stanno facendo per prendersi cura di se stessi. I temi ricorrenti basati sui giorni della settimana o del mese aiutano a creare consapevolezza.
  4. Condividi una storia o un’esperienza e includi un invito all’azione che chiede ai membri di contribuire con le proprie esperienze sull’argomento.
  5. Utilizza sondaggi per sondare il gruppo e chiedere feedback.

Per evidenziare i singoli contributi, sviluppare una funzione o un tema di contenuto e invitare i membri più importanti a condividere la propria esperienza con il gruppo. Ecco alcuni modi per farlo:

6. Metti in luce un nuovo membro ogni mese e racconta la loro storia.
7. Evidenzia i risultati degli iscritti che sono rilevanti o di ispirazione per il gruppo.
8. Ospita video in diretta su Facebook con membri importanti e ne discute il background e i risultati.
9. Invita i membri del gruppo a essere  esperti presenti e chiedi loro di creare contenuti sul loro argomento pertinente.
10. Chiedi ai membri di nominare altri per il riconoscimento. Ad esempio: “Tagga una persona del gruppo che ti ha aiutato o ti ha ispirato questa settimana”.
11. Arruola esperti di go-to per aiutare a risolvere i problemi dei membri o contribuire con idee.

Analizza gli approfondimenti di gruppo per perfezionare gli sforzi di conversazione di gruppo

Esamina le Statistiche del gruppo di Facebook per visualizzare il tasso di coinvolgimento del tuo gruppo, scoprire come sta funzionando il tuo contenuto e identificare chi sono i tuoi membri attivi.

Quando apri la scheda Statistiche gruppo, viene visualizzata una panoramica del rendimento del tuo gruppo, tra cui crescita, coinvolgimento con i contenuti e membri attivi. Simile alla tua pagina Facebook, puoi selezionare un periodo di tempo specifico per perfezionare i dati.

Immergiti più a fondo in ogni sezione per visualizzare informazioni più dettagliate. Guarda i tuoi contenuti più importanti per l’ultimo mese per scoprire in che cosa il tuo gruppo trova valore e si impegna. Utilizza queste informazioni per personalizzare i tuoi contenuti in base a ciò che risuona con il tuo gruppo.

Puoi anche visualizzare i tuoi contributori principali. Coltiva queste relazioni e riconosci i contributi che questi membri fanno all’interno della tua comunità.

Esamina anche le metriche quali  ad esempio i periodi più popolari della settimana e del giorno da pubblicare o quando i tuoi membri sono più attivi.

Tieni presente che non tutti i membri del gruppo vorranno interagire con te. Alcuni membri potrebbero semplicemente ottenere valore dai contenuti pubblicati all’interno del gruppo. Sono più a loro agio come osservatori piuttosto che membri attivi della comunità.

Conclusione

Il tuo ruolo di amministratore di gruppo di Facebook è quello di creare un’atmosfera sicura e inclusiva in cui i membri possano connettersi e condividere esperienze e essere guidati e supportati da una comunità. L’uso delle funzioni di Facebook Gruppi sopra menzionate ti aiuterà a incoraggiare le relazioni tra i membri, a celebrare i contributi dei membri e a facilitare la condivisione delle idee.

Cerchi modi per aumentare Fans Facebook? Allora leggi questi 15 suggerimenti facili e veloci che ti aiuteranno in questo obbiettivo.


Se stai leggendo questo articolo è perché hai sentito parlare di Instagram Bot e vuoi saperne di più, ti sarai sicuramente chiesto: cosa sono e come funzionano i bot Instagram? Se stai cercando delle risposte sei nel posto giusto.

Scopriremo cosa sono i Bot Instagram e come funzionano, vedremo quali sono i vantaggi e gli svantaggi dell’utilizzarli e perché sarebbe meglio scegliere altre soluzioni come l’aumento di follower Instagram.

Cosa sono i bot Instagram

I bot Instagram sono delle applicazioni o dei software, che permettono di mettere like, commenti e Segui alle persone in modo automatizzato, il che vuol dire che la persona che gestisce il profilo non dovrà fare niente manualmente, se non impostare correttamente il bot.

Perché molti scelgono di utilizzare il bot Instagram? Quali sono i vantaggi che si traggano da questo sistema? Seguendo e mettendo like e commenti in automatico su Instagram, si riceveranno in cambio like Instagram gratis, follower gratis, commenti gratis da una parte degli utenti che hanno ricevuto un segui, un like o un commento in modo automatizzato.

I Bot Instagram sono molto diffusi e vengono utilizzati da un numero sempre maggiore di aziende e privati che vogliono far aumentare i follower del proprio profilo in poco tempo, in maniera automatica, senza dover dedicare troppo tempo ed energia alla cura dell’account.

Sembra un modo perfetto per incrementare i follower senza il minimo sforzo, vero? A chi non piacerebbe avere tanti seguaci in poco tempo?

Le aziende lo utilizzano per trovare utenti che potrebbero poi diventare potenziali clienti, per cui tutti i followers acquisiti potrebbero generare un aumento delle vendite

Come funzionano gli Instagram Bot

Cerchiamo di capire meglio come funzionano i Bot di Instagram e cosa sono in grado di fare automaticamente sui profili degli altri utenti.

Con gli Instagram Bot puoi:

  • Seguire le persone
  • Lasciare commenti predeterminati
  • Lasciare autolike con una frequenza che può essere impostata
  • Smettere di seguire alcuni utenti

Insomma, i Bot Instagram replicano il comportamento umano sui social network, senza bisogno che l’interessato agisca in alcun modo sui profili.

Sui bot Instagram, gli hashtag sono importanti, su alcuni è possibile geolocalizzare l’attività del bot, si può inserire l’attività che dovrà fare il bot e si potrà scegliere la frequenza con la quale dovrà fare determinate azioni, ma non su tutti i tipi di bot.

Ora vorrai sapere come utilizzare un bot Instagram, te lo spieghiamo noi!

Dopo aver individuato quello che vuoi utilizzare, o scarichi l’applicazione o ti colleghi alla piattaforma, effettui la registrazione e scegli il piano di tuo interesse, (alcuni sono a pagamento), infine, effetti il settaggio dei parametri di interesse.

Dopo esserti registrato e inserito l’account Instagram, dovrai inserire gli hashtag da far seguire al bot, sarà lui ogni giorno a vagare su Instagram, ad ogni ora, mettendo mi piace a tutte le immagini che hanno quell’hashtag scelto, inoltre, seguirà utenti e lascerà commenti.

Il Bot Instagram è sempre vigile e attivo a tutte le ore del giorno e riesce a fare un buon lavoro, dopo un po’ di tempo dall’inizio del suo utilizzo, noterai un incremento dei followers, che risponderanno alle sue azioni iniziando a seguirti.

Perché utilizzare un Bot Instagram?

Un motivo che porta molte persone a scegliere di utilizzare un Bot Instagram è il fatto di automatizzare le operazioni sul social network, in questo modo l’utente non deve trascorrere ore e ore su Instagram in cerca di profili e post di interesse da seguire o su cui effettuare delle interazioni.

Il Bot pensa a fare questo lavoro durante tutto il giorno e a tutte le ore, dopo diverse settimane di utilizzo, si potrà notare un effetto anche sul proprio profilo, con l’aggiunta di nuovi followers e interazioni sotto i post.

Ha senso utilizzare solo un bot Instagram? Assolutamente no. Questo strumento andrebbe inserito all’interno di una strategia mirata, che sia quindi un contributo ulteriore a una serie di azioni fatte per far aumentare la visibilità e la popolarità del proprio account.

Il bot Instagram mette like e commenti a un numero elevato di post ma non assicura di riceverne in egual misura, resta la speranza che qualcuno si accorga del profilo, che provi interesse e inizi a seguirlo.

Con l’utilizzo di un Bot si possono anche raggiungere dei numeri interessanti di followers giornalieri ma la parte difficile e convincerli a rimanere, per questo motivo bisogna avere una strategia ben precisa che si concentri molto sulla qualità dei contenuti pubblicati sul profilo.

Comprare follower Instagram, la soluzione più efficace

Se col Bot Instagram si ha la possibilità che circa la metà dei contatti su cui si sono compiute delle azioni automatizzate, decidano di seguire il tuo profilo, col rischio di non rimanere, comprare follower Instagram assicura di avere un pubblico targetizzato e fedele.

Acquistare pacchetti di follower Instagram reali, attivi e interessati alla tua nicchia di riferimento, ti assicura un incremento sicuro dei seguaci che parteciperanno attivamente sotto i post pubblicati e resteranno fedeli.

Questo sistema è molto più vantaggiosi di un bot Instagram, poiché acquistando un determinato pacchetto di followers, si riceverà esattamente quel numero di seguaci, ottenendo incrementi completi e davvero utili alla crescita.

Non stiamo sconsigliando completamente i Bot Instagram, che possono essere comunque un piccolo aiuto nel far aumentare i followers, ma va sempre inserito in una strategia più ampia che comprenda la cura del profilo e dei contenuti pubblicati e l’acquisto di pacchetti di followers Instagram del proprio target, come quelli che trovate qui.