Cosa puoi imparare dai post di maggiore successo su Facebook

Quali sono i segreti dei post di maggiore successo su Facebook? Cosa accomuna i post più popolari? In questo articolo andremo a vedere quali sono le caratteristiche dei post vincenti, frutto dello studio di oltre 700 milioni di post Facebook da parte di Buffer in partnership con Buzzsumo.

Il rapporto State of social 2019 di Buffer , ha rilevato che il 93,7 percento delle aziende utilizza ed è attualmente attivo su Facebook, la percentuale più alta tra tutti gli altri social network. E anche se continuiamo a vedere un drammatico aumento nell’uso e nell’efficacia dei contenuti di Stories , i post tradizionali nel feed di notizie di Facebook offrono uno sbocco potente per i marchi che cercano di generare coinvolgimento e traffico.

I segreti dei post di maggiore successo su Facebook

Lo studio condotto da Buffer e Buzzsumo è partito prendendo in considerazione oltre 700 milioni di post, da questa base di partenza si è passati poi ad esaminare 500 dei post più popolari, in base all’engagement totale. I primi 500 post su Facebook rappresentano oltre un miliardo di impegni su Facebook.

E’ arrivato il momento di condividere i segreti dei post di maggior successo, tutti consigli che ti possono essere utili per impostare   tua strategia di marketing di Facebook nel 2019.

Argomenti che vedremo nell’articolo:

  • Takeaway da 777 milioni di post di Facebook
  • Il video si comporta meglio di tutti gli altri tipi di post di Facebook
  • Le reazioni più comuni ai migliori video di Facebook sono LOVE e HAHA
  • Contenuti ispiratori, divertenti e pratici generano il maggior coinvolgimento
  • Come incorporare questi apprendimenti nella tua strategia di Facebook
  • Crea contenuti per Facebook che siano allo stesso tempo umani e innovativi
  • Gioca al gioco lungo concentrandosi sulla costruzione di una community coinvolta
  • 3 passi per la costruzione di una community sui social media

Takeaway da 777 milioni di post di Facebook

BuzzSumo ha accesso ad alcuni dei dati di Facebook più solidi al mondo, il che incentiva molti studi di ricerca incredibili come questo in cui sono stati analizzati i contenuti di 20.000 pagine di business di Facebook influenti.

Take-away n. 1: i video si comportano meglio di tutti gli altri tipi di post di Facebook

Quando si tratta di portare la tua strategia di Facebook al livello successivo, non c’è modo migliore di farlo se non attraverso l’uso di contenuti video.

In media, i post sui video su Facebook ottengono almeno il 59 percento in più di coinvolgimento rispetto ad altri tipi di post.

Infatti, guardando a quali tipi di contenuti compongono i primi 500 post di Facebook del 2018, oltre l’81% erano video !

Le immagini rappresentavano solo il 18 percento dei primi posti , mentre Links rappresentavano solo lo 0,2 percento .

D’altra parte (piuttosto scandalosamente), i post di link hanno ricevuto in media un coinvolgimento del 76% in meno rispetto ai video. Questo include link con immagini. In altre parole, nemmeno le immagini aiutano i post di link a ottenere risultati migliori.

Entreremo nei temi e nei contenuti dei video di Facebook più avanti in questo articolo, ma per ora è chiaro che i marchi dovrebbero investire pesantemente nei contenuti video nel 2019.

Ti potrebbe anche interessare l’articolo: Come aumentare fan Facebook, 15 cose da fare

Takeaway # 2: Le reazioni più comuni ai migliori video di Facebook sono LOVE e HAHA

Ci si potrebbe chiedere perché abbiamo scelto di analizzare le reazioni più comuni ai migliori post di Facebook.

Ottima domanda!

Le reazioni ci danno uno sguardo unico sulla psicologia umana e una migliore comprensione del “perché” alla gente piacciono certi tipi di contenuti su Facebook. Inoltre, ci aiuta a orientarci verso cosa creare per il nostro marchio in futuro.

Le reazioni LOVE e HAHA hanno costituito l’81% delle reazioni video totali di Facebook nel 2018.

Chiaramente, le persone interagiscono con i contenuti che trovano stimolanti, divertenti o un mix di entrambi. I brand che si concentrano sulla creazione di contenuti attorno a queste emozioni hanno maggiori probabilità di produrre contenuti di successo per la loro pagina Facebook.

Anche se è importante notare che, il più delle volte, i contenuti non sono necessariamente adorabili o divertenti per tutti. In altre parole, qualcosa che è “amato” da una persona potrebbe essere “divertente” o addirittura “triste” per un’altra persona.

Questa è una grande notizia per i marchi e le aziende B2B perché significa che i contenuti non devono essere eccessivamente divertenti o di ispirazione .

Takeaway # 3: contenuti ispiratori, divertenti o pratici generano il maggior coinvolgimento

Al fine di perfezionare gli esatti tipi di contenuti che i brand e i marketer dovrebbero creare di più nel 2019, abbiamo tentato di classificare i tipi di contenuti dal set di dati. In concomitanza con le reazioni più comuni su Facebook e un’analisi soggettiva dei primi 500 post su Facebook , sono emersi tre temi comuni.

I contenuti di maggior successo potrebbero essere classificati come:

1.ispiratori,

2. divertenti

3. pratici .

Ad esempio, il numero uno dei post di maggior successo su Facebook nel 2018 è stato uno di speaker e storyteller, Jay Shetty:

Shetty tiene conto di alcuni dei 500 post principali perché crea contenuti che ispirano le persone. I contenuti ispiratori portano a una quantità maggiore di reazioni, commenti e condivisioni, che a loro volta portano a una maggiore copertura organica.

La parte migliore è che qualsiasi marchio è in grado di creare questo tipo di contenuto. Tutto ciò che serve è una rinnovata comprensione di ciò che le persone stanno cercando sui social media (in particolare, il tuo pubblico come abbiamo menzionato sopra) e su come puoi distribuirlo su base coerente.

Come incorporare questi apprendimenti nella tua strategia di Facebook

Probabilmente ora ti starai chiedendo:

Come posso applicare questi suggerimenti alla mia strategia Facebook?

Anche se non sei una pagina in alto o generi milioni di impegni al mese, puoi ancora trovare un sacco di successo su Facebook . In effetti, potrebbe essere solo la più grande opportunità per i marchi nel prossimo anno!

Ad un alto livello, i nostri profili personali di Facebook sono la nostra “storia” individuale. Sono una registrazione in continua evoluzione delle nostre vite e dei nostri interessi. Soprattutto, riflettono direttamente chi siamo – almeno chi vogliamo che le persone pensino che siamo.

Come marchi e marketer, dobbiamo considerare come creare contenuti per Facebook che rispecchino in modo univoco le storie e le personalità del nostro pubblico. Ciò richiede una costante sperimentazione e miglioramento delle nostre strategie di marketing. Ciò che funziona un giorno potrebbe non funzionare il giorno successivo, poiché le persone cambiano continuamente in base a fattori interni ed esterni.

Quando i marketer si trasferiscono, i membri si trasferiscono. Il segreto, quindi, per il successo dei social media è agire, pensare, sentire e comportarsi come un membro PRIMO. Un membro per primo e un secondo per il marketing. ” – Mari Smith

Esistono molti modi per scoprire esattamente chi è il tuo pubblico e quindi personalizzare i contenuti intorno a questi dati demografici specifici.

Forse il modo più rapido ed economico per conoscere il tuo pubblico è attraverso lo strumento gratuito di Facebook: Audience Insights .

In meno di cinque minuti  con questo prezioso strumento puoi scoprire se i tuoi fan seguono anche le pagine dei concorrenti, il sesso, l’età, il titolo di studio e il luogo di residenza.

Da questi dati, possiamo iniziare a creare un elenco di contenuti che il nostro gruppo demografico target troverà interessanti. Abbiamo anche la possibilità di esplorare pagine Facebook simili per vedere quali contenuti stanno risonando di più con queste persone e generare idee da questi temi.

Esistono molti altri modi per raccogliere dati preziosi anche sui tuoi clienti. Alcune delle tecniche più efficaci che puoi utilizzare sono:

  1. Indagini
  2. Interviste ai clienti
  3. Post sui social media
  4. Messaggi di posta elettronica
  5. Fiere e conferenze
  6. Widget per chat come Drift o Intercom
  7. Ricerca, ideazione, creazione, apprendimento e ripetizione.

Crea contenuti per Facebook che siano allo stesso tempo umani e innovativi

Lo sapevate che l’ 84% dei marketer ritiene che la costruzione della fiducia sarà l’obiettivo principale per i loro sforzi di marketing in futuro?

Questo perché i consumatori sono alla ricerca di marchi con uno scopo – i marchi che sono guidati da una missione e rappresentano qualcosa di importante.

Le campagne di marketing superficiali non la scamperanno nel 2019. Ciò che avrà successo sono storie autentiche e umane che consentono al tuo marchio di connettersi con i clienti a livello personale. I marchi più piccoli, in particolare, hanno l’opportunità di raddoppiare o addirittura triplicare l’impegno con questo approccio personale.

Prendi il negozio locale Coffee Hub Xenia , ad esempio, che ha pubblicato un video dietro alle quinte su Facebook. Questo semplice video ha offerto alla loro community uno sguardo dietro le quinte sui volti dietro al loro marchio e sul perché l’azienda esiste 405 reazioni, 221 azioni, 63 commenti e 14000 visualizzazioni non sono dati per niente male per una pagina con solo 2.400 Mi piace. Osservando i commenti, è chiaro che questo video ha avuto un impatto emotivo anche sul loro pubblico.

Questo post di Facebook non ha avuto successo a causa della qualità della produzione o del gioco dell’algoritmo di Facebook , ha avuto successo perché ha raccontato la storia ispiratrice di una piccola impresa e la parte importante che svolgono nella loro comunità.

Ricorda che uno storytelling efficace implica una profonda comprensione delle emozioni umane, delle motivazioni e della psicologia al fine di impattare veramente il tuo pubblico.

Gioca al gioco lungo concentrandosi sulla costruzione di una community coinvolta

I social media stanno cambiando sotto i nostri occhi.

L’utilizzo dei dispositivi mobili, la scarsa attenzione e la crescente influenza di Millennials e Generation Z’ers sui social media continuano a spianare la strada a contenuti di breve durata e in-the-moment nel 2019. Ma allo stesso tempo queste tendenze mettono in evidenza un’efficace strategia di social media marketing : la costruzione della community .

C’è stata una tendenza generale verso nicchia e gruppi attivi sui social media, con Facebook, la più grande rete di social media al mondo, che ha aperto la strada a “dare alle persone il potere di costruire comunità e avvicinare il mondo”.

La sfida (e l’opportunità) è capire il ruolo che i social media svolgono nella consapevolezza del marchio rispetto alle vendite.

Se sei un Digital-Native, Vertical Brand ( DNVB ), gli annunci di social media potrebbero essere un elemento fondamentale della tua strategia di acquisizione complessiva, come dovrebbero essere! Ma se stai anche cercando di far crescere organicamente il tuo pubblico e il tuo impegno, allora vale la pena investire tempo e risorse nella costruzione di una comunità.

Come Tarah Boyleston, responsabile marketing e design di Callie’s Hot Little Biscuit,  ha spiegato in una recente intervista:

“Nessuno vuole seguire un marchio che sta solo cercando di vendergli qualcosa. Condividiamo storie personali, ricette di famiglia e immagini dietro le quinte della nostra vita al panificio. Questi scorci nella “vita di un biscottista” sono gratuiti!

Questo approccio ha permesso a Callie’s Hot Little Biscuit di crescere sia online che offline.

3 passi per la costruzione di una community sui social media

1. Il primo passo per costruire una community sui social media è liberarti dall’aver sempre un obiettivo di vendita o di traffico legato a ciascun post. Questo aiuterà immediatamente i tuoi contenuti a essere umani e divertenti in quanto le persone non si sentiranno come se fossero vendite.

2.Il secondo passo nella costruzione della community sta nel creare conversazioni e interazioni significative con i tuoi clienti. Assicurati che ogni volta che raggiungono il tuo marchio sui social media (o altrove) sia un’esperienza memorabile. Ciò aumenterà la probabilità che queste persone condividano l’esperienza positiva con i loro amici.

3.E infine, il terzo passo nella costruzione della community è capire che è un lungo viaggio verso il successo. Crescere la consapevolezza del tuo marchio non avviene durante la notte e non avviene attraverso pochi post o interazioni. La vera crescita arriva con costanza e offre ai tuoi clienti un’esperienza meravigliosa ogni volta che entrano in contatto con il tuo marchio.

Qualche domanda finale per un  momento di riflessione:
Dove pensi che il marketing di Facebook sia diretto nel 2019?

I marchi e le aziende sono pronti per il successo?

Quali tipi di post di Facebook funzionano per il tuo brand? E per quale motivo?

Ti potrebbe anche interessare l’articolo:

Top 10 vantaggi pagina aziendale Facebook

Share this post

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *