Instagram è un social network con grandi potenzialità, i tanti strumenti di vendita e di promozione di cui è dotato, lo rendono uno strumento efficace in termini di guadagno, ma bisogna sapere come sfruttarlo al meglio.

Ci sono tanti modi per guadagnare con Instagram, alcuni sono più immediati di altri, ma tutti, con impegno e costanza, possono portare a buoni risultati.

Potreste chiedervi come mai, con tanti social network disponibili, proprio Instagram? I numeri degli ultimi anni parlano chiaro, con oltre un miliardo di utenti attivi ogni mese, Instagram, non solo è uno dei social più utilizzati, ma è anche quello che è cresciuto più velocemente di tutti gli altri.

A fare di meglio, attualmente, è solo TikTok che nel giro di pochi mesi ha ottenuto numeri da capogiro, ma abbiamo deciso di soffermarci su Instagram, perché è quello che offre maggiori possibilità di guadagno.

Perché è importante avere tanti follower?

La prima cosa da fare è capire che tipologia di contenuti si vogliono pubblicare e individuare il settore di riferimento. È fondamentale puntare sulla qualità e non lasciare niente al caso, lavorare su ogni singolo contenuto che si intende pubblicare comunica ai follower tutta la passione che si mette nel curare il proprio profilo.

Un modo per incrementare i follower è quello di essere attivi, oltre a pubblicare foto, bisogna interagire con la proprio community e rispondere ai commenti. Inoltre, importantissimi sono gli hashtag che servono a descrivere le foto e ad attirare l’attenzione del pubblico interessato a un determinato argomento.

Avere tanti follower è un grande vantaggio in termini di guadagno: perché? Un profilo Instagram con migliaia di seguaci e molto attivo, può suscitare interesse in brand e aziende che potrebbero decidere di pagare per farsi pubblicizzare prodotti e servizi. Inoltre, avere tanti follower vuol dire ottenere un’ottima visibilità sul social network, che può portare a tante diversificate possibilità di guadagno.

Come guadagnare con le sponsorizzazioni

La soglia dei 5.000 follower è quella che consente di iniziare a guadagnare con Instagram tramite sponsorizzazioni. Bisogna sempre continuare a curare la community e mantenerla attiva, puntando a un aumento continuo di seguaci. È importante non apparire come un utente in cerca solo di soldi, pubblicando solo post sponsorizzati, ma continuare a curare il profilo postando foto e video inerenti al tema dello stesso.

Inoltre, aumentare i follower vuol dire far crescere sempre di più la visibilità, diventando ancora più appetibili per le aziende. E se le aziende non contattano? È possibile proporsi, mostrando il profilo, in entrambi i casi, se l’accordo va in porto, per guadagnare, basterà pubblicare la foto del prodotto con la marca e aggiungere degli hashtag.

Sfruttare le piattaforme pubblicitarie

Un altro metodo di guadagno che non prevede il contatto diretto con l’azienda è quello di sfruttare le piattaforme pubblicitarie web. Alcune sono realizzate appositamente per guadagnare con Instagram, effettuano un’analisi dei follower e delle foto, poi aiutano a scegliere l’azienda che potrebbe maggiormente interessare ai propri influencer.

Dopo aver scelto quella più adatta al proprio target, bisogna seguire le istruzioni della piattaforma pubblicitaria, se la richiesta di collaborazione verrà accettata, si riceveranno le informazioni per prendere parte alla campagna pubblicitaria usando il proprio profilo. Ovviamente, bisogna verificare sempre in che modo vengono effettuati i pagamenti, c’è chi versa soldi, chi manda gift card e chi invia prodotti.

Leggi anche: 4 semplici modi per fare marketing con i contenuti generati dagli utenti

Guadagnare promuovendo altri profili Instagram

Si può guadagnare facendo promozione ad altri profili Instagram? Assolutamente. Con gli shoutout non si promuovono prodotti o servizi ma altri profili.

Anche in questo caso bisogna raggiungere un buon numero di follower per iniziare ad avviare collaborazioni lavorative. In cosa consiste questa forma di lavoro? Menzionare il loro profilo negli hashtag, questo gli porterà un aumento di visibilità su Instagram e al contempo, chi menziona, riceve in cambio dei soldi.

Gli shoutout solitamente sono temporanei, per cui bisogna mettersi d’accordo con il profilo da menzionare, il tempo durante il quale verrà utilizzato l’hashtag. Ovviamente, maggiore è il tempo o il periodo di sponsorizzazione e più alto è il compenso.

Ci sono anche piattaforme che permettono di lavorare facendo gli shoutout, ma spesso viene chiesto un numero minimo di followers per partecipare che può andare dai 5.000 ai 10.000 follower.

Altri metodi per guadagnare su Instagram

Se il profilo Instagram ha un buon seguito e i follower sono molto attivi, si potrebbe anche pensare di sfruttarlo a proprio vantaggio, magari promuovendo dei prodotti realizzati con il fai da te.

Sono tante le persone che realizzano dei piccoli prodotti e li vendono utilizzando i proprio profili social, basti pensare a chi crea lavori all’uncinetto, oppure, piccoli oggetti di arredo di vari materiali o ancora, libri e videocorsi.

Qualsiasi sia il prodotto o il servizio che si desidera vendere, Instagram può essere un’ottima vetrina pubblicitaria e un modo efficace per raggiungere potenziali clienti.

Cosa fare per aumentare i follower?

È chiaro che il numero di follower fa la differenza per guadagnare con Instagram, il primo metodo efficace è quello di provare il servizio di incremento follower italiani che, in poco tempo, permette di far crescere il profilo con migliaia di seguaci attivi.

Inoltre, seguite questi semplici consigli:

  • Curare ogni dettaglio del profilo
  • Pubblicare contenuti di qualità
  • Mantenere attivo il profilo rispondendo ai commenti
  • Essere attivi sugli altri profili

Instagram è un social network che pone il fulcro della comunicazione sull’immagine, pertanto, le foto che si pubblicano devono essere di altissima qualità. Questo vale sia per chi usa il profilo Instagram per puro passatempo sia per chi usa Instagram come strumento di lavoro.

L’immagine di qualità rappresenta il presupposto necessario perché il post pubblicato arrivi agli utenti e perché riesca a comunicare il messaggio che intende comunicare. E rappresenta anche il presupposto necessario affinché il proprio account Instagram venga seguito da più follower possibili.

Non importa se il soggetto è una top model, o un paesaggio o una fetta di torta alle mele: la foto bella è quasi del tutto indipendente dal soggetto.

Certo, la location è importante: fare una foto che ha come sfondo una parete spoglia e un lavandino è ben diverso che fare una foto che sullo sfondo ha un tramonto. Ma non è solo la location, la posa e il contesto a fare si che una foto sia di qualità: la foto deve sapere comunicare, deve avere un’ottima risoluzione e deve essere esente da alcuni difetti spesso banali (angolazione, luce etc).

Sono diversi i passaggi da seguire per scattare una foto di buona qualità ma è importante precisare che le foto possono essere ottimizzate prima di essere caricate su Instagram. D’altronde non siamo tutti fotografi provetti e non tutti abbiamo la possibilità di usare macchine professionali come una Canon o una Sony di qualità. Ma in aiuto possono venire dei buoni programmi che editano le immagini.

Come ottimizzare la foto

Vediamo allora come ottimizzare la foto prima di caricarla su Instagram.

Lo scatto

Per ottenere il massimo dai propri scatti occorre, in primis, lavorare bene con lo smartphone che può già, in prima istanza, offrire funzioni avanzate che permettono di scattare migliorando dettagli fondamentali.

Con lo smartphone si può, ad esempio, regolare il tempo di esposizione per catturare foto belle anche con il buio.

È molto importante avere la mano ferma nel momento dello scatto, se è possibile è meglio scattare la foto su un appoggio fisso come un cavalletto (magari più di uno, di diverse misure) e una griglia digitale da applicare sul monitor per avere lo scatto giusto sul telefonino.

La resa che si ha con le foto dallo smartphone non è comunque altissima, spesso anche per colpa della lente non pulitissima.

Le foto scattate con una macchina professionale sono senz’altro migliori. Se si ha la possibilità di fare foto con una macchina professionale si può caricare lo scatto sul profilo o inviando la foto ad alta risoluzione sull’email e dallo smartphone caricandola sull’account, oppure facendo l’upload direttamente dal desktop.

Il caricamento

Anche il modo in cui si carica l’immagine influisce sulla qualità della stessa. Sono tanti e diversi i programmi usati per caricare foto su Instagram da PC o Mac, alcuni programmi sono a pagamento altri sono free.

Un programma valido è  Gramblr, un tool che offre la possibilità di caricare immagini di qualità e scongiurare il rischio delle immagini sgranate. Se si pubblica direttamente da desktop è inoltre semplice caricare gli scatti di una macchina professionale.

Le modifiche

Per migliorare le immagini è inoltre possibile sfruttare l’editor avanzato dell’app Instagram che consente di aggiungere filtri e modificare le foto (consente di raddrizzare la foto, aumentare la luce e il contrasto) ma ci sono altri modi. Ad esempio, si possono modificare le immagini su desktop con un programma di fotoritocco come Photoshop.

È possibile aggiungere effetti di sfumatura e fare delle modifiche importanti ai colori.

È importante puntare su piccole modifiche senza esagerare perché si rischierebbe di snaturare la foto e di renderla irreale, sortendo un effetto contrario.

Le dimensioni

Quando si parla di dimensioni di un’immagine non si parla solo di misura ma soprattutto di pixel.

La risoluzione dell’immagine viene infatti espressa in Pixel per pollice (pixel/pollice) o dpi. Si tratta di un numero che esprime quanti pixel sono presenti in un pollice (2,54 cm). Più il numero è alto, più che l’immagine sarà definita. Ma occorre rispettare delle regole ben precise.

Se si scatta una foto di qualità con una macchina fotografica professionale è comunque necessario ridimensionarle in quanto avrebbero un peso troppo alto per Instagram, per farlo si possono utilizzare dei programmi appositi come Lightroom o Photoshop che riducono la dimensione dell’immagine, mantenendo però una risoluzione alta.

Le immagini di Instagram sono quadrate, ma nel momento in cui si carica uno scatto è possibile decidere se pubblicare foto nelle sue proporzioni originali. È dunque possibile caricare anche immagini rettangolari.

Per ridimensionare una foto più grande, si deve considerare che il formato dell’immagine Instagram ideale è di 1080 x 1080 pixel (mostrato su display 640 x 640 pixel). Il rapporto è 1:1.

Per quel che concerne le storie la dimensione ideale è 750 x 1334 pixel. Per i video ci si può orientare per una soluzione di 600 x 336,5 pixel con rapporto 16:9.

Migliori app per ottimizzare foto su Instagram

Sono tante le app per Instagram che permettono di ottimizzare le foto.  Chi usa iPhone, iPad, tablet e altri smartphone può, ad esempio, orientarsi su programmi di editor come Studio Fotografico: potente applicazione in grado di migliorare scatti sui dispositivi Apple e Android. Poi c’è Black – B&W Film Emulator, adatto agli appassionati del bianco e nero.

Chi desidera un programma più avanzato può optare per Enlight, nota per essere una delle migliori applicazioni di fotografia. E ancora Canva, che ha dei modelli già pronti, con le dimensioni esatte per l’upload.

Conclusioni

Per avere successo su Instagram, è fondamentale pubblicare foto di qualità. Le immagini, per essere di qualità, devono essere ottimizzate. Devono avere la giusta risoluzione, le giuste dimensioni, e possono essere editate con programmi ed applicazioni apposite.

Con le immagini giuste e adeguatamente ottimizzate il post arriverà all’utente e comunicherà il messaggio che si ha intenzione di trasmettere. Una bella foto vale più di mille parole.

LEGGI ANCHE: Come promuovere con successo un profilo fotografico su Instagram


Tutti conosciamo Instagram e ognuno di noi, chi più chi meno, ha i suoi follower.  Ma il numero di follower può aumentare con qualche semplice strategia che andremo a scoprire di seguito.

Quelli che leggerete sono alcuni consigli che vi aiuteranno ad avere più followers, ma se volete una risposta immediata, consigliamo di provare il servizio di aumento followers Instagram italiani, che vi permette di avere subito un buon numero di seguaci targetizzati e realmente interessati ai contenuti che pubblicate.

Il profilo

Il profilo Instagram dice chi siamo, per cui è opportuno sfruttarlo al meglio, sia a livello di immagine del profilo sia a livello di biografia.

È facile cadere in errori grossolani come una foto di cattiva qualità o come una descrizione approssimativa e poco efficace. Vediamo come ottimizzare il tutto.

1.     Scegliere con cura l’immagine del profilo Instagram

La prima cosa che si nota del profilo è senza dubbio la foto. L’immagine che si sceglie per il proprio account è importantissima. Le dimensioni dell’immagine del profilo di Instagram sono ridotte, pertanto, è opportuno scegliere uno scatto ben definito e che ci rappresenti al meglio.

Generalmente è vincente il primo piano, meglio se sorridente. Ma può funzionare anche un’espressione particolare, purché si sia fotogenici.

2.      Sfruttare al meglio la biografia

La biografia racconta chi siete. Instagram mette a disposizione ben pochi caratteri ed occorre quindi sfruttare le doti di sintesi per riassumere in poche parole chi siete, cosa fate e cosa vi piace.

Non è difficile: la nostra lingua mette a disposizione tantissimi termini che ben possono rappresentare passioni, caratteri e caratteristiche. Instagram offre anche la possibilità di inserire l’hashtag e link al proprio profilo nella biografia. Occorre scegliere l’hashtag che più ci rappresenta e per linkare il proprio profilo è sufficiente inserire la @ prima del nome profilo.

Puntare sulla qualità dei post di Instagram

La qualità dei post è fondamentale in quanto raccontano di noi: cosa facciamo, cosa pensiamo, cosa ci piace. È importante, per avere dei post di qualità, seguire delle regole, vediamole.

1.     Scattare belle foto ed evitare i selfie casalinghi

Instagram è un social network che si basa sull’immagine, dunque le foto devono essere di altissima qualità. Evitate i penosi selfie nelle stanze di casa che mostrano in primo piano le ciabatte ed i panni da stirare nell’angolo, oppure, foto scattate frettolosamente senza prestare attenzione ai dettagli.

Le foto pubblicate devono essere editate da un buon programma per migliorarle ulteriormente ed eventualmente applicare dei filtri per renderle ancora più attraenti.

2.     Creare un filo conduttore tra le immagini

Nella pubblicazione delle immagini cercate di tenere un filo conduttore: possono essere i viaggi, possono essere momenti della giornata o anche qualche altra cosa ma l’importante è che le immagini siano in ordine, che siano connesse tra loro. Avere un profilo ordinato, soprattutto sotto l’aspetto della story telling, contribuisce a fare interessare chi legge per la prima volta nel vostro profilo.

3.     Utilizzare degli hashtag popolari

Si possono aumentare i follower su Instagram inserendo hashtag molto popolari (ovviamente sempre attinenti all’immagine). Su Top Hashtag, si possono vedere quali sono gli hashtag più popolari.

4.     Scegliere pochi argomenti e concentrarsi su quelli

La targetizzazione è un aspetto molto importante, un profilo di successo si basa sulla scelta di un preciso argomento: sport, viaggi, cucina, moda, non importa quale sia, purché non si crei un profilo con un “minestrone” di argomenti curati male.

5.     La didascalia nelle immagini

Il titolo di un libro è importante, così come il titolo di un’opera d’arte. Ora il post su Instagram non è certo un’opera d’arte ma creare la giusta caption è un modo per stabilire una connessione con gli utenti.

La didascalia nelle foto dovrebbe sempre contenere una “Call to action“, ossia un invito agli utenti a compiere un’azione che può essere il rispondere ad una domanda, taggare un amico o altro.

6.     Scrivere anche in inglese

Anche questa è una tecnica che consente di aumentare i follower di Instagram soprattutto se si intende rivolgersi ad un pubblico internazionale.

7.     Aggiornare i follower con notizie interessanti

È bene tenere aggiornati i propri follower pubblicando notizie sul proprio stato, ma sempre senza esagerare.

In linea di massima gli aggiornamenti devono essere interessanti altrimenti rischierebbero di annoiare il follower.

8.     Pubblicare negli orari giusti

Pubblicare in determinati orari, generalmente dopo le 5 del pomeriggio, contribuisce ad aumentare la visibilità. Inoltre, è statisticamente dimostrato che postare ogni 3 ore aumenta in modo notevole la portata organica di ogni singolo post.

9.     L’importanza delle Stories

L’introduzione delle Stories su Instagram è stata una vera e propria svolta in quanto le stories rappresentano un canale di comunicazione privilegiato, che consente di interagire con i followers in modo più spontaneo e personale.

Nel momento in cui si accede ad Instagram in alto compaiono le 5 storie in primo piano. E’ importante, se si intende aumentare i follower, raggiungere quella posizione in modo tale da catturare l’attenzione dei propri followers.

10.  Interessarsi agli altri follower

Interagire con gli altri utenti è molto importante soprattutto se si è alla ricerca di nuovi follower. Per interazione si intende sia il commentare i post degli altri, che invitare gli altri a leggere i nostri attraverso il tag. Vediamo nel dettaglio come.

Interagire con gli altri utenti

Interagire con gli altri utenti con “like” e commenti è un modo per restare sulla cresta dell’onda. Ovviamente mettere mi piace ad un post che ne ha già tantissimi servirà a ben poco. Ciò che è importante è farsi notare ma in modo positivo, quindi con commenti mirati, intelligenti e ironici quando serve.

Taggare gli account nelle foto

Un trucco per aumentare i follower su Instagram è quello di taggare qualche profilo (solo qualcuno e non troppi). I profili taggati devono essere rilevanti e non presi così a casaccio.

Il tag deve essere mirato e interessante per chi lo riceve, altrimenti, potrebbe essere controproducente. Se si scatta una bella foto mentre si è intenti a sciare sulla neve si può, ad esempio, taggare qualche profilo amante dello sci, della montagna, della neve.

In conclusione

Una scelta accurata per la foto del profilo e una descrizione che ben ci rappresenti, la qualità delle immagini corredate da una descrizione accattivante e da hashtag popolari, il filo conduttore tra i post, una costanza nella pubblicazione dei post e nel commentare i post degli altri sono gli elementi fondamentali per avere un profilo Instagram vincente e per aumentare i follower.

LEGGI ANCHE: Comprare likes su Instagram, da oggi utile solo se acquisti followers reali


Con i social network abbiamo preso l’abitudine di far conoscere ogni aspetto più intimo della nostra vita privata anche a chi non conosciamo, riducendo ulteriormente il concetto di privacy e di riservatezza.

Anche se può essere utile usare i social per alcuni scopi, per altri sarebbe meglio cercare di ridimensionare il loro utilizzo o di nascondere alcune attività, in modo da non far sapere proprio tutti di noi agli altri.

Per questo motivo abbiamo deciso di proporvi una guida per essere invisibili sui social network, in particolare abbiamo scelto i più famosi ed utilizzati al mondo, in modo da rendere la vostra esperienza d’uso più sicura e appagante.

Come essere invisibili su Facebook

È senza dubbio il social network più utilizzato al mondo, premesso che essere completamente invisibile è impossibile per via della sua stessa natura, ci sono alcune operazioni che si possono fare per rendere meno visibile la tua presenza.

Avrai sicuramente notato che a fianco dei nomi dei tuoi contatti compare il loro stato online e l’ultimo accesso, due segni tangibili della loro presenza e attività su Facebook, ebbene, è possibile disattivare questa funzionalità.

Per farlo basta andare, da pc, su Opzioni, cliccando sull’icona a ingranaggio che si trova in basso a destra nella finestra della chat e scegliere la voce Disattiva lo stato di attività

È possibile anche scegliere se disattivare lo stato di attività a tutti i contatti e diventare invisibile per tutti, oppure, selezionare la voce Disattiva lo stato di attività per tutti i contatti tranne…Scegliendo i nomi delle persone da aggiungere che non potranno vedere lo stato Online; in ultimo, si può anche fare l’esatto opposto, scegliendo Disattiva lo stato di attività solo per alcuni contatti, in questo caso vengono inseriti i nomi delle persone a cui sarà mostrato lo stato di attività online.

Per completare l’operazione, dalla schermata delle opzioni della chat si può inoltrare e selezionare anche la voce Disattiva chiamate/videochiamate, che impedirà a chiunque di chiamare.

Sempre dall’elenco delle chat si può decidere di disattivare la chat con una specifica persona in modo da non far contattare, basta aprire la chat con la suddetta persona e poi in alto a destra fare un click sull’icona delle impostazioni e poi scegliere Blocca.

Un’altra operazione per essere invisibile è quella di disattivare, sempre dalle Impostazioni, la voce Mostra quando sei attivo/a, in modo che nessuno sia in grado di vedere gli accessi su Facebook.

Inoltre, ricorda che puoi anche limitare la privacy dei post che pubblichi scegliendo tra Tutti, Tutti tranne e Amici e scoraggiare i motori di ricerca a mostrare il tuo profilo Facebook tra i risultati di ricerca sul web.

Come essere invisibili su Instagram

Instagram è un altro social network molto utilizzato che sta riscuotendo sempre più successo, in particolare tra i giovani. Anche in questo caso è possibile limitare la visibilità scegliendo un approccio più orientato alla privacy.

Aprire l’applicazione e fare un click sull’icona a forma di omino in basso allo schermo, poi fare un tap sulle tre linee orizzontali che si trovano nell’angolo in alto a destra dello schermo e poi su Impostazioni.

Scegliere la voce Privacy e sicurezza per accedere a una serie di Impostazioni utili nell’ottica di limitare la visibilità.

Scegliendo la voce Stato di attività, si può togliere la levetta su Mostra stato di attività, questo impedisce ad altre persone di sapere l’orario dell’ultima attività su Instagram. È possibile anche bloccare e limitare i commenti sotto i post e alle storie in modo da controllare maggiormente le attività sul profilo.

Inoltre, se si preferisce un approccio molto più radicale, è possibile andare su Privacy e sicurezza e rendere il proprio account completamente privato. Con questa scelta tutti i contenuti saranno invisibili a chi non è follower, per diventarlo, le persone dovranno fare apposita richiesta.

Per fare questo bisogna andare su Privacy dell’account e attivare la levetta che si trova vicino ad Account privato dal menu a scomparsa. Infine, si possono anche bloccare le persone, in questo caso si deve pigiare sui tre puntini in alto a destra dello schermo e poi selezionare la voce Blocca.

Come essere invisibili su Twitter

Infine, vediamo come aumentare la privacy anche su Twitter che continua ad avere un numero elevato di utenti che lo utilizzano ogni mese, nonostante abbia subito in lieve calo negli ultimi anni.

Se si vuole limitare la visibilità su Twitter bisogna lanciare l’applicazione dallo smartphone, premere sull’icona della propria immagine di profilo e poi su Impostazioni e privacy, infine su Privacy e sicurezza dal successivo menu a comparsa.

Anche in questo caso è possibile scegliere se rendere visibile o meno l’account e i tweet sia già pubblicati che futuri, per farlo si deve attivare la levetta accanto a Proteggi i tuoi Tweet.

Attivando questa opzione, le persone dovranno mandare una richiesta per seguire il tuo profilo Twitter, avrai la facoltà di poter decidere se approvare o meno la richiesta.

È anche possibile prendere decisioni in merito alla possibilità di taggarti nelle foto, ma anche bloccare uno specifico account, è sufficiente recarsi sul simbolo con i 3 pallini che si trovano nell’angolo in alto a destra dello schermo del proprio smartphone e poi selezionare la voce Blocca, inserendo il nome dell’account da bloccare.

Conclusioni

Non è sempre possibile essere completamente invisibili sui social network per la loro stessa natura di condivisione. Chiunque utilizza un qualsiasi tipo di social deve essere consapevole che sta scegliendo di condividere la propria vita con altre persone.

Facebook, Instagram e Twitter mettono a disposizione alcuni strumenti utili per ridimensionare la privacy, non ti renderà completamente invisibile ma sicuramente ti permetterà la tutela di alcuni aspetti della tua vita sui social.


Dopo aver usato per un po’ di tempo Instagram hai deciso che non è il social network che fa per te e vuoi eliminarlo ma non vuoi perdere tutti i contenuti? Devi sapere che prima di eliminare l’account puoi fare il backup dei dati, nei paragrafi successivi ti spiegheremo la procedura da fare.

Instagram è uno dei social network più usato al mondo, ha superato il miliardo e mezzo di iscritti, il successo è sicuramente dovuto alle tante funzioni disponibili nell’app, tra cui anche la possibilità di creare un profilo aziendale per sponsorizzare i prodotti e il proprio brand.

Anche se il social è molto apprezzato, sono tanti gli utenti che decidono di cancellare l’account Instagram, a volte per motivi di privacy, altri invece decidono di staccarsi dal mondo dei social network e concentrarsi sulla realtà quotidiana.

Qualunque sia il motivo che ti spinge a voler eliminare il tuo account Instagram, ti diremo come fare questo passo senza perdere le foto caricate nel corso del tempo.

Sono tanti gli utenti che non pensano o non conoscono l’eventualità di effettuare un backup dei propri dati che alla fine, cancellano l’account perdendo foto e video pubblicati e altri dati personali importanti.

Per evitare rimorsi, è necessario fare il backup di Instagram prima di disattivare l’account o eliminarlo definitivamente.

COME FARE IL BACKUP DELLE FOTO SU INSTAGRAM

Instagram permette di avere in automatico una copia di tutte le immagini e i video pubblicati, comprese le Instagram Stories, inoltre, possibile scaricare commenti, condivisioni e didascalie dei post corredate da hashtag.

Tutti i dati dell’account sono salvati in un file JSON e si possono leggere in un file formato Notepad o TextEdit, queste informazioni, comunque non vengono molto prese in considerazione, quelle più di interesse sono rappresentate dalle foto.

Le foto possono essere scaricate in ordine cronologico formato JPEG, ma la risoluzione è bassa, 1080×1080 pixel, non è possibile rimediare in alcun modo.

Le foto da Instagram possono essere scaricate e salvate sia da mobile che da pc, la procedura è semplicissima e in pochi minuti si può avere il backup di Instagram sul device.

Se si è in possesso di uno smartphone o un tablet Android o iOS, bisogna avviare l’app di Instagram, premere sull’icona del profilo dalla pagina principale, al suo interno fare tap sull’icona del menu in alto a destra.

Accedere ad Impostazioni > Privacy e Sicurezza > Scarica i Dati. Dopo aver confermato l’indirizzo e-mail e cliccato su Richiedi il Download, si riceverà un link che contiene la copia dei contenuti condivisi su Instagram, foto incluse, più altre informazioni. L’app fa sapere che possono volerci circa 48 ore per raccogliere tutte le informazioni e inviare i file, anche se poi, nel concreto, sembra bastino pochi minuti.

Entro due giorni dal momento in cui viene avviato il processo, Instagram invia una mail con un link che contiene tutti i file, basterà cliccarlo, digitare nome utente e password del proprio account e poi, successivamente, su Download dei dati, in modo da scaricare l’account ZIP che contiene tutti i contenuti richiesti.

SCARICARE LE FOTO DI INSTAGRAM DA COMPUTER

Per fare il backup da Instagram occorre aprire il browser e poi accedere al sito ufficiale del social network; dopo aver effettuare il login, cliccare sull’immagine di profilo, poi su Modifica > Profilo.

Nel menu a sinistra scegliere la voce Privacy e Sicurezza e poi su Download dei Dati, anche in questo caso viene richiesta la conferma dell’indirizzo e-mail al quale sarà avviato il link per scaricare il file in formato ZIP.

Dopo aver fatto il backup e salvato tutti i contenuti, sarà possibile cancellare l’account Instagram mettendo al sicuro le foto e i video.

ELIMINARE DEFINITIVAMENTE L’ACCOUNT INSTAGRAM

Per eliminare il profilo Instagram è necessario andare all’interno del menu Impostazioni, la sola opzione disponibile da questa interfaccia è la disattivazione temporanea poiché l’applicazione permette sempre di tornare indietro e riattivare l’account facendo il login.

Ma, esiste un link segreto per eliminare definitivamente l’account senza ripensamenti, a cui si accede solo dall’interfaccia web di Instagram, per usarlo è necessario fare il login.

Il sistema chiede di indicare il motivo per il quale si vuole cancellare definitivamente l’account scegliendo tra una serie di alternative preimpostate.

Sarà necessario nuovamente digitare la password e cliccare sul pulsante rosso Ok, sotto la scritta Elimina il mio account in modo definitivo.

Dopo aver cliccato non sarà più possibile tornare indietro, tutti i dati dell’account, file e informazioni saranno perse.

Nel caso si voglia far ritorno su Instagram, bisognerà partire da zero creando un nuovo account; se si preferisce una soluzione meno drastica si può optare per la disattivazione temporanea.

COME DISATTIVARE L’ACCOUNT INSTAGRAM TEMPORANEAMENTE

Se si vuole disattivare il profilo Instagram solo momentaneamente è possibile farlo tramite una procedura veloce da fare da browser; come prima cosa è necessario collegarsi al sito ufficiale del social network e cliccare sull’icona del profilo che si trova in alto a destra nella pagina principale.

Il passaggio successivo consiste nel cliccare su Modifica Profilo e poi su Disabilita temporaneamente il mio account. Anche in questo caso viene chiesto di scegliere una motivazione.

Dal momento in cui si conferma questa operazione, tutte le informazioni e le attività dell’account non saranno più accessibili fino a quando non si farà nuovamente l’accesso.

È possibile riattivare l’account Instagram facendo semplicemente il login, dopo l’accesso si dovrà attendere qualcosa ora per rivedere tutte le informazioni e i contenuti del profilo.


A partire dal 2016, Instagram ha avuto una grande crescita soprattutto in ambito business, rivolgendosi più efficacemente a coloro che desiderano aumentare le possibilità di vendita attraverso questo social network.

Così nel corso del tempo è stato introdotto un nuovo algoritmo, la possibilità di aprire dei profili business e gli ADS interni, tutti strumenti per la promozione dei brand e dei loro prodotti e servizi.

Una grande novità sono state le Storie Instagram, anche per quanto riguarda l’aspetto business, poiché ha concesso ad account privati e aziendali, di raggiungere più efficacemente i followers attraverso immagini personalizzate e video brevi.

Oggi, Instagram viene sfruttato per trovare nuovi clienti, poiché si è rivelata la piattaforma col più alto tasso di interazione sotto i contenuti pubblicati.

COME APRIRE UN ACCOUNT BUSINESS PER IL PROPRIO BRAND

Se sei un’impresa o un professionista e vuoi usare Instagram per raggiungere nuovi clienti e aumentare i tuoi affari attraverso una strategia mirata di comunicazione, la prima cosa da fare e aprire un account business e sfruttarlo al meglio.

Aprire un account su Instagram

Il primo passo è, quindi, aprire un account su Instagram, inizialmente sarà quello base, per utenti privati, poi bisognerà fare il passaggio a quello business per usufruire di tutti gli strumenti utile per promuovere il proprio brand.

Per effettuare il passaggio al profilo aziendale Instagram è necessario collegare una pagina Facebook, se non ne possiedi una, dovrai crearla, poiché servirà per gestire anche il geotag del brand e accedere alla piattaforma ADS.

Curare le informazioni del profilo aziendale

La priorità, dopo la creazione del profilo, è quella di lavorare al meglio sulla comunicazione d’immagine curando foto profilo, biografia e call-to-action che dovrà portare l’utenza a cliccare sul tuo sito aziendale.

Foto profilo

Questa viene acquisita direttamente dalla pagina Facebook collegata all’account, sarà possibile modificarla in qualsiasi momento. Se sei un professionista o un’azienda puoi utilizzare il tuo logo, inoltre, è bene scegliere un colore di sfondo che sia in grado di attirare l’attenzione del pubblico.

Biografia

La biografia deve essere sintetica ed efficace, deve descrivere chi sei, cosa fai, dove di trovi e qual è il tuo indirizzo email diretto. Prova a creare una call to action, inserendo una frase persuasiva che invogli all’azione.

La lingua per la biografia deve essere scritta in base al tuo target, l’inglese resta comunque la scelta migliore, in quanto universale.

Per inserire il link nella bio utilizzate un tool per accorciarlo, questo vi permetterà anche di tracciare i clic reali, tra i migliori ci sono Bitly.com e goo.gl.

Galleria

Il progetto fotografico è alla base di una strategia di comunicazione efficace su Instagram, per cui devi curare molto questo aspetto, dando spazio alla quotidianità.

La galleria deve fare un’ottima impressione sul pubblico al primo colpo, invogliandolo a scrollare il tuo feed e a convincerlo a seguirti, per ottenere questo risultato dovrai fare scatti fotografici di qualità, affidandovi a qualcuno che conosce la differenza tra i normali scatti e quelli mirati per Instagram.

Le foto che hanno più successo sono quelle con colori caldi, per la vendita di un prodotto si tende a posizionarlo in un contesto di quotidianità anche con l’ausilio di modelli e influencer, che ne mostrano le caratteristiche nel modo più naturale possibile.

La scelta degli hashtag giusti

Per sfruttare al massimo tutto il potenziale offerto da Instagram cerca di trovare gli hashtag giusti da inserire nella tua foto o nei video, può essere utile utilizzare i più popolari per aumentare follower ed engagement, inserendone anche qualcuno meno seguito ma in grado di portare ugualmente nuovi seguaci sul tuo profilo.

Quali sono le caratteristiche che devono avere gli hashtag?

  • Non devono essere agganciati a più di 150.000 contenuti
  • Non devono essere tra quelli proibiti o considerati come spam
  • Devono essere pertinenti al contenuto pubblicato

Sfruttare le Instagram Stories

Le Storie di Instagram sono uno strumento molto utilizzato anche da chi fa business, ogni giorno puoi condividere tutta l’enfasi positiva del tuo brand, mostrare e dimostrare l’utilità del tuo prodotto o servizio per convincere il cliente ad avvicinarsi e valutare l’acquisto.

Anche le Storie offrono la possibilità di analizzare i risultati tramite Insight ed è possibile promuovere i contenuti a schermo intero, nonché sfruttare gli Ads.

Collaborare con gli Influencer

Su Instagram ci sono moltissimi influencer, riuscire a riconoscere quelli che hanno i numeri necessari per portare risultati positivi al tuo business può essere difficile, devi fare molta attenzione.

Ma chi sono gli influencer? Si tratta di persone che sfruttano le proprie doti comunicative e che grazie alla loro credibilità sono riusciti a conquistare tanti followers.

Un influencer riesce a divulgare efficacemente un messaggio al proprio target e a ottenere engagement, per questo motivo se hai un’attività, dovresti valutare la possibilità di collaborare con questa figura per promuovere i tuoi prodotti e servizi e arrivare a nuovi potenziali clienti.

Conclusioni

Con l’account Business di Instagram è possibile aumentare la popolarità del brand in modo più efficace grazie ai tanti strumenti messi a disposizione e alla possibilità di monitorare i risultati sui singoli contenuti.

È fondamentale conoscere l’andamento di una foto o un video pubblicato perché permette di migliorare la strategia di comunicazione e capire quale sono i contenuti più apprezzati dai follower.

Tutte queste caratteristiche non vengono offerte da un profilo base, per cui se vuoi davvero promuovere il tuo brand, dovrai necessariamente passare a Instagram Business.